Io parlo da sola

drasolt.com-Mario-Jodra-pintura-digital-bla-bla-bla-1500pxDavanti all’armadio frigo delle creme da tavola addizionate allo yogurt, ho iniziato a prendere in considerazione se portare a termine l’acquisto con la scelta di uno stracchino X piuttosto che uno squacquerone Y. Nel fare ciò m’è venuto spontaneo parlottare a bassa voce con me stessa, come faccio spesso per confutare una tesi a favore di un’altra. C’era quella che ballava da sola, io da sola, parlo. Il problema in sé non è un problema. A me non disturba affatto sentire me stessa parlare 😀 – in fondo, parafrasando Woody Allen, è fare conversazione con una persona che ami davvero! 😀 Il fatto è che la signora che avevo alle spalle tentava di capire se ce l’avessi con lei. Rassicurata sul fatto che io parlo da sola – se e mai di rassicurazione si fosse trattata poiché chi parla da sola è notoriamente e universalmente salutata come pazza! – la signora s’è allontanata velocissima per timore di un contagio verbale – evidentemente! 😀 Però parlare da sola è un pratico allenamento di rassodamento mentale – e io ci tengo al mio cervellino bacato! – sicché mi applico nel parlare quando e dove voglio. E comunque c’è chi mi batte perché tornando a casa ho notato, davanti al bar, il solito lettore anzianotto della Gazzetta dello Sport che con il giornale a due centimetri dal naso commentava il commento appena letto. Tutti i giorni, alla stessa ora lui è lì che commenta. Se il mio parlare è ancora ad un livello larvale e limitato a eventi particolari – fare la spesa, rassettare in casa, lavare i panni, eventi del tutto innaturali e snaturati! 😀 😀 – lui applica a livelli elevati la pratica verbale. Un modello da imitare? Su questo sarà necessario riflettere al supermercato, la prossima volta, a voce alta! 😀

Annunci

32 thoughts on “Io parlo da sola

  1. in fondo al cuore 18 giugno 2013 / 20:51

    hahahaha certo, le cose è meglio farle bene!!!! 😉

    • mizaar 18 giugno 2013 / 20:52

      e poi è così interessante parlare con una persona ” intelligente ” come me! 😀 😀

      • in fondo al cuore 18 giugno 2013 / 20:54

        giusto! 🙂

  2. popof1955 18 giugno 2013 / 20:54

    Ma Virginia usa la tecnologoa per tornare normale 😉 Come? Metti all’orecchio un auricolare con pinzetta microfono, così chi ti sta vicino pensa che parli al telefono 🙂 Senza considerare le gag divertenti a cui puoi dar vita gustandoti l reazione degli altri, specie quando tiri via l’auricolare e dici “che sbadata, ho dimenticato il telefono a casa” 🙂

    • mizaar 18 giugno 2013 / 20:56

      tu vai già oltre, caro paolino! 😀 sono un’anima candida e parlante, manco a dirlo!!

      • popof1955 18 giugno 2013 / 21:01

        Aspetta che accendo la luce, vedo che scrivo cannando le parole.
        Fatto.
        Lo sai che una volta su un bus c’era uno che litigava con se stesso a voce alta e quando ho detto ai vicini di trasporto “guardate che sta parlando al telefono”, non era vero, ma quello è sceso dall’autobus da normodotatosociale.

      • mizaar 18 giugno 2013 / 21:04

        e da bravo scout hai fatto la tua buona azione quotidiana! 😀 lo sia che non mi dispiace per niente che mi prendono per matta? è la dimostrazione della propria originalità! 😀

      • popof1955 18 giugno 2013 / 21:09

        Son d’accordo con te, ma la gente/massa ha bisogno d’illudersi. Quando confonde la realtà sulla base dei propri stereotipi occorre continuare ad illuderla per metterne in evidenza la stupidità.

      • mizaar 18 giugno 2013 / 21:16

        sterile esercizio perchè la stupidità è comunemente considerata solo appannaggio esclusivo degli altri, qualcosa che non ci appartiene. sicchè il considerare stupido chi stupido è, è un virtuosismo solitario, la considerazione di chi parla da sola! 😀

      • popof1955 18 giugno 2013 / 21:23

        Concordo, ma stasera son stufo di parlare da solo, anche su skype sono paolo popof1955 (dopo cancella il commento) 🙂

      • mizaar 18 giugno 2013 / 21:24

        crudele skype! vado a parlare con mio figlio, va’ – domani ha la prova di ita per la maturità! 😀

      • popof1955 18 giugno 2013 / 21:44

        coraggio, vivi la tua notte prima degli esami 😉 Io domani ho un esame solare, spero che torni la pioggia 🙂

      • mizaar 19 giugno 2013 / 09:06

        esame solare?!? nel senso che il sole è al tuo cospetto e tu lo interroghi? – e poi la matta sono io!! 😛 ( abbiamo dormito, il figlio è tranquillo… meno male! )

      • popof1955 19 giugno 2013 / 18:59

        Esame solare superato: l’aria condizionata che è ancora attiva ha funzionato, per tutti gli altri ventilatori, e meno male che è solo il quarto giorno di caldo, i condizionatori fondono e i riparatori si trovano col contagocce (di sudore :))

