Aspettative

preside.gifCi vuole cinismo, disincanto anche, per non ne averne. Si parte in condizione di svantaggio quando le aspettative viziano la forma dell’attesa e del guardare le cose. Anche stavolta, iniziando l’anno, mi sono ritrovata, nel primo giudizio, ad edulcorare l’aspetto dell’esteriorità, a captare segnali positivi anche solo giudicando, superficialmente, i gesti e le parole. Andando avanti coi giorni mi sono resa conto che anche stavolta sarà una scuola all’insegna dell’impegno duro e puro, del metterci la faccia e tutta la fatica possibile. Fai tu, è l’imperativo! Deludente piano programmatico di una dirigenza bi/ubiquata e senza terra. Aiuto, voglio scendere!