Di cani e altre bestitudini

razze-di-cani_O1Fateci caso, in giro ci sono tanti cani. Oh, intendiamoci non quelli che per cattiva condotta oppure per mancate attitudini non esiteremmo a definire “ cani “, ma cani cani quelli col pelo, la coda, un’indole generalmente canina e in afflato affettivo con la razza umana. Ce ne sono davvero tanti, negli ultimi tempi, specie dalle mie parti. Ordunque non sono cani randagi, ma hanno casa, padrone e status sociale. I cani sono socialmente visibilizzanti. Chi ha un cane si connota immediatamente come padrone di cane con tutto quello che ne consegue a livello di considerazione altrui: un padrone di cane è socialmente ritenuto una persona sensibile, capace di empatia con il mondo animale, apprezzabile per il suo francescanesimo – il poverello d’Assisi, parlatore di lupi ante litteram, aprì una carriera a tutti i futuri portatori di cani nonché a quelli che con il lupi ballavano. Ma non vi fate imbrogliare dalla fuffa del buon padrone di cani, ché a mio parere i quadrupedi fanno tanto social. Altrimenti non si spiegherebbe il perché di tanti cani in giro, ma non semplici meticci adottati per l’empito di adottare un trovatello, bensì bestiole dalle razze più disparate, cose che nemmeno voi umani eccetera eccetera. Sicché in giro si trovano molossi – come quello di stamattina che conduceva il proprio umano guinzaglio/ mano con la santa pazienza di un bestione che ha bisogno di portare a spasso un uomo – shar pei – che non è una sciarpa a pelo corto, ma un tenero bestiolino tutto raggrinzito che farebbe gridare al sabotaggio l’inventore dell’appretto! – e labrador come se piovesse, cocker – c’è un ritorno di fiamma con il simpatico pulitore di marciapiedi  con le orecchie ricciolute e pendule – salsicciotti vaganti meglio detti welsh corgi, cavalier king, beagle, bulldog francesi e inglesi, san bernardo – con il nostro caldo! e senza montagne! e senza valanghe! – insomma a iosa e delle razze più strane. Un’idea del perché me la sono fatta. I più giovani, con la scusa del cane strano, lasciano che le pulzelle si avvicinino al cane e, zac!, cuccano. Gli adulti mostrano il cane per mostrare al mondo intero che possono permetterselo. Più la razza è astrusa e più il cane costa. Magari si manda a prendere dallo sperduto allevamento dell’oltrepò pavese, con spese a carico del futuro padrone, per cifre esorbitanti, per poi vantarsene sui social cosi, postando foto della bestiola mentre dorme, mentre si gratta, mentre sbadiglia, mentre fa plin plin e sottolineando il costo stratosferico, la difficoltà a reperirla, le complicazioni dell’allevamento della stessa poiché, il più delle volte, più sono complicati gli intrecci genetici e più sono fisicamente fragili. Il cane di razza ha sostituito, in alcuni casi, l’automobile di razza. Costa meno di manutenzione e attira le simpatie altrui – o invidia? a questo punto non saprei dirlo. Devo essere sincera, mi piace questo ritorno di fiamma con i cani, ma sarei ben più felice di vedere a spasso trovatelli finalmente liberati dalle gabbie di un canile. L’amore per gli animali dovrebbe essere dettato dal rispetto verso l’essere che ci amerà incondizionatamente, non da quanto siamo stati bravi a spendere i nostri soldi per comprarci l’amore di un cane.

10 thoughts on “Di cani e altre bestitudini

  1. popof1955 23 novembre 2014 / 19:03

    In effetti è vero, cani strambi (o di razza) ne sto vedendo tanti in giro, anche qui da me dove il randagino è stato sempre benvoluto. Comunque un cane è solo un cane, troppo fedele all’insano essere che è l’uomo, io non capisco perchè scodinzolino i due a cui ho dato, o meglio do, vitto alloggio e vaccinazioni, ormai non mi azzardo a portarli a spasso visto che troppi cani ringhiosi stanno attaccati al seguito di padroni espositori.

