A Barbara

1472920921162_1472920957-jpg-il_borgo_in_lutto_per_barbaraSai Barbara, come spesso capita in questo strano mondo virtuale,  e come succede nella vita reale, ci sono persone che vanno e vengono, ma a differenza della realtà quelli che incontri qui è probabile che non avrai mai modo di conoscerli di persona, ma attraverso la scrittura e le immagini e le suggestioni hai come l’impressione di averne sfiorato l’essenza, per le belle parole con le quali siamo capaci di presentare noi stessi, a volte. È attraverso la scrittura che negli anni abbiamo saputo di nascite e matrimoni, di separazioni, di vita vissuta, insomma. Tra le persone conosciute e rimaste qui ci sei tu. Eri piccola quando la tua mamma ha cominciato a parlare di te ed è stato diverso tempo fa. Sonja ti descriveva come si fa quando si tratta di figli, con orgoglio e, a volte, con ansia e preoccupazione. Abbiamo saputo, in seguito, della tua malattia. E ogni volta, nel nostro piccolo mondo virtuale, siamo stati con te, Barbara, che così piccola eri risoluta a farcela ogni volta, caparbiamente, senza mai arrenderti neppure una volta, neppure un momento, disposta a vivere la normalità, la quotidianità, di una adolescente, la scuola, le amiche, i cani amatissimi, il tuo bellissimo cavallo. Ora che la malattia ti ha allontanata precocemente dalla vita mi chiedo se c’è un disegno più grande per te, in una dimensione diversa da questa. Perchè se cosí non fosse è incomprensibile la tua scomparsa, è incomprensibile la morte di una ragazza di diciotto anni. Che la terra ti sia davvero lieve, piccola Barbara.

19 thoughts on “A Barbara

  1. Silvia 8 settembre 2016 / 20:40

    Non ho parole…..pensavo fosse riuscita ad uscirne povera ragazza e invece…….

  2. lois 8 settembre 2016 / 22:03

    Purtroppo sempre più spesso questo nostro mondo virtuale si sta fondendo con quello reale, lasciandoci le stesse vertigini e difficoltà. Per quelli come noi che ormai in tanti anni di blog e web hanno affinato le conoscenze e limato i contatti, la vita vera affiora con tutte le sue brutture e ci mette di fronte alla crudezza dei fatti. L’unica consolazione è comprendere che spesso la forza delle parole ci aiuta nei momenti peggiori rafforzandoci al pensiero che dietro gli schermi ci sono persone vere che comprendono e condividono la forza e la violenza dei sentimenti.

    Che la terra sia lieve per Barbara.

    • mizaar 12 settembre 2016 / 20:16

      grazie lois per aver espresso quello che è il mio pensiero, questo blog è nato realmente dall’esigenza di stemperare, attraverso le parole, la malattia prima e la morte, poi, di mia madre. non è semplice, però, raccontare le emozioni, le sensazioni, così come a volte siamo incapaci di viverle, nel bene e nel male.

  3. Silvia 8 settembre 2016 / 22:24

    L’ha ribloggato su Nel giardino segretoe ha commentato:
    NON AVREI MAI VOLUTO LEGGERE QUESTO POST…..VI RICORDATE IL BLOG “GLI AMICI DI BAB” CHE ROBY AVEVA CREATO PER ESSERE DI SOSTEGNO E VICINI ALLA FIGLIA MALATA DI SONJA?
    LA BAB DI QUEL BLOG PURTOPPO E LA BARBARA DI CUI SI PARLA NEL POST….

    • mizaar 12 settembre 2016 / 20:02

      grazie silvia, abbiamo avuto il link del blog che hai ricordato per tanto tempo, ognuno nella propria pagina. poi le notizie di barbara e sonja mi sono arrivate tramite fb e si sono alternate, a volte tristi, a volte piene di speranza, fino ad una conclusione così triste…

      • Silvia 12 settembre 2016 / 21:02

        purtroppo è finita nel modo peggiore….speravo che fosse riuscita a superare il male, non essenso più Sonja in wordpress non ho saputo più nulla…

      • mizaar 12 settembre 2016 / 21:05

        lo sai, silvia, quando si è giovani il male è più aggressivo e veloce. bab, però, è stata una leonessa fino alla fine…

      • Silvia 12 settembre 2016 / 21:06

        su questo non avevo dubbi🙂

  4. Drimer 8 settembre 2016 / 22:32

    La piccola Bab, ricordo bene il blog…era il tempo di Windows Live, conoscenze virtuali e momenti condivisi che non si possono dimenticare.

    • mizaar 12 settembre 2016 / 19:59

      è così drimer. abbiamo continuato ad avere notizie di barbara e sonja su fb. fino alla fine…

  5. Diemme 9 settembre 2016 / 15:23

    Non ce la faccio a commentare… 😥

    • mizaar 12 settembre 2016 / 19:58

      cara, come dicevo a kali, scrivere questo post mi ha impegnato diversi giorni proprio perché non riuscivo a trovare le parole. è una notizia che ci ha lasciato sgomenti…

  6. marcello comitini 9 settembre 2016 / 18:23

    La Morte è sempre incomprensibile com’è incomprensibile l’amore che portiamo alla vita. Eppure lo portiamo E non accettiamo la morte che è la sola vera compagna costante. A che giova tutto questo? A che giova che una ragazza muoia? Ma ha un senso chiedersi a che giova, se non a misurare quanto sia profondo e crudele l’inganno della vita?

    • mizaar 12 settembre 2016 / 19:55

      grazie marcello per il commento e benvenuto. le tue considerazioni sono molto disincantate e in parte mi ci ritrovo. è vero, della morte siamo certi, per quanto ci piace pensare di essere immortali, specie quando abbiamo pochi anni alle spalle. la cosa che mi sconvolge di una morte qualsiasi, a maggior ragione di quella di una ragazza di diciotto anni, è la sofferenza, la malattia protratta nel tempo, difficile da accettare. la malattia non è vita, è follia.

      • Diemme 13 settembre 2016 / 12:51

        😥

  7. kalissa2010 12 settembre 2016 / 11:23

    Io non ce l’ho fatta a fare un post. Vorrei raccontare tante cose… Era Wonder e lo resterà sempre.
    Grazie per questo ricordo.

    • mizaar 12 settembre 2016 / 19:47

      tu l’hai conosciuta personalmente e di sicuro avrai avuto modo di apprezzare la bellezza di Bab e la sua grandissima voglia di vivere. è stata una grande fatica scrivere questo post, ci ho messo un sacco di giorni, non sapevo trovare le parole, ma glielo dovevo…

      • kalissa2010 15 settembre 2016 / 08:48

        Si, conoscerla è stato un privilegio. Ho sperato, fino all’ultimo, il suo destino cambiasse e le regalasse giorni sereni. Mi sbagliavo.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...