Tutta colpa del caffè!

Ho gentilmente fatto accomodare una delle ” evase ” di ieri sulla sedia in quel momento libera, nelle mie vicinanze. Allora P. che cosa è successo, mi vuoi spiegare per piacere, come mai, ieri, avete deciso di non venire a scuola? e P. esitante, ma non troppo: ‘Ssore’ – e dalle! 😦 – ieri mattina con M. ci siamo date appuntamento alle otto meno un quarto per andare a fare colazione al bar… – tanta abnegazione per andare al bar, non viene messa in conto neppure per arrivare a scuola in orario! vabbe’ – Era necessario? le chiedo – lo sguardo sopra le righe di P. mi dice ”  ‘ssore’ come sei ingenua! “. Non insisto per ottenere una risposta plausibile e lei continua: Poi abbiamo fatto tardi e M. ha detto, facciamo fruscio! E dove siete andate? insisto – dovevo e volevo TANTO saperlo! 😀 Siamo andate a casa mia a giocare… – a giocare?!? lì per lì, di fronte a tanta evidente sicumera, avevo dimenticato che le scricciole hanno solo dodici anni – E mamma cosa vi ha detto? Mia madre si è messa a gridare e poi non ha detto più niente. E la mamma di M.? – M. senior era venuta a scuola ieri per portare a casa la figlia, l’ingenua! – Ha telefonato a M. per chiederle dov’era perché si era preoccupata per non averla trovata a scuola… Ah! E poi? M. è tornata a casa. Fine della trasmissione. Dopo averle fatto il predicozzo, P. è tornata a posto e ha esibito, come la sua allegra comare di colazione, una giustifica con tutti i crismi. Alla fine della quarta ora il collaboratore è ritornato in classe dicendo: M. deve andare via, è venuta la madre a prenderla! Stavolta abbiamo potuto mandarla… a casa!      ( lo so, volete sapere per quale ragione anche oggi la genitrice desiderava portare via in anticipo la piccola caffeinomane: Inglese interrogava e M. da grande farà la dama dell’alta società, e le dame dell’alta società non sono tenute a conoscere l’inglese! 😀 )

Non ci posso credere!!

S’apre la porta dell’aula, stamane, e il collaboratore ” addomesticato ” fa: ‘Ssore’ – pure lui con le elisioni e i troncamenti! – M. deve andare via, è venuta a prenderla la madre! Ma come… è venuta a prenderla la madre?!? – dice la collega – M. è assente! Come uno tsumani ondivago la classe rimpalla un OHHH di meraviglia e poi cominciano a ridere, gli infami. Uno si accorge che anche P. – l’allegra comare di Windsor di M. – è assente e commenta: ‘Ssore’ – aridaglie con l’elisione e il troncamento! – hanno fatto fruscio insieme! Nooo, non mi dire! 😀 M. e P. insieme non raggiungono neppure 60 chili di peso e vanno scarse per il metro e trenta di altezza. E’ vero che M. è qualche giorno che arriva a scuola truccata, neanche fosse una modella nana, però… hanno fatto fruscio per andare dove? Domani sentiremo. La considerazione è una sola: anche le pulci nel loro piccolo tossiscono! 😀

pulce