Marsiliesi

 

20130813_200209Tempo fa vi avevo raccontato dell’iniziativa editoriale – apprezzabilissima – dell’editore Marsilio di regalare un ebook a coloro che ne avessero fatto richiesta. Scopo dell’iniziativa era ottenere la possibile recensione direttamente dai lettori, piuttosto che dai critici sulle riviste specializzate. Stavolta il ” santo ” editore replica con un altro invio, graditissimo, ma in versione cartacea. L’autore è uno dei due già preso in considerazione la volta passata: si tratta di Jussi Adler- Olsen ( qui lo trovate in un ebook gratuito ) e del suo ” Il messaggio nella bottiglia “ del quale ve ne dirò in seguito. Il libro uscirà in Italia il 18 settembre 2013; in questi giorni ne leggo l’anteprima esclusiva. Vi dirò, mi sento molto coccolata e benvoluta dal signor Marsilio. Grazie a coloro che mettono a frutto iniziative di questo genere. Altri editori e di ben altri budget manco un segnalibro ti mandano a casa! 

Alessandro Franci – La luna è nuova/ poesie

Chi non s’è mai cimentato a mettere assieme quelle parole ” che stuzzicano il cuore ” anche solo per scherzo, anche solo sotto forma di compito per casa? Sovente, a scuola, mi capita di avere sotto mano i diari dei ragazzi dove leggo sperticate rime che hanno come unico scopo il rimarcare le amicizie di banco, l’inizio o la fine di un amore improvviso. Poesie, forse, così penseranno i poeti in nuce. E’ ben altro il poetare, lo scrivere poesie. E leggerle. Le parole che hanno un ritmo, quelle che raccontano una emozione, una storia in bella copia, le parole che ripeti e che spesso impari a memoria per come sono belle da raccontate a voce alta, appartengono al bagaglio culturale di tutti. Quasi sempre costrette nella tua mente da una maestra pedante, continuate a praticare per diletto, per amore, le poesie stanno a noi per ricordarci di cose più alte, più in là degli affanni di ogni giorno, ma anche per curare quelli, per consolarci, per incantarci. Così sono le poesie di Alessandro Franci. Raccontano di lunghi silenzi tra paesaggi ” stranieri “, regalano immagini pensate, parole pesate e spesso non dette. Anche se scritte in altri tempi, forse anche da un’altra persona – ché nel tempo anche noi stessi mutiamo assumendo altre parole a nostra discolpa – non risentono il peso del tempo poiché le parole delle poesie rimangono fervide e giovani anche dopo molto. La lettura, come è abitudine della casa editrice ” La Recherche “, non richiede una spesa se non il tempo del download dal sito. E’ cosa gradita all’autore – immagino – un commento a lettura ultimata sempre sul sito del buon editore. Buona lettura a tutti! 😀

Ho parlato di Alessandro Franci anche qui. 

Natale libresco

Regalare ebook, da parte degli editori, evidentemente è contagioso! Dopo la sortita di Marsilio anche Garzanti si aggiunge alla partita. Su ” Il Libraio ” si regalano racconti di Natale. Già pronti da acquisire gratuitamente ” Il rumore di Natale ” di Andrea Vitali e ” Natale con ” magna ” Nita ” di Bruno Gambarotta, altri tre seguono. E’ richiesta la registrazione. Buona lettura! 😀

Aggiornamento: anche Rizzoli regala ebook! – e cos’è, un’epidemia? 😀 In questo caso si tratta di ” Steve Jobs, Stay hungry, Stay foolish “

Un Marsilio per amico

Che l’artefice celeste abbia in gloria gli editori che scelgono di affidare la recensione dei libri appena pubblicati agli ” utilizzatori finali “, piuttosto che ad un critico qualsiasi che, come dice la parola stessa, di suo critica e magari, poichè soffre di acidità di stomaco, critica male! Allora come fa Marsilio a pubblicare due nuovi polizieschi e a chiedere ai blogger di tutto il mondo – no via, solo d’Italia – di scriverne l’effetto che fanno? Semplice, regala gli ebook – verissimo, la mia copia l’ho scaricata or ora – e chiede di recensire a lettura ultimata. Vi conviene fare in fretta, mica è Natale tutto l’anno! Grazie amico Marsilio, ce ne fossero più spesso di queste iniziative e da più editori! E grazie anche all’amica blogger Giusymar che ha segnalato per prima l’iniziativa

Alessandro Franci – Il fermaglio

Quanti anni è che conosco Ale? Una vita, sicuramente, dell’altra vita. C’è stato un breve tempo in cui abbiamo condiviso alcuni pomeriggi di una primavera che si annunciava, su una vecchia moto ridipinta di rosso verso il tramonto di Peretola. Di quei giorni ricordo occhi azzurri un po’ tristi, che peccavano di solitudine. In quei giorni ci sono state  parole dette a bassavoce e il Cimitero degli Inglesi dove lo portai. Ci scambiammo frammenti di vita senza saperlo. Alessandro allora scriveva poesie. Il suo regalo per me fu un fascicolo di poesie dattiloscritte, con una copertina decorata da un disegno a china. Lui ha continuato negli anni a scrivere, raccogliendo, della sua vita di ora, frammenti diversi, pensieri, storie vere o presunte. M’è arrivata una e@mail, qualche giorno fa, che annunciava la pubblicazione di una raccolta di storie intitolata ” Il fermaglio “. Dal sito http://www.ebook-larecherche.it è possibile scaricare gratuitamente l’ebook di Alessandro
( All’autore e all’amica dell’autore sono gradite le impressioni e i commenti 😀 )

Saggio chi scrive un saggio

Segnalato da Wired on line riporto, per quelli che amano scrivere, un’altra iniziativa interessante: al Salone del libro di Torino, iniziato oggi, viene lanciato un concorso dalla casa editrice Il Saggiatore, per la pubblicazione di dieci saggi in formato epub. Per partecipare

” Basta non aver compiuto ancora 40 anni e inviare entro il 15 agosto prossimo un saggio di 100mila battute (spazi inclusi) all’indirizzo  esaggi@saggiatore.it. Ma attenzione, il saggio dovrà riguardare uno dei seguenti argomenti: per la filosofia si dovrà parlare della catastrofe nel pensiero occidentale, in ambito musica del blues nella storia del rock’n’roll, delle rivoluzioni arabe e dei social media per la categoria mezzi di comunicazione, per l’ economia della Grande recessione e della crisi dell’Europa, infine di decisioni ed emozioni nel campo della cognizione. Ogni autore riceverà 250 euro di anticipo sul 25% delle vendite nette. 

Il progetto sarà presentato domenica 15 maggio ore 17 al Salone del Libro di Torino, insieme agli giovani saggisti già scelti: Andrea Tarabbia, Ilenia Picardi, Roberto Ciccarelli, Marco Valli e Andrea Capocci. “