Va che gran caldo, va. Anche oggi! ( parafrasando Ratman )

grafico_funz_diretta Se dovessi pensare ad una formula matematica per definire il caldo e le sue dirette conseguenze mi viene in mente la proporzionalità diretta: all’aumento delle temperature corrisponde, sempre! – senza nessun timore di essere smentita –  un aumento costante delle stron@@te che manco i pazzi di quelli che furono i manicomi! Il surplus di banane si smaltisce su di un palco del PD all’indirizzo di una ministra, così come il surplus di nazifascismo si smaltisce sui muri di Roma inneggiando a Priebke. iIl surplus di arroganza  e delinquenza ed evasione si smaltisce chiudendo i propri negozi alla vendita e dichiarandosi indignati perché lo Stato pretende la sua parte – come solitamente succede ad ogni cittadino che le tasse le paga e non le evade; mentre Il surplus di arroganza, come prima, si manifesta sui giornali ” amici ” dove si dice di essere disponibili ad andare in galera, se condannati – cosa che solitamente avviene per ogni persona condannata in un qualsiasi processo di un certo tono – salvo  smentire subito dopo – che strano, eh? Il surplus degli eccessi, tanti, vanno avanti nelle uccisioni delle donne quotidianamente – ancora e ancora. La semiretta della litigiosità esasperata, del bruttume esagerato, delle dichiarazioni deliranti, quella che nasce dall’incrocio dei due assi cartesiani, sale con costanza quanto più si raddoppia o triplica la pazzia del caldo. E’ estate anche questa.