Non ci posso credere!!

S’apre la porta dell’aula, stamane, e il collaboratore ” addomesticato ” fa: ‘Ssore’ – pure lui con le elisioni e i troncamenti! – M. deve andare via, è venuta a prenderla la madre! Ma come… è venuta a prenderla la madre?!? – dice la collega – M. è assente! Come uno tsumani ondivago la classe rimpalla un OHHH di meraviglia e poi cominciano a ridere, gli infami. Uno si accorge che anche P. – l’allegra comare di Windsor di M. – è assente e commenta: ‘Ssore’ – aridaglie con l’elisione e il troncamento! – hanno fatto fruscio insieme! Nooo, non mi dire! 😀 M. e P. insieme non raggiungono neppure 60 chili di peso e vanno scarse per il metro e trenta di altezza. E’ vero che M. è qualche giorno che arriva a scuola truccata, neanche fosse una modella nana, però… hanno fatto fruscio per andare dove? Domani sentiremo. La considerazione è una sola: anche le pulci nel loro piccolo tossiscono! 😀

pulce

Annunci

41 thoughts on “Non ci posso credere!!

  1. fab 5 dicembre 2012 / 20:32

    chissà cosa avrà detto (fatto) la madre!!!

    • mizaar 5 dicembre 2012 / 20:37

      la figlia è una che capisce ben poco, perlomeno le cose di scuola. la madre, se possibile, capisce meno della figlia, in senso lato. avrà trovato la maniera, la piccola pulce, di farla fessa! 😀

  2. fab 5 dicembre 2012 / 20:48

    ricordo…frequentavo il terzo superiore, un compagno di classe, diventato poi marito di mia cugina, da oltre una settimana “filonava”. Prendeva il treno e andava a Pescara. Il suo aggancio in classe aveva detto ai prof che il poveretto aveva contratto il morbillo..
    Alla terza ora,da noi suppliva la prof di diritto.Il collaboratore venne e disse: “la mamma di xxxx, vorrebbe parlarle”. Parlarono sull’uscio per non lasciarci soli…la prima cosa che disse la prof fu: “come sta suo figlio? so che ha preso il morbillo in forma grave” La mamma del disgraziato impallidì..la prof capì,uscirono fuori . Poco dopo la prof, rientrando chiamò il “gancio” e gli fece una paternale senza pari.
    All’uscita da scuola, in massa ci recammo alla stazione ad aspettare il treno ..avvisammo il poveraccio che..aveva sì saltato quattro compiti in classe e tre interrogazioni, ma..fu punito pesantemente..accompagnato all’ingresso e all’uscita fino alla fine dell’anno, niente più uscite pomeridiane..
    Però gli anni successivi, di tanto in tanto, il filone lo rifaceva 🙂

    • mizaar 5 dicembre 2012 / 20:56

      un filonista seriale! 😀
      avrò fatto un paio di volte fruscio a scuola. alle superiori. la tecnica era: un giorno a casa ” ammalata “, il giorno dopo a zonzo da qualche parte che non fosse scuola. con la giustifica di uno, davo credibilità all’assenza di due giorni! 😀

      • fab 5 dicembre 2012 / 21:03

        abitavo a 23 passi dalla scuola..la casa attigua al palazzo era abitata dal fratello di papà , la cui moglie, un tantino arpia, ogni mattina dal balcone seguiva con lo sguardo il figlio che andava alle medie…quindi con lo sguardo a 360* guardava tutto.
        In quinto superiore, feci comunque un filone…il mio ragazzo era tornato in licenza…non ci vedevamo da due mesi..(furono le mie compagne a buttarmi fuori dalla classe…”c’è Riccardo…c’è Riccardo”..lo zaino fu defenestrato..Andammo a Pescara..fui vista dal prof di Tecnica bancaria, dalla prof di economia e statistica e pure dal vice preside..
        Il giorno dopo, a scuola, poco mancava che i prof mi fucilassero…la mia media? ammessa agli esami con nove e settantacinque…un solo sei..in religione…

      • mizaar 5 dicembre 2012 / 21:08

        ti “scancellavo” dalle amiche se avessi avuto più di sei in religione! 😀
        riccardo?!?!? c’è qualcosa che non mi torna… 😛 😀

      • fab 5 dicembre 2012 / 21:16

        Riccardo il mio primo ragazzo…Maurizio arrivò dopo..ci fu battaglia tra i due :-))

      • mizaar 5 dicembre 2012 / 21:20

        spero all’ultimo sangue!!!! 😀

      • fab 5 dicembre 2012 / 21:37

        Riccardo è il padre di una ragazzina che fa il filo a Massimo…Maurizio storce fortemente il naso…chissà perchè

      • Lilla ... 5 dicembre 2012 / 22:35

        Già, chissà perché mai!!!! Mumble, mumble …

      • silykot 6 dicembre 2012 / 14:41

        Meglio di Beautiful!

