Santo Konrad Lorenz aiutaci tu!

15_Customer_PictureA me piacciono gli animali, tanto, tantissimo. Cani, gatti, pappagalli, tartarughe, caprette di Heidi, mufloni dell’alto Adige, marmotte in stato d’allerta, conigli pasquali, pesciolini Nemo – quelli d’argento no, però, quelli mi fanno ribrezzo! A me piacciono gli animali, ecco appunto, gli animali. E come tali penso che debbano essere trattati, con il rispetto per la loro specificità di animali, senza maltrattarli e senza piegarli ad un antropomorfismo spinto, che alla fine debilita la loro parte animalesca e li fa diventare dissociati peggio di una qualsiasi schizzata da manicomio. Il fatto è questo: se ti incontro per strada e ti vedo condurre un passeggino – senza che io possa guardare al suo interno – cosa credi che pensi? Mi dico: Tizia sta portando a spasso il nipotino! E quando mi faccio in avanti per salutarti e nello stesso tempo per coccolare il tuo nipotino, cosa vedo? Vedo che quella carrozzella è priva di bambino e contiene quel tenero botolotto del tuo cane – carrozzino poi attrezzato alla bisogna, da cane e non da bambino, ultimo grido in fatto di carrozze per cani!!!!  Ma allora, siamo impazziti? E quando io, sarcastica, rivolta al botolo, gli dico: Stai comodo, eh? Tu cominci, con dovizia di particolari, a raccontarmi come e perché hai comprato la carrozza, mentre il botolo – che secondo me s’è fatto due conti e sa chi porta i pantaloni di pelliccia in famiglia – ecco il botolo abbaia al nostro indirizzo. E tu giuliva come l’oca che ho omesso di citare tra i miei animali preferiti – me ne accorgo solo adesso – cinguetti come un passerotto – anche quello omesso dall’elenco… ma perché, visto che i passerotti mi stanno simpaticissimi? – Lui fa così perché crede d’essere il capo branco, vuole rimettere un po’ d’ordine! e allora considero amaramente che oltre ad avere permesso al tuo botolo di diventare un bebè con troppi, tanti, peli! hai permesso sempre allo stesso di guardarti come se fossi una pecora alle sue dipendenze – anche questa omessa dall’elenco di cui sopra; ma adesso visto che è così che ci vede il tuo botolastro, non ce la metto più la pecora nell’elenco, ecco, per fargli dispetto! Faccio queste considerazioni indignata con me sola, perché altrimenti come potrei e con chi dovrei esternare  la mia vaga perplessità a proposito? Avrei dovuto dirti che al solo vederti fare e dire quello che stavi facendo e dicendo, stamattina, il santo dei santi dell’etologia, il buon Konrad Lorenz, si stava fastidiosamente rigirando nella tomba? Questo avrei dovuto dirti, ma ho preferito non aprire un contenzioso. Perché poi, alla fine, di che cosa avremmo parlato? Di un cane? Di un bambino? Di un bambino peloso? Di un cane bambino? Mondo cane!

Annunci

14 thoughts on “Santo Konrad Lorenz aiutaci tu!

  1. Silvia 5 febbraio 2014 / 21:21

    non ci sono parole…..ma non lo sa quella che i cani devono fare movimento altrimenti gli si paralizzano gli arti?????

    • mizaar 21 febbraio 2014 / 20:54

      e non lo sa, evidentemente!

  2. popof1955 5 febbraio 2014 / 22:14

    Ho due cani, comincio a detestare i cani per la loro stupida capacità di adattarsi all’uomo e detesto il genere umano per la stupida ottusità di volere adattare i cani al suo mondo. .

    • mizaar 21 febbraio 2014 / 20:53

      insomma paolo, ti stanno un po’ contrari tutti. che sia l’età matura? 😀 😀

  3. fab 6 febbraio 2014 / 07:38

    Santa pazienza. ..povero cucciolo!

    • mizaar 21 febbraio 2014 / 20:52

      poi tanto cucciolo non è. è piuttosto vecchiotto. è questa la ragione del mezzo di trasporto, neanche fosse un cane disabile!

  4. arielisolabella 6 febbraio 2014 / 08:28

    Avrei subito insegnato sul cane a fare a pezzi L orrido trasportino.! ……non ti dico quanto litigo con i padroni di cani dementi …tutti i santi giorni!

    • mizaar 21 febbraio 2014 / 20:51

      più che il trasportino, avrei insegnato al cane a fare a pezzi qualcosa della padrona, visto il vilipendio a cui è sottoposto quotidianamente!

  5. siignoraingiallo 6 febbraio 2014 / 11:36

    Questa è davvero una novità per me, mai incontarta prima. Non ci sono parole direi :-S

    • mizaar 21 febbraio 2014 / 20:49

      possiamo lecitamente sperare che questa nuova ministra dell’istruzione possa ripristinare qualche ora di storia dell’arte? ho molti dubbi a proposito…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...