Primo maggio/ festa dei lavoratori

primo maggioBuon primo maggio a tutti, con i negozi aperti, pieni di persone che lavorando durante la settimana, approfittano dell’apertura ” speciale ” per comprare? magari, spesso per perdere tempo, solo quello, poiché s’è perso il senso del tempo buono per sé e l’unico tempo e svago che conosciamo è quello di ca@@eggiare nei negozi aperti al dì di festa. Buon primo maggio a quei lavoratori che sono costretti dalle circostanze a stare nei negozi in apertura ” speciale ” e che non protestano per questo, perché è noto a tutti, il lavoro di questi tempi è preferibile tenerselo stretto e tanti sofismi e cavilli sulle aperture ” speciali ” finirebbero per fartelo perdere, il lavoro. Buon primo maggio a tutti davvero, con lavoro e senza, con speranze e senza. Più speranze e lavoro per tutti, buon primo maggio.

Annunci

12 thoughts on “Primo maggio/ festa dei lavoratori

  1. in fondo al cuore 1 maggio 2013 / 11:16

    Buona giornata!

  2. paperi si nasce 1 maggio 2013 / 13:14

    L’apertura “speciale” dei negozi la considero una cazzata di domenica, e una barbarie in giorni come il primo maggio.
    Secondo me avrebbe senso tenerli aperti fino alle 11 di sera nei giorni feriali, ma poi lasciare che il giorno di riposo sia veramente tale.
    E questo avrebbe anche il non trascurabile vantaggio di riportare la gente a passeggiare per strada o andare in campagna o al cinema per passare il tempo, anziché girare inebetita fra vetrine piene di cose che non possono comprare.

    Fra parentesi, ricordo che quella dell’apertura libera dei negozi è stata una delle “grandi” riforme all’inizio del governo Monti, e che doveva essere un passo per la modernizzazione del Paese, e che avrebbe portato anche un significativo vantaggio in termini di PIL… Che bello, se si potesse chiedere conto ai governanti di ogni singola affermazione.

    Buon Primo Maggio

    • mizaar 7 maggio 2013 / 20:20

      dovrebbe essere sancito dalla costituzione il diritto dei cittadini di pretendere spiegazioni dai politici, per tutte le amene porcherie che vengono compiute in nome della democrazia, compresa l’apertura domenicale dei centri commerciali. d’accordissimo con te su tutta la linea!

  3. Lilla ... 1 maggio 2013 / 17:04

    buon primo maggio a te!!
    ps: qui, al paesello, i negozi sono tutti chiusi … 🙂

    • mizaar 7 maggio 2013 / 20:16

      al paesello hanno sane abitudini, cara lilla! 😀

  4. Signor Ponza 1 maggio 2013 / 22:00

    Oggi sono andato al cinema. Inutile dire che era pieno di giovani “costretti” a lavorare, così come tutti i locali e i ristoranti circostanti.

    • mizaar 7 maggio 2013 / 20:16

      quello del cinema è una missione!!! non puoi togliermi il cinema la domenica, ti prego no! 😀

  5. Sergio Baldin 2 maggio 2013 / 08:09

    Credo che i negozi aperti dipendano da tanti di noi che li vogliono così, anche se poi è solo per curiosare e dare un senso differente al passeggiare in centro!
    E’ evidente che poi un commerciante non si lascia sfuggire l’opportunità di qualche vendita in più, minimo la possibilità di “mostrare” la propria merce nei giorni di maggior movimento, come appunto sono le feste e chi si deve sacrificare sono coloro che devono mettersi a disposizione!
    Mi unisco a tutti gli auguri che hai fatto tu, ci stanno assolutamente!
    Ciao Virginia, buona ripresa del lavoro, un bacione!

    • mizaar 7 maggio 2013 / 20:13

      non credo che faccia granchè differenza un negozio aperto da uno chiuso di domenica, oppure alle feste comandate, per chi esce di casa per passeggiare, ritengo. sulla base di una presunta possibilità di dare una ventata di esterofilia anche all’Italia – poichè all’estero i negozi pare siano sempre aperti – ci siamo impantanati in una questione che suscita un enorme scontento in tutti i negozianti che, non dimentichiamolo, sono umani anche loro, forniti di bisogni soprattutto di riposo, come chiunque altro. sicchè meglio passeggiare nelle nostre belle piazze di domenica, piuttosto che nei centri commerciali

  6. unpodimondo 2 maggio 2013 / 17:07

    Io credo che le aperture festive dei negozi siano davvero una cavolata pazzesca, per i seguenti motivi:

    – i soldi degli stipendi sono sempre gli stessi, per cui se li spendi la domenica, poi non li spendi il Lunedì o gli altri giorni… la coperta è sempre la stessa anche se la tiri da una parte o dall’altra.

    – i negozianti spesso la domenica aprono rimettendoci. Infatti hanno dei bei costi fissi che non avrebbero a negozio chiuso (energia elettrica, telefono, maggiorazione dello stipendio dei dipendenti per turno festivo, etc…) e che spesso non sono ripagati dalle vendite. Un mio amico, funzionario della Coop mi racconta che per loro, tranne che nel periodo natalizio, le aperture domenicali sono a rimessa ma che sono costretti a tenere aperto perchè la concorrenza (Esselunga, Carrefour, etc..) rimane aperta e allora per non perdere clienti devono restare aperti anche loro…

    L’abitudine triste di girellare nei giorni festivi con i negozi aperti è quella di chi non ha alternative per passare un pomeriggio diverso… Ad esempio il 30/4 abbiamo avuto a Firenze la Notte bianca con i negozi aperti. C’erano talmente tanti spettacoli ed eventi gratuiti per tutti, che le strade erano piene e i negozi (tranne bar e ristoranti) tutti desolantemente vuoti con i commessi sull’uscio della bottega a guardare chi passava….

    • mizaar 7 maggio 2013 / 20:08

      caro marco, grazie a nome di tutti i commercianti, mio marito compreso! 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...