In time

In timeAvevo iniziato a scrivere questo post a fine anno 2012, con l’idea di poterlo pubblicare come augurio per l’anno nuovo che stava per palesarsi. Il tempo – malignazzo! 😀 – non è stato propizio e munifico con me e solo adesso sono riuscita a sedermi qui e a completare lo scritto e gli auguri. 

In un futuro futuribile e quanto mai improbabile, Justin e Amanda, redivivi Bonny e Clyde, rubano ai ricchi per dare ai poveri. Denaro? Giammai, rubano tempo. Perché nel futuro del film ” In Time “ visto ieri sera, tutto si paga con il tempo. Se ti serve un caffè per svegliarti poni il braccio sotto un lettore ottico e dal tuo orologio personale ti viene scomputato l’equivalente temporale per la bevanda, e via così. Anche in quel futuro tristissimo ci sono i poveri, quelli in carenza di tempo, che si affannano e corrono costantemente per guadagnare frazioni di tempo, pena la morte; mentre i ricchi vivono per sempre in costante giovinezza poichè il tempo che ti viene donato alla nascita ti permette di crescere fino a venticinque anni e per il resto della tua vita- se ci riesci ad averla, una vita – sei sempre una persona nel pieno degli anni, ma con un carico di secoli all’attivo. I ricchi, come sempre, se la prendono comoda e non corrono mai, beati loro! Ho trovato interessante il film, non per la storia in sé,  né per gli attori, ma proprio per l’utilizzo dell’idea tempo. Ne avevo già scritto sul tempo, che con il suo passare, sembra essere la costante dei nostri giorni affollati di impegni e di mancanze, di tempo… tanto per dire. Poiché quello che ci auguriamo sempre è avere il tempo per assolvere ai nostri obblighi quotidiani e, se ce ne avanza, fare qualcosa per il nostro bene personale, l’augurio più vivido che vi faccio per l’anno che verrà è quello di avere il tempo per tutto, senza doversi affannare, però. Più tempo alle donne, alle mia carissime amiche, per essere loro stesse, senza sentirsi in pena o in difetto per non aver pensato prima al benessere della famiglia – con tutto quello che in misura temporale ne consegue – che a se stesse. Più tempo per essere donne come vi pare senza che qualcuno possa pensare di eliminarvi fisicamente – inaugurando la stagione dei femminicidi, bruttissima parola e ancora peggio realtà! – e di eliminarvi come esseri moralmente consapevoli affiggendo un volantino alla bacheca di una chiesa – Guccini avrebbe detto: …un prete a sparare cazzate! 😀 Tempo per guardarsi intorno e sperare che la realtà, questa realtà, possa soccombere sotto il peso dell’insensatezza degli uomini, in genere, così sempre poco pragmatici – la concretezza è un dono che invece alla donne viene fornito alla nascita come bagaglio culturale! 😀 – per far posto ad un mondo rinnovato dalle donne a misura di tutti e non solo di esseri moralmente capaci di disastri – che non se ne abbiamo gli uomini frequentatori del blog… lo so, voi siete altro! 😀 Più tempo agli uomini di fede – non di chiesa, naturalmente, ma uomini forniti di idee e di ideali, per quanto siano, gli ideali, un poco bistrattati negli ultimi tempi! – che possano essere d’esempio a quelli che la fede se la sono giocata a scacchi con Belzebù! Più tempo per essere presenti in famiglia, che possiate capire il valore impagabile del tempo da dedicare ai figli; e dunque vi auguro più tempo da passare con loro, senza che questo sia un momento incidentale posto tra tutti gli impegni di lavoro. Tempo, allora, anche per scriverci gli auguri che non siamo riusciti a farci altrimenti – ché il tempo ce lo ha impedito! 😀 

Annunci

23 thoughts on “In time

  1. fabio cuzzola 2 gennaio 2013 / 11:22

    grazie, per me è il migliore augurio e credo lo sia anche per i miei cari.

    • mizaar 7 gennaio 2013 / 21:34

      sono ben felice di averlo azzeccato ‘ sto augurio! ciao fabio! 😀

  2. Sergio Baldin 2 gennaio 2013 / 11:50

    Bello come augurio e come modo di esprimerlo carissima Virginia!
    Al di la di precisazioni e sottolineature, che ognuno può trovare opportuno di fare, credo proprio che il tempo per far di più e meglio tante cose, che troppo spesso e con superficialità ci capita di trascurare, sia augurabile per ognuno.
    Non voglio contestare nulla, ma lasciami solo fare una mia sottolienatura in merito al pragmatismo femminile, cosa che, a tuo dconsiderare, non farebbe parte delle prerogative maschili.
    Credo che si tratti di intenderci su cosa è la concretezza, che aspetti riguarda, perchè, osservando tanti aspetti da angolature differenti, si potrebbe trarre conclusioni quasi opposte.
    Lo dico perchè troppe volte mi capita di osservare come, al moglie, una a caso, secondo me perdi tempo in dettagli che io ritengo del tutto superflui, vedi abbigliamento, arredamento, se vogliamo pure pulizie e cura della casa. Tutto bene, non voglio lamentarmi, ma credo ci siano tante cose che possono esser un pochino trascurate, magari a scapito di altre!
    Mi basterebbe anche far l’esempio di quanto tempo a me ci vuole per prendere un vestito, rispetto a quello necessario ad una donna per scegliere un semplice foulard!
    Non prenderlo come una critica, ma come un simpatico rilievo, nulla di più!
    Ciao carissima e grazie ancora per il tuo bell’augurio, che ricambio di cuore!

