San Valentino ( la rondine sotto il cuscino )

La prima volta che mi trovai al cospetto di un Valentino’s day fu nei lontani anni della mia adolescenza, complice il mitico ” Linus ” di ODB – Oreste Del Buono, l’illuminato direttore del mensile a fumetti. Nelle strips dei Peanuts, più che un giorno di gaudio diventava un tripudio di cuori infranti e delusioni: Charlie Brown che tentava l’invio di Valentine alla ragazzina dai capelli rossi senza che la destinataria ne avesse consapevolezza – il classico amore unilaterale, perdente sul nascere- Lucy, la matriarca, alle prese con un riottoso Schroeder, Sally cotta allo spiedo per Linus, a sua volta ” avvolto ” in una love story con la coperta, Patty Piperita che avrebbe potuto essere felicemente ricambiata da un Charlie Brown infelice per un amore non amore. Fu lì che cominciai a subodorare che non fossero tutte rose e viole. L’unico a salvarsi era Joe Cool – Snoopy in versione Joe Falchetto – che ” tirava tardi al circolo studentesco lumando le pupe e fumando le pipe “. Che fosse il suo l’unico sano e saggio messaggio da tenere a mente per gli anni a venire? Non vi dico come è andata a finire, non è rilevante per l’odierna cronaca. Però stamattina ho aiutato D. a confezionare una ” Valentina ” per la sua bella. E’ stato felicissimo. Quando gli ho chiesto dettagli sulla consegna del biglietto mi ha risposto che avrebbe provveduto a darglielo nel pomeriggio. E poi? E poi, se le fosse piaciuto l’avrebbe portata in pizzeria a festeggiare il giorno di San Valentino. 12 anni e non li dimostra! 😀

P.S. Il titolo, direte voi, che razza di titolo è? Se la rondine è sotto il tetto per San Benedetto, per San Valentino non può che sostare ancora al calduccio sotto il cuscino. Con ‘sto tempo da lupi, poi! 😀 P.P.S. Buon San Valentino a tutti.

san-valentino

( scritto nel lontano(?) 2012… ancora condivisibile, mi pare… )

Follie d’estate

E’ estate, come può esserlo solo a luglio. Fa caldo, e tanto. Il caldo obnubila la cucuzza. Per dire, la mia amica Fab ha tentato una telefonata con il telecomando, Spider Truman tenta una rivoluzione denunciando i (mal)costumi dei politici italiani in un blog – e chissà se lo faranno durare. C’è un omino nel mio quartiere che tenta la celebrità ogni giorno, con un karaoke a tutto volume, ed è pure stonato. D’estate la gente diventa più intollerante del solito e molto distratta. Nel giro di due giorni ho visto due incidenti in città, di cui uno mortale – in città! 😦 Aumentano i delitti, d’estate, fateci caso. Il caldo stana i pazzi che d’inverno stanno rintanati in casa. Basta un minimo pretesto perchè vengano tirate fuori armi inaspettate, si ricorre a parole grosse e pugni, nel migliore dei casi. C’è una sorta di rilassatezza, di sbraco diffuso e generalizzato. Brutta faccenda l’estate. Vado ad appostarmi. come Joe Falchetto davanti al ventilatore – lumando le pupe e fumando le pipe! 😀