  3. liù 18 giugno 2013 / 21:13

    Mentre sono sola in casa parlare da sola è diventata una normale prassi .
    Al supermercato ci vado con mio marito per cui non so se sono capace davanti al banco frigo di discutere con me stessa 😀

    • mizaar 18 giugno 2013 / 21:17

      e se tuo marito si allontana? non ti viene la tentazione, almeno un pochino? 😀

      • liù 18 giugno 2013 / 21:35

        Adesso che mi ci fai pensare si,ma il mio paese è talmente piccolo che essere la pazza del momento non mi attrae molto! 😉

  4. Diemme 19 giugno 2013 / 06:43

    Io invece l’auricolare ce l’ho davvero, ma non si vede, e sono tutti convinti che parli da sola (anche perché io sto SEMPRE al telefono, e quindi mi vedono SEMPRE parlare da sola e gesticolare alla grande).

    Il fatto è che la gente s’inserisce nella conversazione, risponde a quello che dico e, nonostante io faccia cenno che sto al telefono e tenti di allontanarmi, mi segue come un cagnolino e continua.

    Ma io dico, se capisci che sto parlando al telefono, stattene lontanao che disturbi, se invece pensi che io sia folle, ma sta’ lontano due volte, non ti pare?

    E invece no…

    • mizaar 19 giugno 2013 / 09:05

      ah, il fascino discreto – ma mica tanto, visto il tuo gesticolare! 😀 – della pazzia!!! 😀 la pazzia non sta dentro, ma sicuramente fuori! buongiorno cara! 😀

      • Diemme 19 giugno 2013 / 09:07

        Hai detto bene, il fascino discreto della pazzia: i fuori di testa sono, ahimé, grandi trascinatori di folle (ma, questo, è un altro discorso)

        Un abbraccio.

      • mizaar 19 giugno 2013 / 09:14

        già! ricambio il tuo abbraccio 😀

  5. Sergio Baldin 19 giugno 2013 / 11:16

    Capisco possa succedere quello che mi pare sia una tua abitudine, ma pure comprendo l’altra donna che non aveva capito che ciò che dicevi non la riguardava per nulla.
    Mi fa venir in mente una barzelletta, di uno che telefonava alla moglie dai servizi di un autogrill, e dall’altra parte del divisorio c’era uno che rispondeva a tutte le domande che lui faceva alla moglie. Le considerazioni finali sarebbero da riportare integralmente, ma credo che si possano immaginare e comunque il senso sia evidente.
    Io sono uno di poche parole e quelle che uso non mi è mai capitato di rivolgermele, però il mondo è bello anche perchè è vario!
    Un abbraccio cara Virginia, mi fa piacere tu ti voglia bene, non è da tutti!

    • Diemme 19 giugno 2013 / 11:40

      Tu ci scherzi, ma guarda che la gente risponde sul serio a quello che tu stai dicendo all’interlocutore dall’altro capo del filo (filo si fa per dire, qui è tutto wireless… 😉 ), e mi è capitato di chiedere a un amico “Com’è andata la visita? Che ti ha detto il medico?” e sentire la vecchietta seduta accanto a me rispondermi “M’ha detto che ci ho un po’ d’artrosi al ginocchio” 😆

      • mizaar 2 luglio 2013 / 17:17

        bellissima! sembra quasi una barzelletta… se non ci fossero le vecchine rintronate bisognerebbe inventarle! 😀

  6. unpodimondo 19 giugno 2013 / 12:28

    Se oltre a parlare da soli vale anche parlare con gli oggetti (dal computer, all’auto, al forno etc…) allora aggiungetemi al club…
    Sarà un caso ma anch’io l’altro giorno ho fatto un post su chi parla da solo e chi parla con l’auricolare…

    • mizaar 2 luglio 2013 / 17:22

      non parliamo degli oggetti casalinghi, caro marco, ormai non abbiamo più segreti l’una per l’altro! vedrò, ora che posso, di recuperare la lettura dei tuoi post post! 😀

  7. paperi si nasce 30 giugno 2013 / 22:11

    Io a volte parlo con la tv, specie quando ci sono i talk show, e specie con gli ospiti del centrodestra… Beh, in effetti non è che semplicemente “parlo”…

    • mizaar 2 luglio 2013 / 17:24

      quello, come hai detto tu, non è parlare… ha più l’aspetto dello smoccolare litanie! 😀

      • unpodimondo 3 luglio 2013 / 09:28

        Io ormai i talk show non li guardo più… mi sono così sentito preso in giro dalle ultime vicende politiche che l’unico talk show che guardo è Ballarò e soltanto per quei 10 minuti di Crozza… dopo Crozza il dito va sul telecomando e cambio canale… Meglio le vecchie repliche estive di Mr. Bean che Gasparri…

      • mizaar 8 luglio 2013 / 21:01

        assolutamente d’accordo. i talk ho smesso di vederli da mò. la broda è sempre quella e sempre più stantìa!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...