    • mizaar 24 novembre 2014 / 18:13

      oh povere anime! e portali in giro, crudele. magari quando non ci sono le altre bestie umane a spasso con i loro cuccioli🙂

  2. frz40 24 novembre 2014 / 08:25

    In effetti hai ragione. Viviamo la civiltà dei consumi e dell’apparire. Anche per il cane da esibire al mondo intero. Così come per l’auto di lusso, i SUV, gli abiti firmati, le borse Luis Vuitton, le sneaker Gucci, le tette e le labbra rifatte, le unghie colorate e chi più ne ha più ne metta. Quel che c’è da dire, però, è che il cane non è un oggetto. E qui il discorso diventa lungo e mi chiedo quanti si siano chiesti quali fossero le caratteristiche e le esigenze dell’animale prima di acquistarlo.

    • mizaar 24 novembre 2014 / 18:11

      qualche giorno fa ho incontrato un uomo di una certa età che portava a spasso un labrador. adoro i cani e in particolare proprio i labrador – hanno un’aria splendida e sono pazientissimi – insomma mi fermo per accarezzare il cane e l’omino inizia a raccontarmi che il cane è stato preso da un allevamento al nord e che, naturalmente, è costoso da mantenere perché mangia – e vorrei vedere il contrario – tutta una tiritera non proprio a favore del povero cane. mi è venuto in mente che avrei potuto iniziare a dibattere sulla consapevolezza dell’essere l’umano di un cane, di quanto ci vuole in termini di sacrifici ad allevarli – sono stata sorella di un cane per tredici anni – e via dicendo. poi mi sono detta che quel povero labrador era il frutto di questa moda dissennata. in cuor mio ho sperato che perlomeno lo si tratti con garbo. è tristissimo sentir parlare in questi termini di un essere incapace di far valere le proprie ragioni.

      • frz40 24 novembre 2014 / 19:47

        Io ho avuto sempre dei bastardini. Tre anni fa mia figlia ha voluto regalarmi la Kyra, che come sai è un labrador. E’ la mia compagnìa e io la sua. Per questi ultimi anni che avrò da vivere.

      • mizaar 24 novembre 2014 / 20:38

        kyra è meravigliosa e fai bene a farle compagnia!

  3. Cle 24 novembre 2014 / 16:53

    ho nelle bozze un post che cavalca quest’onda…
    in risposta a chi dice che il cane non bada a che sei ricco o povero… no, infatti, il cane no? e tu?

    • mizaar 24 novembre 2014 / 18:01

      ma proprio per niente, visti gli eventi. mi sembra la solita gara “ a chi ce l’ha più grosso” – il cane, si intende!😀

  4. Maggie May...be 24 novembre 2014 / 18:58

    Credo che non avrò mai un cane nè un altro animale domestico. Non perchè ne abbia paura (ho paura di tutti gli animali in effetti, ma se ci vivessi insieme forse potrei passarci sopra), ma perchè mi affeziono troppo. La scorsa settimana il gatto di mio marito (che non vive con noi, ma con i miei suoceri) ha avuto dei problemi di salute ed è stato operato per poter essere salvato… Io ho pianto tutto quello che potevo piangere e conosco quel gatto da soli tre anni e lo vedo solo quando vado a pranzo dai miei suoceri. Non riuscirei mai a sopportare la perdita di un pelosino. Per la cronaca, oltre a quello, i miei suoceri hanno altri due gatti, tutti trovatelli, nel senso che, abitando in campagna, se li sono proprio trovati in cortile e hanno deciso di adottarli. Effettivamente hanno anche un cane di razza (gran bovaro svizzero) ma non viene esibito come status symbol, serve come cane da guardia e svolge perfettamente il proprio dovere visto che la casa dei miei suoceri è una delle poche nella loro zona a non essere stata visitata da ladruncoli e malfattori.

    • mizaar 24 novembre 2014 / 20:36

      susy sono assolutamente d’accordo con te per quel che riguarda il rapporto affettivo con gli animali. adoro gli animali, adoro gatti e cani, sono appena tornata dall’essere andata a dar da mangiare ai gatti randagi che abbiamo adottato, ho avuto un cane per tredici anni e quando è morto – per una broncopolmonite – è stato un lutto gravissimo per tutti. invidio i tuoi suoceri che possono avere con loro gli animali che hanno perché hanno lo spazio giusto per averli, altrimenti sarebbe impossibile. come si fa a tenere in casa un cane della stazza di un san bernardo? ( delle persone nel quartiere ne hanno addirittura due, in casa! )

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...