Camminare

Renato Guttuso – Passeggiata in giardino a Velate, 1983

Riflettevo sull’atteggiamento, la postura, che ognuno di noi mette in atto nel camminare, in qualsiasi circostanza del quotidiano. Ieri guardavo dalla finestra un omino in età che, da solo, passeggiava. Aveva le mani incrociate in basso dietro la schiena e ricalcava un cliché più volte osservato in persone di una certa generazione, la posizione delle mani è quella, la postura anche. Mi chiedevo: camminare così aiuta a pensare, a riflettere, ti “ tiene compagnia “? Un dato sicuramente è certo – almeno credo – sai dove mettere le mani. Quando cammino da sola, per strada, ho con me la borsa, mi “ aggrappo “ a quella. Spesso, se ho giacche o pantaloni con le tasche, infilo le mani al “ sicuro “ specie se fuori è freddo, un atteggiamento che mi dà la sensazione di “ essere a posto “, una specie di auto protezione. La borsa o le mani in tasca sono sostituite, lo vedo sempre, dai cellulari nelle mani di chiunque. Non c’è ragazzo o ragazza, ma anche persone, che virgulti non sono più da tempo, destreggiarsi nelle strade e sui marciapiedi con l’appendice tecnologica tra le mani. Anche in quel caso sanno dove tenere le mani. Immagino Lilibeth, se invece della borsetta, suo antico e persistente clichè, avesse avuto un cellulare tra le mani, che ne sarebbe stata della curiosità che ha circondato, da sempre, il contenuto della sua appendice? Ad ogni modo mi piaceva l’omino sotto casa, per la compitezza dell’andare.

6 risposte a "Camminare"

  1. gaberricci 2 ottobre 2022 / 08:20

    I ragazzi e le ragazze comunque ci sanno camminare col telefonino in mano. Io rischio sempre di travolgere qualcuno.

    • mizaar 2 ottobre 2022 / 14:56

      Ciao Gaber, nel senso che travolgi i cellularmuniti oppure preso dalla consultazione compulsiva dell’ ammennicolo non ti accorgi di travolgere gli astanti? Sia in un caso che nell’altro, bisogna prestare attenzione a ciò che ti accade intorno, altrimenti gli spunti per riflettere dove li peschi? 😉

      • gaberricci 2 ottobre 2022 / 18:57

        Cerco di usarlo il meno possibile proprio perché ho paura di travolgere qualcuno.

      • mizaar 2 ottobre 2022 / 21:00

        Ah, ecco!😄

  2. Diemme 2 ottobre 2022 / 16:36

    A me quanto piace camminare però, francamente, non ho mai fatto caso a dove metto le mani: ti farò sapere 😉

    • mizaar 2 ottobre 2022 / 20:58

      Potremmo farne un saggio di sociologia: L’uso delle mani nella passeggiata quotidiana!😁

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...