    • mizaar 7 gennaio 2013 / 21:33

      sono una donna sui generis, probabilmente, perchè quando entro in un negozio so già quello che voglio e se non lo trovo vo via, senza perdere tempo! 😀 auguri ancora, che quelli non sono mai sufficienti!

  3. in fondo al cuore 2 gennaio 2013 / 15:33

    Avere tempo è un bellissimo augurio, ce ne vorrebbe sempre di più……ma dobbiamo anche a imparare a prendercelo a volte!!!!! 🙂

  4. Monique 2 gennaio 2013 / 18:26

    Decisamente l’augurio migliore, mi permetterei di aggiungere che spesso non è il tempo che ci manca, ma la capacità di non sprecarlo.
    Il film mi sembra un po’ ansiogeno, ma assolutamente interessante nel mettere l’accento sul tempo.
    Buon anno 🙂

    • mizaar 7 gennaio 2013 / 21:26

      buon anno anche a te, monique. la ” logica ” del tempo vissuto male o sprecato cade di fronte alla considerazione che è comunque la vita che abbiamo vissuto e che stiamo vivendo. riuscire a trovare una piccola cosa che ogni giorno può regalarci un sorriso, può servire a non percepire il tempo che passa come uno spreco. in fondo chi dice che qualcosa si può considerare bella o interessante solo se appartenente ad un livello ” alto ” di percezione? come si fa a non sprecare il tempo, sulla base di quale metro di giudizio? ( domande che mi faccio spessissimo, credimi! )

      • Monique 8 gennaio 2013 / 18:42

        Condivido le tue domande. Penso che il metro di giudizio sia personale, perchè di piccole gioie ce n’è per tutti e in questo non c’è un senso assoluto. Quanto allo spreco, credo che il tempo passato a progettare e compiere il male per sè e per gli altri non sia di buona qualità, tolto questo penso ci possa stare anche un po’ di ozio ogni tanto.

      • mizaar 8 gennaio 2013 / 18:49

        assolutamente d’accordo, con te, mia cara. ma noi parliamo di una serena normalità, non di perversioni mentali! 😀 e l’ozio, se ti serve per leggerti un buon libro o vedere un film d’amore – quello che nessuno degli uomini della famiglia vogliono vedere! – ben venga! 😀

  5. paperi si nasce 2 gennaio 2013 / 23:11

    Al di là della sottolineatura “di genere” (come si usa dire ora), che non condivido completamente, penso che questo tuo augurio sia bellissimo, per ogni uomo e donna dotata di intelletto e voglia di vivere.
    Sarà il fatto che ho ormai superato i trenta, ma comincio a sentire forte la necessità di avere tempo, e soprattutto – che è la cosa più importante – di usarlo bene, con qualità.
    Personalmente provo di tanto in tanto dispiacere per il tempo sprecato a far cose o a seguir persone che non valevano granché, e che non mi hanno lasciato nulla, e auguro a me e a tutti di non dover mai avere questo genere di rimpianti.

    Alla fine, lasciami replicare ai tuoi auguri con una piccola dedica, che considererai quasi scontata.
    Buon anno!

    • mizaar 7 gennaio 2013 / 21:19

      forse l’avrai dimenticato, ma questa è la canzone che ross scelse per salutarci… mi ha fatto, ancora una volta, sentire la sua mancanza. comunque, fede, ogni cosa fatta, ogni persona conosciuta, anche se non hanno soddisfatto le nostre aspettative, rappresentano un piccola goccia del nostro personale mare di vita. niente va rimpianto se abbiamo vissuto, buon anno a te! 😀

      • mizaar 8 gennaio 2013 / 18:04

        va bene, allora. è una canzone bella alla quale siamo particolarmente affezionati…

  6. Lilla ... 3 gennaio 2013 / 01:37

    Grazie cara … Per me, è un augurio bellissimo! 🙂
    Mi auguro di avere sempre tempo per le persone che amo e di riuscire a ritagliarne un po’ per me!! 😉

    • Lilla ... 3 gennaio 2013 / 01:39

      Auguro a te … tutto quello che desideri!!! 🙂

      • mizaar 7 gennaio 2013 / 21:12

        ma proprio tutto tutto? 😉 e che non lo posso manco raccontare… mi censurano!!!! 😀

  7. amv11 5 gennaio 2013 / 00:12

    Tantissimi auguri anche a te di avere come il protagonista di In Time un tempo a 14 zeri. E che possa essere un tempo pieno di cose meravigliose.

    • mizaar 7 gennaio 2013 / 20:57

      grazie alessandro, che sia per tutti un tempo dilatato! grazie ancora 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...