Di lenticchie e colleghe creative

Chiedevo ad una collega, ieri, mentre finalmente guadagnavo l’uscita alla fine della quarta ora, cosa avesse preparato per pranzo – domanda di rito a quella che acchiappi al volo, così hai pronta una ispirata lista per il tuo, di pranzo. Lei mi stava sciorinando un menù degno di un nosocomio – chiedete ad una qualsiasi insegnante cosa ha preparato per pranzo… generalmente vi risponderà: pasta al pomodoro e bistecca! 😦 – quando s’è avvicinata la Cicciona che mi ha guardata schifata e mi ha chiesto: Tu non cucini la mattina? Cucinare la mattina?!? Fossi pazza! 😀 Le ho risposto che la mia cucina creativa prevede l’abuso della pentola a pressione – e questo succede da tempi immemori. Poichè la Cicciona non fa parte del parterre delle persone normali, bensì di quelle che per autoproclama sono comparabili al titolare di Masterchef, mi ha guardata veppiù disgustata e ha ribadito il dogma del cucinare mattutino! Sicchè stamattina, obtorto collo – proprio con il collo storto, credetemi sulla parola! 😦 – m’è toccato cucinare le lenticchie – che mal si associano alla pentola a pressione per una serie di intoppi tecnici che non vi sto qui a spiegare – alle 6 e un quarto! 😦  L’aroma del caffè appena fatto è andato in rotta di collisione con l’odore ferroso delle succitate lenticchie. L’amara considerazione è stata una e solo una: che si deve fare per mangiare! 😀

La Cicciona è in grado di cucinare anche un ragno! :-D
La Cicciona è in grado di cucinare anche un ragno! 😀
Annunci

17 thoughts on “Di lenticchie e colleghe creative

  1. Acidella 23 gennaio 2013 / 19:58

    Ogni tanto mia madre cucina la mattina, sto col mal di stomaco per tutta la giornata!!

    • mizaar 23 gennaio 2013 / 20:29

      siamo donne sensibili, che ci vuoi fa’! 😀

  2. in fondo al cuore 23 gennaio 2013 / 20:40

    no no la mattina mai, caso mai la sera prima! 🙂

    • mizaar 23 gennaio 2013 / 21:16

      con tutta la stanchezza… noooo, meglio la pentola a pressione! 😀

  3. siignoraingiallo 23 gennaio 2013 / 20:50

    Ho messo in pratica da poco questa barbara usanza. Devo dire che, se togliamo gli inconvenienti olfattivi e quelli temporali (devo trovare il tempo di fare colazione e cucinare con le stesse mani…e nello stesso tempo), il vantaggio è quello che posso attardarmi nelle passeggiate mattutine senza l’assillo di tornare a casa per tempo…a cucinare. Visto che stare ai fornelli mi toglie l’appetito, almeno quando torno affamata come una lupa, mi siedo e la trovo..pronta. Magra consolazione… 🙂

    • mizaar 23 gennaio 2013 / 21:19

      la mattina, per quello che posso, mi godo la mezz’ora in solitaria leggendo, o guardando gli ” orrori ” televisivi, ma odio cucinare e dover far tutto di fretta,come succede poi dopo le 7. quando vedo che l’orologio segna le 7 e 10 comincio a correre, sob! 😦

    • mizaar 24 gennaio 2013 / 19:06

      buone, eh? dai, la prossima volta ti invito a pranzo! 😀

      • Rocco R. 24 gennaio 2013 / 19:57

        Denghiu.

      • mizaar 24 gennaio 2013 / 20:16

        che si deve fare per un povero trovatello di trenitalia! 😀

  4. kalissa2010 23 gennaio 2013 / 22:39

    Io ci cucino pure le lenticchie! Pressione forever! Abbasso la master chef in carne!

    • mizaar 24 gennaio 2013 / 19:03

      non ti si tappa la valvola con le bucce delle lenticchie? ho sempre timore di fare schifezze, con questi legumi, a differenza dei ceci o dei fagioli che invece vengono cotti benissimo! per il resto sempre in ” pressione”! 😀 la cicciona è una persona un ” po’” isterica, in senso lato! 🙂

  5. Sergio Baldin 24 gennaio 2013 / 08:28

    Magari metter su presto qualcosa alla domenica, in vista del pranzo di mezzogiorno ci può stare, ma non preparare su un fornello la colazione e sull’altro metter su il brasato.
    O il ragno, come la tua colega cicciona, che magari pure l’assaggerà, per verificare lo stato di cottura e se il sale basta.
    Comunque credo che il tuo non sia solo un problema delle insegnanti, ma di tutte le donne e non solo, che lavorano e non hanno nessuno che faccia trovar loro qualcosa di pronto in tavola, ma anche che riescono a tornare a casa per prime.
    Ciao carissima Virginia, buona giornata e pensa a cosa preparare oggi!

    • mizaar 24 gennaio 2013 / 19:00

      oggi una cosuccia veloce, da insegnante! 😀 è consolante, sergio, sapere che il problema ” pranzo ” è cosa comune. ah, ad averceli, quei bei mariti cuochi!! buona serata a te, caro…

  6. duhangst 25 gennaio 2013 / 09:08

    I ragni li fanno fritti in Cambogia, sembrano che il loro gusto sia di Pringles… Ha detta di chi li ha assaggiati, io non ne ho avuto il coraggio! 🙂

  7. silykot 26 gennaio 2013 / 15:24

    Al mattino non ce la potrei fare, nemmeno con tutta la buona volontà! Al massimo riesco a trascinarmi fino al frigo e a scaldare il latte nel microonde…

  8. popof1955 26 gennaio 2013 / 20:48

    Da quando in qua le lenticchie si debbono cucinare con largo anticipo o a pressione? Qui qualcosa non quadra, sono l’unico legume che non richiede ammollo e in 40′ è subito pronto. Son troppi 40′? Con la pentola a pressione tiri fuori una crema di lenticchie, il che è peggio 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...