Telegrammi da Londra

Perchè una decide di mettere al mondo dei figli, secondo voi? Perchè l’orologio biologico te lo impone? Perchè ad una certa età i tuoi genitori con l’aria di cani abbandonati, pur non osando chiedere, ti lanciano segnali sconfortanti del tipo che guardano con invidia i nipotini degli altri? Perchè le tue amiche ti raccontano mirabilie dei loro rampolli? Niente di tutto questo, o meglio è questo con una farcitura di puro e semplice masochismo. Se una ha la lungimiranza di riflettere a fondo, prima di farsi prendere dall’euforia, si accorge che l’orologio biologico se ne impippa delle tue urgenze e, con molta calma, se sollecitato a dovere è capace di funzionare pure a 55 anni – Nannini Gianna docet! I tuoi genitori dopo il primo esaltante momento di euforia, tengono da fare altro e il pulzello te lo spupazzi tu. Le amiche sono false come Giuda, basta vedere le du’ seppie che stazionano perennemente sotto gli occhi, da nottate in bianco con il giovanotto di tre mesi! E nonostante ciò che facciamo? Continuiamo a farci del male e i figli ci sono, adesso sono grandi e ti costringono a porti delle serie domande sulla tua attitudine al masochismo, mentre fuori ristagna una serata di luglio, le cicale friniscono e tu immagini come sarebbe stata bella la tua vita senza figli e, eventualmente, senza marito! Cosa c’entrano i telegrammi del titolo? Da ieri quello più piccolo è a Londra per una vacanza studio. Mi raccomando messaggia notizie il più possibile! – le ultime parole famose- Va be’ va be’ – risposta – e le notizie apprese tra ieri e oggi sono state del tipo: Siamo a Milano, Siamo Londra, Siamo al campus…Figli, eh? 

Annunci

24 thoughts on “Telegrammi da Londra

  1. Lilla ... 16 luglio 2011 / 22:00

    una mia amica dice sempre: “con i figli non sai mai chi ti metti dentro casa” … 🙂
    cosa vuoi di più??? ti comunica tutti gli spostamenti … è meglio di un gps!! 😉

    • mizaar 18 luglio 2011 / 21:07

      😀 è vero lilla, cosa voglio di più?

  2. cirano 17 luglio 2011 / 00:49

    figli a Londra io ti invidio….ancora le mie sono a casa e scrivo mentre loro ancora non si addormentano..!!!!!!!!!!

    • mizaar 18 luglio 2011 / 21:12

      che déja-vu! 😀
      da piccoli ti fanno sudare sette camicie in senso letterale, da grandi sette camicie mentali! .-(

  3. bottepiccola 17 luglio 2011 / 10:22

    mamma mia però,quanta negatività,cazzarola!
    Bisogna anche ammettere che i figli non sono sempre e solo pensieri,scazzi e sbrocchi..ti strappano comunque sorrisi,vieni visto sempre e comunque come loro punti di riferimento,anche in età adulta..
    Insomma,tutto questo qualcosa dovrà pur significare,no? 🙂

    • mizaar 18 luglio 2011 / 21:21

      ma certo botte piccola, i figli sono dolcezza e ricchezza comunque, ma ogni tanto anche noi genitori, nel nostro piccolo, possiamo incaxxarci? 😀
      ci sono quei particolari momenti casual in cui faresti volentieri a meno di tutti i pensieri e le, conseguenti, parole che i figli ti arrecano – come se già non ne avessi di tuo, pensieri!
      ad ogni modo a me, i momenti così e così passano in fretta… e vanno bene anche i telegrammi! 😀

  4. sabby 17 luglio 2011 / 15:59

    vale anche per me cirano@!!!
    ancora sono “gestita” da loro e dai loro bisogni!!!

