Un giorno in Pretura

Fosse stato il film di Steno del ’53 avremmo avuto modo di sorridere e, in alcuni casi, di ridere apertamente, ma stamattina delle risate nessuno conosceva le modalità d’uso. In Pretura ad Andria, quello che ho visto più che un tribunale sembrava un mercato. In veste di teste sono stata chiamata a deporre in favore di mister Woolf versus il Comune di Andria per via di un incidente capitato quattro anni fa. Certo, non mi aspettavo di trovare  Perry Mason o l’avvocato Guerrieri con il suo babbo Carofiglio e neanche i giudici della Corte Suprema americana o quelle ordinate e sussiegose giurie dei tribunali statunitensi. La scena  del delitto alle dieci del mattino si presentava così: in un enorme stanzone, ” stanzonavano ” avvocati e testimoni in dis/ordine sparso e vociante che nemmeno gli alunni della mia scuola nell’atrio al mattino prima di entrare. In fondo all’aula sotto la solita dicitura ” La legge è uguale per tutti ” che risulta offensiva a prescindere, la facente funzione di giudice questionava con un assembramento di avvocati e testi che si erano affollati intorno al suo tavolo senza che ci fosse un minimo di rispetto per la discussione che in quel momento si svolgeva, sicché tutti ascoltavano le questioni di tutti senza soluzione di continuità. L’avvocatese si sprecava così come le alzate di voce della giudice infastidita dall’invadenza di alcuni – ho pensato, in quel momento, che sarebbe stato necessario chiamare un ” preside ” perché sospendesse gli indisciplinati! M’è venuta in mente l’amica Cle, l’ho immaginata alle prese con quel vociare e quelle stanze ingombre di sedie e carte e persone; non l’ho invidiata. ( Cle, senti a zia, fa’ la cuoca a tempo pieno, ritengo sia più conveniente; l’unica cosa che sentiresti vociare e borbottare potrebbe essere un bel pentolone pieno di ragù, vuoi mettere? 😀 )

Advertisements

15 thoughts on “Un giorno in Pretura

  1. cordialdo 12 dicembre 2012 / 20:03

    Quello che ti ha scandalizzato tanto è il modo normale di “amministrare giustizia” in Italia! Tranne che per gli “impu…niti” di riguardo|

    • mizaar 12 dicembre 2012 / 20:12

      che schifo, lo dico a gran voce e con tutta la ragione, caro osvaldo! 😦

  2. arielisolabella 12 dicembre 2012 / 21:57

    NON PARLIAMO DI TRIBUNALI ED AVVOCATI CHE MI VIENE LA PELLAGRA!!!la maiuscola rende l’dea….meglio un baba ‘ dei ravioli le lasagneeee!!!!! 😀 !

    • mizaar 13 dicembre 2012 / 19:16

      già già, meglio lasagne e ravioli! 😀

  3. Sergio Baldin 13 dicembre 2012 / 07:57

    Credo che di tribunale e contesti del genere abbiamo tutti gli occhi pieni da quel che vediamo nei film in tv e leggiamo, sopratutto nei romanzi (si chiamono anche legalthriller) americani, che, la volta che può capitare di esserci davvero, ci pare sia una cosa allucinante.
    Io ci sono stato una sola volta a testimoniare, ma il ricordo che mi è rimasto più vivo e proprio la confusione, altro che Forum ed i battibecchi televisivi!
    Allora accontentiamoci di dove stiamo, forse è meno peggio di ciò che abbiamo sempre pensato sia migliore!
    Ciao carissima Virginia, buona giornata e buona scuola anche per oggi! Un abbraccio forte!

    • mizaar 13 dicembre 2012 / 19:19

      sergio caro, magari non mi è mai venuto in mente che un’aula di tribunale fosse meglio della mia aula, ma neanche potesse essere il mercato che ho visto ieri! 😦
      mi auguro di non doverci tornare mai più! buona serata e buon domani, ciao!

  4. fab 13 dicembre 2012 / 10:16

    Virginia…hai demolito un mito…vuoi dire che se mai dovessi recarmi in Pretura, non troverò avvenenti avvocati in toga, nè una giudice tipo Giudice Amy?
    a questo punto… Cle’ tu che sei tanto brava e bella, lascia stare, i fornelli possono offrirti di più, senti Virginia

    • mizaar 13 dicembre 2012 / 19:20

      seeeeee, avvocati con la toga li trovi solo al penale e sono pure vecchi e brutti, che per fare il penale ci vuole lo scorzo e la pelliccia sullo stomaco e sull’esperienza! 😀

  5. Lilla ... 13 dicembre 2012 / 16:48

    In quel grande marasma … Tu, con la classe che ti contraddistingue, dall’alto della tua professione e professionalità, avresti avuto tutte le carte in regola per gridare: “SILENZIO IN AULA”!!! 😉

    • mizaar 13 dicembre 2012 / 19:21

      così quell’arpia della facente funzione di giudice mi avrebbe picchiata! 😦

      • Lilla ... 13 dicembre 2012 / 21:36

        Ma come si permette??? ‘Sta screanzata!! 🙂

  6. micmonta 15 dicembre 2012 / 23:03

    Ma come ????? Eppure la giustizia italiana è nota in tutto il mondo per l’efficienza, l’ordine, la velocità,,,

  7. omnipotence 20 dicembre 2012 / 13:43

    I am regular reader, how are you everybody? This article posted at this
    web site is truly good.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...