Cartoline da Roma

la-grande-bellezza-cannesE’ possibile che l’idea tutta partenopea di Paolo Sorrentino del Vedi Napoli e poi muori sia tutta nella prima sequenza, durante la quale il giapponese fotocamera munito,  invece che soccombere al cospetto della fulgida visione di Althenopis vista da Posillipo, cade al suolo basito al cospetto del panorama della città eterna visto dal Gianicolo. E’ la sindrome di Stendhal che incombe ne  La grande bellezza, cartoline che si susseguono di una Roma gigantesca eppure raccolta, una città curiosamente senza persone – dove le persone sono tutte raccolte, invece, nei salotti –  contraltare del pensiero di un maturo Jep Gambardella – uno strepitoso Toni Servillo –  giornalista tuttologo, erede dei Dudù salottieri di Napoli, colto da riflessione filosofica sul mondo che, pur disprezzando, frequenta da sempre. I personaggi che si susseguono nel film hanno imparato l’arte dell’evoluzione, trasmutando la loro essenza di esseri fortemente caratterizzati da un tic, da una faccia, da una inveterata abitudine, in persone funzionali all’impresa, quella di far emergere un Jep collante di umanità varia e davvero differente. A vederlo Jep si vorrebbe odiarlo, per la sua faccia disincantata, il suo incedere nella notte pieno dei pensieri che non comprendono nessuno se non il ricordo di una sola donna amata. Si finisce per apprezzare invece, l’ironia che lo accomuna al Marcello Mastroianni de La dolce vita, per l’abilità a castigare gli eccessi che solo a lui concede a piene mani. E’ così che nell’incedere lento del film si notano sempre più le somiglianze al mondo di Fellini e quelle maschere recitanti e becere, diventano la versione  rivista e non corretta delle figure felliniane ormai entrate nel mito cinematografico. E’ un film calligrafico, sontuoso, volgare, da vedere. Magari anche da rivedere. L’amico Roberto ha trovato una curiosa somiglianza tra Dadina, il caporedattore di Jep Gambardella, e il personaggio di Edna E Mode, stilista di successo nel cartone animato ” Gli Incredibili “. Incredibile, no? 😀

Advertisements

7 thoughts on “Cartoline da Roma

  1. Sergio Baldin 30 maggio 2013 / 08:08

    Ehi, mia cara Virginia, ma che argomentazione complessa, io non credo di averci capito più di tanto, anche se devo confessare fin da subito che di critica cinematografica, ma anche di film d’autore, poco ci capisco.
    Ma forse può essere anche causa di una mia rinco mattutina, così che mi trovo disarmato e senza argomenti coi quali proporre qualche osservazione sensata.
    Allora forse è meglio che mi salvi in corner salutandoti con un abbraccio grande!
    Ciao e buona giornata mia cara amica!

    • mizaar 3 giugno 2013 / 19:48

      dovresti magari vederlo, così da poter commentare adeguatamente. in effetti l’ho scritto in stile un po’ involuto, questo post!

  2. Signor Ponza 1 giugno 2013 / 16:08

    Ho pensato la stessa identica cosa di Dadina! 😀 Per il resto l’ho trovato un film davvero bello, una pellicola tutta da gustare in ogni frame con gli occhi e con l’anima

    • mizaar 3 giugno 2013 / 19:40

      è vero, è un film che ha molto a che fare con l’anima e le sue acrobazie!

  3. paperi si nasce 16 giugno 2013 / 22:29

    Salto la lettura. Non sono ancora riuscito a vedere questo film, eppure ci tengo molto. Appena potrò, tornerò a leggere e commenterò. (comunque finora ho sentito critiche equamente suddivise fra positive e negative…)

    • mizaar 17 giugno 2013 / 21:37

      e va be’ aspetto! 😀 ma vai a vederlo, però…

  4. johnnystecchino 17 dicembre 2013 / 00:36

    Esseri così evoluti da incarnare una regrediti. Jep coglie tutto questo. Jep è un cinico. Montanelli diceva che il cinismo buono è la rovescia dell’oro: è buono quello falso. Jep è un falso cinico. Un personaggio super di un film grandioso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...