    • mizaar 18 luglio 2011 / 21:22

      genitori giovani, che bello! 😀

  5. unpodimondo 18 luglio 2011 / 10:30

    Suvvia, non ti preoccupare… tra qualche giorno, quando si sarà sistemato, magari potrai comunicare col pargolo anche via Skype e masochisticamente dirai che senza le cure della sua mammina ha proprio un’aria sciupata….
    Non ti preoccupare, siamo tutti sulla stessa barca: la mia è in crisi dall’inizio di Giugno perchè il ragazzino l’ha piantata dopo un anno e mezzo che stavano insieme. E’ andata in depressione tutta la famiglia (compresi i genitori e perfino la nonna e il cane) e ancora non ci siamo ripresi….

    • mizaar 18 luglio 2011 / 21:24

      ti prego marco, non tocchiamo il tasto dolente dell’abbandono amoroso chè abbiamo vissuto anche quello, con conseguenze piuttosto nefaste! 😦
      consolatela, la creatura, che di maschietti ce n’è a bizzeffe! 😀

  6. fab 20 luglio 2011 / 00:18

    questo post non mi era stato segnalato..
    con la mia cara jena utilizzo un sistema che si è rivelato efficace…quando il pargolo osa non rispondere ai miei sms o chiamate, invio l’ultimatum: “hai cinque minuti, dopodichè inizio a tampinare tutti i tuoi compagni (eh,sì…ho i numeri dei loro cellulari 😉 )
    Funziona. Ho dovuto dargliene la dimostrazione una sola volta.. ha compreso la lezione…chiama e messaggia lui! senza nemmeno bisogno dell’ultimatum

    • mizaar 20 luglio 2011 / 19:31

      stiamo comunicando proprio con i messaggi! 🙂 e non mi vengono lesinati, per fortuna, ma sono così brevi!!! i miei sono pieni di domande, i suoi stringati. se qualche docente avrà da ridire sulla capacità di sintesi di mio figlio, lo meno! 😀

  7. sys 20 luglio 2011 / 08:50

    mi sento un po’ fuori posto, che alla mia veneranda età faccio ancora la figlia… però arrivo qui passando da Sabby e volevo lasciarti un saluto!
    🙂
    ciao Mizaar

    • mizaar 20 luglio 2011 / 19:29

      cara sys, benvenuta! 😀
      noi siamo sempre figlie, fino a che, un giorno, che una immagina non debba mai arrivare e invece ti morde alle caviglie come una bestia malvagia, perdi la persona che ti ha generata e allora capisci che il tempo per essere una figlia è terminato. in quel momento hai l’esatta percezione che un mondo intero ti viene consegnato, ti viene passato un testimone che è pesante da portare…

      • sys 22 luglio 2011 / 09:59

        purtroppo è un morso che mi è già stato dato quando ero piccola. e ti garantisco che la sensazione è davvero come l hai descritta tu.

        (mo vado ad aggiornarmi che in sti giorni lavorato tanto letto niente! 🙂 ) ciauz!

      • mizaar 25 luglio 2011 / 21:35

        il mio pensiero a quella piccola e alla sua mamma!

  8. Fabio 20 luglio 2011 / 20:48

    Anche io sono così: sono arrivato, tutto ok.

    Ma con i miei abbiamo un tacito accordo. E poi io non sono uno a cui piace parlare… boh…

  9. Flavia 23 luglio 2011 / 11:02

    A casa mia succede il contrario. E’ la madre che viaggia più spesso e che manda sms del tipo “Arrivata in orario”, “Mangio. Tutto buono”, “Che fai?”. La vecchia a casa sono io 🙂

    • mizaar 25 luglio 2011 / 21:09

      non ci sono più quelle belle mamme di una volta. e non si fa così alla povera figlia, signora mia! 😀

  10. mariella1953 28 luglio 2011 / 08:24

    sottoscrivo in pieno quanto scritto:i figli da piccoli stressano fisicamente ma di grandi ti stressano la mente……………..buona gironata

    • mizaar 29 luglio 2011 / 19:57

      grazie mariella, i figli… mamma mia! 😀

  11. paperi si nasce 28 luglio 2011 / 22:56

    Hanno tante distrazioni… E tante cose nuove da vedere e da fare… Perché costringerli a perdere tempo in telefonate e sms?

    • mizaar 29 luglio 2011 / 19:53

      per quindici giorni nessuna telefonata! :_(
      tanti sma e stasera rientra, meno male!! 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...