Luna

donne-romIeri l’ho rivista al suo solito posto, dopo tanto. Verso maggio, preoccupata per la sua assenza prolungata, avevo chiesto di lei, ma nessuno aveva saputo dirmi che fine avesse fatto. Mi ha salutata, con il suo bel sorriso, come si fa incontrando una vecchia amica e ha iniziato a raccontare, nel rispondermi. Durante l’estate era tornata in Romania, con il marito e i due piccoli, bellissimi, figli. Mi ha detto di una miseria più nera di quello che qui l’è dato di vivere – più misera delle condizioni di vita di una rom, sembra impossibile da credere! Non è riuscita a rimanere perché nulla le ha dato la possibilità di farlo. Mi ha detto ancora che le avevano prescritto, qui in ospedale, la pillola anticoncezionale per quattro mesi; in Romania nessun medico ha voluto ridargliela ed è rimasta incinta di nuovo. L’ha detto con rammarico, triste per non avere nessuna prospettiva, per non avere un lavoro. Adesso avrà tre bimbi da tirare su, tre piccoli che dovranno contare sulla disponibilità delle persone che ogni giorno entrano ed escono, più o meno distratti, più o meno interessati, da quel supermercato sulla cui soglia Luna sta con i figli, pieno di ogni cosa che quei bimbi non potranno avere. Mi ha chiesto, con gentilezza, per piacere, come fa sempre, di comprare un pacco di pannetti per il più piccolo. L’ho fatto volentieri, come faccio d’abitudine. Luna chiede solo, qualche volta, cibo per i figli, latte e pane. Poi, se hai voglia, le puoi lasciare qualche moneta o vestiti usati o scarpe. Lei accetta ogni cosa, con un sorriso dolcissimo e luminoso.

Annunci

9 thoughts on “Luna

  1. cordialdo 28 settembre 2013 / 20:43

    Luna è l’altra faccia dell’umanità che interessa a pochi, a pochissimi come te che hanno una sensibilità che la stragrande maggioranza degli Italiani ha perso insieme alla propria dignità! Ciao. Un abbraccio. Osv

    • mizaar 4 ottobre 2013 / 21:17

      com’è vero quello che hai detto osvaldo. ricambio con affetto il tuo abbraccio, ciao.

    • mizaar 4 ottobre 2013 / 21:16

      ce ne sono davvero tante, tante realtà tristissime.

  2. unpodimondo 30 settembre 2013 / 13:32

    Tante sono le Luna che incontriamo e troppa è la nostra indifferenza che spesso ci impedisce di “vederle”…

    • mizaar 4 ottobre 2013 / 21:16

      dove abbiamo messo gli occhi, marco? ma soprattutto dov’è il cuore?

  3. melodiestonate 11 ottobre 2013 / 07:43

    condivido il commento di unpotimido..alle volte siamo proprio ciechi…..come stai?

    • mizaar 11 ottobre 2013 / 20:15

      bene cara, grazie. stasera un po’ affaticata e con un mal di testa niente male. fa ancora tanto caldo. ma ti sembra normale che oggi ci fossero 30 gradi? 😦

      • melodiestonate 12 ottobre 2013 / 07:15

        qui piove ogni giorno ormai……buon sabato cara

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...