Italia dissociata

bipolareL’idea che cresce ogni giorno di più – e neppure confusamente – dentro di me, è quella di trovarmi al cospetto della psicotica Italia che allungata sul lettino dell’analista, mostra tutta l’evidenza del suo problema dissociativo. Da una parte un governo – tg 3 di oggi – nella figura di Fabrizio Saccomanni che inaugurando l’anno accademico della Scuola di polizia tributaria spiega ai quattro venti, la ” candida ” e assolutamente irreale idea che

” L’attività economica si sta stabilizzando e il Paese si sta avviando verso una graduale ripresa “. Fatta l’ormai nota premessa che ” è fondamentale che  permangano condizioni di stabilità politica “, per Saccomanni ” nel 2014 la dinamica del prodotto è stimata pari all’1,1%, mentre a partire dal 2015 la crescita del Pil si porterebbe sui livelli vicini al 2% “

dall’altra parte il presidente della Confcommercio Carlo Sangalli, intervenuto nel corso della Giornata di mobilitazione nazionale di Confcommercio ” Legalità, mi piace “, asserisce

 ” Le imprese del commercio, turismo, servizi sono stremate, da Nord a Sud. E purtroppo il 2014 non sarà certo l’anno della ripresa sostanziale”… “Non lo sarà anche per la legge di stabilità che se non verrà corretta, lascerà irrisolti i problemi strutturali della nostra economia “

asserzioni, quest’ultime, più corrispondenti ad una realtà che si fa sempre più amara. Il ” botta e risposta ” tra i due avviene nel giro di una mattinata, senza che i due abbiano consapevolezza di quello che l’altro ha detto. Viene da chiedersi, dunque, in che mondo vive Saccomanni e perché. Viene da chiedersi per quale strano motivo non chiede, a chi vive nel mondo reale, cosa succede davvero, perché non parla con ” la base “, perché non si fa una passeggiata (to’ ) sul corso della sua città, per verificare che quel che deliberatamente asserisce è frutto di fantasie, tra le più sfrenate.  Un mondo fatto di realtà e di un parallelismo avatar, altro che dissociati! Chissà se da qualche parte c’è un bravo psichiatra in grado di chiarire le idee alla paziente Italia.

Ho trovato molto rispondente alla mia idea di fondo, questa definizione della ” dissociazione ” presa dalla solita Wikipedia:

« accentuazione dell’insicurezza ontologica comune a tutti gli uomini, per cui anche in circostanze di vita ordinarie, un individuo può sentirsi più irreale che reale, letteralmente più morto che vivo, differenziato in modo incerto e precario dal resto del mondo, così la sua identità e la sua autonomia sono sempre in questione. Può mancargli la sensazione della continuità temporale; può fargli difetto il senso della propria coerenza o coesione personale. Si può sentire come impalpabile, e incapace di ritenere genuina, buona e di valore la stoffa di cui è fatto. Può sentire il suo io parzialmente disgiunto dal suo corpo. » ( R.D. Laing. L’Io diviso. Torino, Einaudi )

Annunci

10 thoughts on “Italia dissociata

  1. cordialdo 11 novembre 2013 / 21:59

    Io sarei molto più drastico e direi che sia ai politici di mestiere e sia ai burocrati neo politici, appena aentrano nella stanza dei bottoni, PERDONO IL SENSO DEL LIMITE e continuano a prendere in giro i cittadini col chiodo.premessa della stabilità associate alle menzogne che ci ammanniscono indecorosamente!

    • mizaar 18 novembre 2013 / 19:44

      a sentirli hanno tutti ragione e sono tutti in buonafede, salvo poi scoprire che fanno telefonate, intrecciano rapporti cordiali con perfetti delinquenti ecc. ecc. e perdono il senso del limite, assolutamente vero!

  2. liù 12 novembre 2013 / 08:15

    Ho notato anch’io che abbiamo dei tg e dei politici come dire”Bipolari” ,uno che dice tutto e l’altro che dice il contrario di tutto .
    I deficienti sono loro o credono che siamo noi e che ci beviamo tutte le castronerie che dicono ??
    Ciao ,buona giornata
    liù
    Ps :Molto bella l’immagine che hai messo,in genere l’arte astratta non mi piace tanto ,ma questo dipinto è veramente bello.

    • mizaar 18 novembre 2013 / 19:41

      ciao liù, scusa se sono stata così ” lenta ” nella risposta, ma negli ultimi tempi mi sembra di non avere tempo per nulla. è vero, ogni politicante asserisce verità assolute, che si relativizzano nel giorno di pochi minuti, basta ascoltare un solo telegiornale. è l’inveterata abitudine che ognuno di noi coltiva quando vuole essere predominante in una discussione, in fondo, i politici, non fanno altro che rispecchiare vizi e nessuna virtù di coloro che li eleggono,

  3. Incostante Mente 12 novembre 2013 / 13:35

    Tempo fa, forse per una questione di esperienza, ero propenso a credere che vi fosse, come detto, un bipolarismo anche nell’informazione. Oggi, meno prosaicamente, penso che ci sia solo malafede.

    • mizaar 18 novembre 2013 / 19:36

      incostante, benvenuto! la malafede è senz’altro dettata dall’interesse specifico dei lettori e spesso l’interesse lo creano i giornali. più immondizia leggiamo e più ne vogliamo e più ne viene creata. come diceva gaber “Il gatto si morde la coda, si morde la coda il gatto,il gatto si morde la coda
      e non sa che la coda è sua “

  4. Enripoppins 13 novembre 2013 / 11:19

    Sto perdendo le speranza anche circa un’eventuale psicanalisi collettiva, sebbene a mio avviso almeno 30 milioni di italiani avrebbero bisogno di psichiatri con eventuali pasticcozzi sedanti ed interdizione perpetua da qualsivoglia forma di partecipazione ” sociale” . Il mio piano B sta seriamente contemplando la reazione nucleare a catena incontrollata.

    • mizaar 18 novembre 2013 / 19:32

      il problema è: chi salviamo? noi, ” loro “, metà e metà, una via di mezzo??

      • Enripoppins 22 novembre 2013 / 17:47

        Mandiamo via e i figli dall’Italia ed immoliamoci alla causa. Bomba secca, indolore, fuori tutti, e si ricomincia.

      • mizaar 4 dicembre 2013 / 21:09

        bomba secca, tutti morti!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...