Chi ha paura di Mariangela Woolf?

mariangela melatoLa scomparsa di alcune persone molto note ti colpiscono, a volte, molto più della fine di altre, altrettanto famose. Sarà per l’incidenza che ognuna di queste ha avuto nella tua vita privata, nel tuo immaginario, incidenza che ti porta ad accettare come ” affettuosa ” la presenza di quella persona, come se tu l’avessi realmente conosciuta. Potenza del cinema o della televisione che crea l’empatia a senso unico, la persona molto nota al centro di un sistema di relazioni che non trova sbocco se non nel piacere di assistere ad un bel film ad una magistrale rappresentazione teatrale, dove la persona molto nota vive una storia nella quale magari non ti riconosci – o forse sì – ma tu la vivi, quella storia, perché il modo di essere raccontata, con la voce roca, gli sguardi obliqui, la sapienza dell’arte di recitare con naturalezza, ti ammalia. Così quando stamani ho letto della morte di Mariangela Melato mi sono resa conto che questo evento costituirà una mancanza. Il suo sorriso radioso e gli occhi da gatta vivranno per sempre solo nel ricordo dei ruoli recitati di donne forti, passionali, impavide e curiose. Era quasi d’obbligo che ne scrivessi: a teatro è stata una splendida e ubriaca Martha in Chi ha paura di Virginia Woolf? insieme a George/Gabriele Lavia. Però preferisco ricordarla come una dea, in un pomeriggio di moltissimi anni fa, accompagnata da una amica per le strade di Bari. Alta e bellissima, i capelli biondi corti, avvolta in un cappotto bianco. Ci scambiammo uno sguardo fugace, da donna a donna, ma non osai fermarla. Troppo bella. 

Advertisements

13 thoughts on “Chi ha paura di Mariangela Woolf?

  1. cordialdo 11 gennaio 2013 / 20:22

    Bellissima e grande donna; bravissima e grandissima attrice! Un mito del nostro cinema e del nostro teatro.!

    • mizaar 11 gennaio 2013 / 21:07

      sì, osvaldo, d’accordissimo!

  2. Lilla ... 11 gennaio 2013 / 21:03

    aldilà della sua incommensurabile bravura che l’ha resa famosa e me la farà mancare, mi mancherà l’immagine di una donna intelligente, bella, forte, vitale, retta, caparbia, onesta, e … discreta … nella Vita, come nella morte …

    • mizaar 11 gennaio 2013 / 21:09

      è vero. di lei, della sua vita privata, si sapeva ben poco. una bella persona, sotto tutti i punti di vista.

  3. Baol 12 gennaio 2013 / 16:38

    L’11 gennaio continua ad essere una brutta data

    • mizaar 12 gennaio 2013 / 17:54

      il caso crea diverse combinazioni, a volte. chissà se anche la crisi di nervi del figlio de andrè sia frutto del caso o dell’undici nefasto… ciao domenico! 😀

  4. paperi si nasce 20 gennaio 2013 / 22:37

    Attrice e donna eccezionale. Mi ha commosso il dolore di Renzo Arbore alla commemorazione.
    (Mi permetti una risata? Ma tu proprio tutti li hai incontrati…)

    • mizaar 21 gennaio 2013 / 18:55

      ma questa l’ho incontrata solo per strada! 😛 e poi tu che stai a milano e vai sempre a roma, sei distratto o cosa? chissà quanti te ne sono passati sotto il naso e manco te ne sei accorto!

      • paperi si nasce 21 gennaio 2013 / 23:26

        E’ che sono poco fisionomista… Faccio fatica pure a riconoscere mia flglia… 😀

      • mizaar 22 gennaio 2013 / 18:11

        mado’, sei un uomo impossibile! 😛 😛

      • paperi si nasce 26 gennaio 2013 / 17:10

        Eh. Pensa un po’. Impossibile senza neanche essere bello. Tutte le sfighe…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...