    • mizaar 6 dicembre 2012 / 20:46

      a volte ritornano!!! 😀 ( le saghe non sono solo quelle della politica. qui abbiamo di meglio di cui occuparci!! )

      • kalissa2010 14 dicembre 2012 / 01:24

        Ecco dove avevo già letto “ssore ‘”! Mi pareva di averlo già sentito! Avevo letto il post dal telefono e non avevo potuto commentare, inoltre avevo perso tutti questi interessanti commenti! Hai capito Fab! E poi sarei io quella con la storia da raccontare! Come ho già scritto nel commento al post successivo, neppure io ho mai mai”fatto sega” e, soprattutto l’ ultimo anno non ho amato la religione al punto da litigare col prof e chiedere l’esonero! Io, scout dell’ AGESCI uscivo insieme ai miei compagni…comunisti! Ma la ragione era la stessa: a 18 anni non serve catechismo, ma CULTURA e l’ostile , dispotico ignorante e liberticida professore non era d’ accordo. Una delle mie prime “decisioni contro”…

      • mizaar 23 dicembre 2012 / 21:45

        ah, questi comunisti come ti hanno deviata! 😀 😛

  3. Lilla ... 5 dicembre 2012 / 21:20

    Mai fatto “sega” a scuola (a Roma, il “fruscio”, si chiama così) … Ma sono poco più alta di un metro e trenta e mi trucco … Certo, peso 53,5 kg da sola … Sarà per questo che mamma non viene a prendermi al lavoro??? 😉

      • Lilla ... 5 dicembre 2012 / 22:13

        Giuro, non ho mai marinato la scuola, quando non volevo andare, bastava dirlo … I miei non mi hanno mai ‘obbligata’, sono sempre andata bene, non gli ho mai dato pensieri (sullo studio!) … (Maggie, hai ragione … Siamo due gocce d’acqua!!)
        Tra 1,56 m e 1,30 m … Non c’è tanta differenza!!!
        Mi trucco sempre … Quando esco!
        Il mio peso varia tra 53 e 54 kg … 53,5 è la giusta via di mezzo …
        Ti sembro esagerata??? 😆

      • fab 5 dicembre 2012 / 22:16

        tua madre non ti viene a prendere perchè ti trucchi quando esci…se ti truccavi a casa…chissà

      • Lilla ... 5 dicembre 2012 / 22:36

        Non ci avevo pensato!! Potrebbe essere!! 😛

      • mizaar 6 dicembre 2012 / 20:47

        c’ha ragione fab! quella tiburtina, quante potrebbe raccontarne!!!! 😀

  4. Maggie May...be 5 dicembre 2012 / 21:57

    Anche io come Lilla (sempre più simili io e te) non ho mai fatto buco, E quando non sono andata a scuola i miei lo sapevano e non avevano nulla in contrario, in fondo studiavo sempre e andavo molto bene, se ogni tanto un giorno non avevo voglia di alzarmi e andare a scuola… non mi facevano storie!

      • Maggie May...be 5 dicembre 2012 / 22:16

        Sono anche 54Kg… Per 1,58m di altezza… 😉

      • Lilla ... 5 dicembre 2012 / 22:38

        Ah, però … Identiche!!! 😉

    • mizaar 6 dicembre 2012 / 20:47

      abbiamo fatto una tribù di nane!! 😀 😀

    • unpodimondo 6 dicembre 2012 / 09:08

      Da noi a Firenze ai miei tempi si chiamava “forca”….

      • silykot 6 dicembre 2012 / 14:43

        A Torino si “taglia” a scuola…… Ma io no! Io mai……. Firulì firulà……. 😀

    • mizaar 6 dicembre 2012 / 20:49

      si dice anche fare sega – ma pare brutto! 😛

      • paperi si nasce 7 dicembre 2012 / 19:45

        A Roma si dice fare sega… Ma mi sa tanto di assenze solitarie. 🙂 Da noi era il “filone”. In lombardia non so… Bigiare?

      • mizaar 8 dicembre 2012 / 21:24

        così sembra! 😀

  5. Sergio Baldin 6 dicembre 2012 / 08:55

    Cara la Virginia che detesta religione, i tuoi racconti fanno sempre riandare a tempi ormai lontani, anche se per me il “bruciare” a scuola non è mai esistito, però andava di moda anche ai miei tempi.
    Se ci sono quei sintomi, mi sa che lo struscio, come lo chiami, che a me fa pensare tutt’altro, è il mezzo e non il fine, nel senso che disertano la scuola con ben precisi obiettivi, che non sono proprio il mero evitare compiti o interrogazioni.
    Ma poi, quei ragazzi che sembrano sapere tutto, nulla è cambiato rispetto al passato!
    Un bacione, buona giornata carissima Ssore!

    • mizaar 6 dicembre 2012 / 20:52

      detesto la religione, caro sergio, perchè nella scuola media è una appendice del catechismo, così come perlopiù alle superiori. niente a che fare con la storia delle religioni, materia che potrebbe invece interessarti maggiormente. non è cambiato nulla, certamente, i ragazzi sono ragazzi, così come lo eravamo noi!
      buona serata a te, mio caro!

  6. Ifigenia 8 dicembre 2012 / 20:14

    Eh eh, ora poi che ho fatto pure in tempo a sapere com’è andata a finire, e le giustificazioni addotte!

    By the way, rientro anch’io tra quelle che non hanno mai bigiato (anche nel mio caso non ce n’è stato bisogno, andavo benissimo e se un giorno non volevo andare bastava lo dicessi).

    Però, già che ci penso, a casa mia succedeva il contrario: i miei per punizione non mi mandavano a scuola, ed io ad accorarmi per andare!

    • mizaar 8 dicembre 2012 / 21:09

      cara ifigenia, sono stata anch’io una ragazza così, disperata all’idea di non andare a scuola. adesso ritengo, a occhio e croce, che i miei alunni ci guarderebbero come due marziane se solo conoscessero meglio le nostre ” tendenze “! 😀

  7. Baol 10 dicembre 2012 / 19:41

    Quest’anno mi ci hanno chiamato a me “p’f’ssò” e m’è venuto da ridere…

  8. Luigi Fulk 13 dicembre 2012 / 08:30

    I simply want to tell you that I’m all new to blogging and absolutely savored you’re web page. Likely I’m likely to bookmark your blog . You certainly have fabulous stories. Thanks for sharing your blog.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...