Stunz stunz

saldiIl vago sentore di quello che sarebbe capitato di lì a poco l’ho avuto sin da principio. Se avete in mente di infilarvi in un negozio che più che un negozio pare l’antro di Maga Magò, be’ allora si… balla! E difatti appena entrati – col figlio in cerca di scarpe, ma non di scarpe cristiane, ma QUELLE scarpe che solo loro ( i figli ) possono cercare, fatte in modo particolare con la suola piripicchia che si snoda a mo’ di serpente e la si collega ad internet tramite microchip per fare rifornimento di tutti i dati, in tempo reale, anche delle cacchine di cane che hai pestato e la tomaia, anche quella tecnologica, che mantiene il piede nello stato di grazia del nirvana come se lo stesso si fosse sparato una canna, ma che dico, un cannone! ecco, cercavamo giustappunto QUELLE! E appena entrati siamo stati investiti da un’onda anomala di stunz stuz sparato a decibel difficilmente quantificabili, ma solo percepibili come un battito aggiuntivo – in pratica stunzavamo come un sol suono! S’è avvicinato un micronano vestito come sono vestiti i commessi stunz stunz, con maglietta e short e scarpine d’ordinanza, compreso il ciuffo che si reggeva grazie anche all’onda dello stunz. A gesti il figlio s’è fatto intendere e mentre loro gestivano il parlato degli stunz io osservavo carognamente il tutto: il microcommesso e l’altra, che sistemava le carabattole più in là, ondeggiavano al suono dello stunz senza soluzione di continuità! E parlavano e stunzavano ondeggiando i lombi come le belle baiadere. Ho cercato di immaginarli in un contesto privo di stunz, lo avrebbero fatto anche altrove, anche privi di decibel. Quando si è in grado di stunzare in quel modo è difficile smettere!  😀  ( lo so, vi starete chiedendo per quale ragione ero col figlio – maggiorenne – a comprare scarpe… semplicemente perché io… pago!  😦  )

Annunci

14 thoughts on “Stunz stunz

    • mizaar 31 luglio 2013 / 21:00

      e già, è proprio così!! 😦

  1. charlie68g 31 luglio 2013 / 22:46

    veramente volevo chiederti il titolo della canzone 🙂

  2. Sergio Baldin 1 agosto 2013 / 07:43

    Sei forte nelle descrizioni, carissima Virginia, non è la prima volta che mi capita di apprezzarlo, anche se forse non ti ho mai fatto questo apprezzamento!
    Dei miei figli, in merito a scarpe, ricordo sempre la particolarità delle taglie, sempre oltre quelle normali, per cui era necessario andare in negozi specifici, però di quelli che hai descritto tu, mai ne avevo sentito parlare prima di adesso!
    Per pagare certamente, ma un po’ anche per il gusto di far shopping per interposta persona, solitamente le donne non si perdono queste opportunità, almeno da quanto risulta a me!
    Ciao bella, ma poi quelle stunz, sono scarpe da portare ai piedi?

    • mizaar 5 agosto 2013 / 20:01

      grazie sergio, sei un amico affettuoso! no, lo stunz è quel particolare sottofondo musicale a base di una ritmitica ossessiva e spinta che fa proprio ” stunz stunz ” fino al parossismo. è tipica di ogni negozio di abbigliamento per ragazzi di tendenza. mio figlio non ” tendenza “, per fortuna, e lì ci siamo entrati solo per chiedere in effetti di quel particolare paio di scarpe che lui desiderava avere. anche i miei figli non scherzano con i numeri esagerati delle scarpe! 😀

  3. unpodimondo 1 agosto 2013 / 09:27

    Anch’io e mia moglie accompagniamo spesso mia figlia a fare shopping (logicamente anche noi in qualità di pagatori). Dovendo aspettare delle buone mezz’ore la figlia che prova scarpe e vestiti, passiamo il tempo facendo le uniche cose che si possono fare in questi luoghi:
    – leggere le etichette dei vestiti.
    – osservare il comportamento dei commessi e degli altri clienti
    – ascoltare lo stunz stunz.
    Comunque lo stunz stunz ha una sua valenza culturale. Si imparano e conoscono i nuovi idoli musicali dei ragazzi e a volte si scopre qualche artista interessante. Più volte mi è capitato di chiedere alla figlia che era nel camerino: -Chi è che canta questa canzone?- e altre volte mi è capitato di dire: -Bella questa canzone, dovresti cantarla col tuo gruppo, secondo me si addice alla tua voce e al vostro genere-
    Un pomeriggio di stunz-stunz-shopping vale come una settimana passata a guardare MTV…

    • mizaar 5 agosto 2013 / 19:57

      non sempre, caro marco, risulta essere uno stunz che vale la pena di ascoltare, specie quando si tratta di house oppure di roba disco. non mi sottraggo mai alle novità musicali, ma quando è stunz è stunz! 😦

  4. Acidella 9 agosto 2013 / 09:03

    I ciuffi vivono anche senza lo stunz stunz. Ne ho visto uno immobile alla festa patronale che si teneva in equilibrio sul Tagadà. E mentre tutti applaudivano il proprietario del ciuffo io ne ammiravo la perferzione… Quanta lacca avrà usato? Comunque il tuo figliolo bello… un paio di Converse normali, no? 😀

    • mizaar 9 agosto 2013 / 18:16

      le converse attengono al più piccolo. il grande è tecnologico anche per le scarpe! 😦

  5. paperi si nasce 19 agosto 2013 / 19:27

    In effetti non c’è negozio dei centri commerciali (e anche fuori) che non abbia il suo stunz stunz a volume da soglia del dolore. E io mi sono sempre chiesto quale sia la sua funzione (perché una funzione, studiata, deve esserci… Niente è per caso). Nel mio caso mi spinge a scappare a gambe levate nel più breve tempo possibile.
    E’ pensabile che sul compratore medio si raggiunga lo scopo di mandare in confusione per spingere all’acquisto incauto?

    • mizaar 20 agosto 2013 / 20:02

      a quest’ultima analisi non c’ero arrivata. adesso che mi ci fai riflettere ha davvero senso, in quei termini, lo stunz stunz! 😦

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...