Anche il silenzio di stato può uccidere, non solo la camorra!

camorra che uccide Ad Angelino Alfano

Lo Stato mi difenda: sono un testimone di giustizia abbandonato dalle Istituzioni

Lanciata da Gennaro Ciliberto Roma, Italy

Ho 41 anni, mi chiamo Gennaro Ciliberto e da tre anni sono in fuga per l’Italia. Perché?

Ho denunciato un giro di anomalie costruttive, infiltrazioni della camorra e tangenti in ambito appalti pubblici, nello specifico autostradali. 

Lotto da anni per ricevere quella protezione che mi spetterebbe per diritto, ma il silenzio delle Istituzioni è una cosa indescrivibile.

Ormai mi chiamano “il morto che cammina” per le minacce di morte che ho ricevuto da quando ho denunciato. Ma io voglio vivere e l’ultimo grido disperato di aiuto l’ho rivolto al Ministro dell’Interno e al Ministro della Giustizia. 

Sono da più di 20 giorni fuori dal Viminale, dormo in auto e nell’isolamento totale resisto e resisto, perché l’esempio non sia vano.

Denunciare è un dovere, ma essere difesi è un diritto ed è un dovere dello Stato difendere ogni cittadino onesto che denuncia.

Io non mollo: a dicembre avrà inizio il primo processo e chiedo a tutti i cittadini onesti di farmi da scorta civica per dare un segnale alla criminalità.

E chiedo di entrare nel programma di protezione come testimone di giustizia.

VORREI SAPERE PERCHE’ ALLA TELEVISIONE E I GIORNALI NON PARLANO MAI DI TUTTO QUESTO!

( Grazie a Silvia per aver condiviso )

Annunci

4 thoughts on “Anche il silenzio di stato può uccidere, non solo la camorra!

  1. Silvia 3 dicembre 2013 / 21:16

    Grazie a te, più se ne parla di queste cose e meglio è visto che i comuni canali di informazione non lo fanno.

    • mizaar 4 dicembre 2013 / 20:40

      a volte penso, mia cara, che siano solo parole scritte e che non abbiamo visibilità perché nessuno vuole vedere. ma noi continuiamo, nel nostro piccolo, a fare quel che facciamo. alla fine c’è comunque una traccia!

  2. charlie68g 4 dicembre 2013 / 09:14

    Non hanno nemmeno parlato dei capi di polizia che hanno rifiutato di testimoniare al processo Borsellino, evidentemente fa notizia solo Saviano

    • mizaar 4 dicembre 2013 / 20:37

      falcone e borsellino sono davvero dei martiri, vilipesi in vita, osteggiati sempre. figurati ora che sono morti! fa notizia, saviano, ma non smuove un bel nulla a quanto pare, se per arrivare ad una sentenza di messa a delinquere per i roghi in campania, ci sono voluti decenni! è una situazione, caro giulio, che difficilmente ti capiterà di vedere dalle tue parti, in considerazione del fatto, anche, che le schifezze di mezza italia, sono state smaltite proprio nel nostro meridione, puglia compresa. la cosa che mi fa più arrabbiare è l’indifferenza – o la finta indifferenza – che tutti abbiamo avuto per anni. solo adesso ci ricordiamo dei roghi, delle discariche abusive, dell’inquinamento ecc. ecc.? ci si sveglia quando la tivù si ” appropria ” dei fatti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...