Il muro del pianto

Ve be’ che siamo defilati rispetto al resto della strada, che l’ingresso di casa mia offre un comodo paravento per occhi indiscreti, fatto sta che da qualche tempo assistiamo a scene che manco nel melodramma! Quasi ogni sera una giovane coppia ha modo di litigare oppure di recidere ogni tipo di contratto – e di contatto! – con pianto o dell’uno o dell’altra come da copione che si rispetti. E non ci si limita al pianto, spesso si passa all’invettiva: Qualche tempo fa all’accorato: Marilù, non mi lasciare, non fare la pazza! è seguito un: Vaffa’ altrettanto accorato! 😀 Bene, oggi pomeriggio dall’alto leggevo questo

vorrà dire qualcosa? 😀