Zampanò e compagni

Non so se qualcuno ricorda il film di Federico Fellini ” La strada “. I protagonisti un po’ surreali erano Anthony Quinn come Zampanò e Giulietta Masina come Gelsomina. La storia era una di quelle del dopoguerra, scritta da Tullio Pinelli, Ennio Flaiano e dallo stesso Fellini; raccontava di un’Italia poverissima e ingenua quando per le strade incontravi stranissimi personaggi che con quattro stracci e un tre ruote si inventavano una ribalta. Zampanò/ Quinn a torso nudo, nel film si cimentava in improbabili atti di forza, per meravigliare i disgraziati che gravitavano intorno a quei due tristissimi. Ogni volta che ho visto il film mi sono rimasti impressi i bracciali di cuoio che l’uomo indossava per irrobustire i polsi, nell’esercizio, con borchie tutte intorno. Stamattina non credevo ai miei occhi quando N. moderna Zampanò – e fuori di personaggio poiché N. è una ragazzina piccina e mingherlina – indossava questo:

Dire che se le inventano tutte è riduttivo. A domanda sul perchè di un acquisto così bizzarro, ha risposto ” ‘ssore’ mi devo difendere! “. Mi aspetto che domani venga a scuola vestita di cuoio, con stivaloni e scudiscio!! 😀 😀

 

Advertisements

31 thoughts on “Zampanò e compagni

  1. fab 31 ottobre 2012 / 13:31

    Credo che inizierei a preoccuparmi seriamente…

    • mizaar 31 ottobre 2012 / 20:12

      eh. ad un certo punto gliel’ho tolto perché, la grulla, oltre essere piccola è anche mancina e l’affare le impicciava non poco la scrittura. nel restituirglielo le ho detto di riporlo in cartella e di non portarlo mai più a scuola…

    • mizaar 31 ottobre 2012 / 20:14

      sta messa tra tre maschi… vedi tu! 😀

      • arielisolabella 31 ottobre 2012 / 23:00

        la prossima volta porta un lanciafiamme!!!

      • mizaar 2 novembre 2012 / 10:03

        direi di sì, viste le premesse… 😀

  2. siignoraingiallo 31 ottobre 2012 / 14:18

    Mi auguro avesse solo bisogno di un pretesto “grave” per giustificare il suo gioiello.
    Le ragazzine nella metamorfosi adolescenziale lo fanno…poi diventano “Donne” e s’inventano altre follie 🙂

    • mizaar 31 ottobre 2012 / 20:15

      non so emilia quale fosse il pretesto, ma come donne siamo assolutamente creative! 😀

  3. Sergio Baldin 31 ottobre 2012 / 14:38

    tempi duri per i bulli di Trani!
    Spero non voglia diferndersi anche da eventuali cattivi voti!
    Ciao Virginia, buon pomeriggio!

    • mizaar 31 ottobre 2012 / 20:17

      per fortuna, sergio, è una bimba che studia appena appena e dai brutti voti non deve difendersi. dai bulli è meglio tenersi alla larga! 😀

  4. silykot 31 ottobre 2012 / 14:54

    Che tenerezza fanno, quando si mettono queste corazze da duri e poi sono in realtà piccoli e fragili!
    Daje, N., picchia duro!!

    • mizaar 31 ottobre 2012 / 20:18

      sily, magari è solo cattivo gusto! 😀

  5. popof1955 31 ottobre 2012 / 16:30

    No, il messaggio vero è “mondo mi fai paura, guarda come mi agghindo, abbi tu paura di me”. Noi non portavamo a spasso zainetti militari a mo di borsa e borselli negli anni 70? Era la stessa paura.

    • mizaar 31 ottobre 2012 / 20:19

      io non li portavo gli zainetti militari, tsè! 😛

  6. in fondo al cuore 31 ottobre 2012 / 16:42

    difendere????? rischia davvero di far seriamente male a qualcuno se non fa attenzione! Ma io mi chiedo…..e i genitori??????

    • mizaar 31 ottobre 2012 / 20:19

      e i genitori? bella domanda, silvia! 😀

  7. Rocco R. 31 ottobre 2012 / 17:07

    E no dai…. a questi bisogni fargli il rilavaggio del cervello.

    • mizaar 31 ottobre 2012 / 20:20

      e magari pensi pure che dovrei farglielo io, lo sciampo! 😦

      • Rocco R. 31 ottobre 2012 / 20:55

        Assolutamente no. Credo.

      • mizaar 31 ottobre 2012 / 20:57

        mi stavo già attrezzando alla bisogna! 😀

  8. Don(n)a 31 ottobre 2012 / 18:30

    acc…temesse realmente per la sua incolumità che fa, si compra un Kalashnikov?

    • mizaar 31 ottobre 2012 / 20:20

      con quello già si potrebbe cominciare a ragionare! 😀

  9. unpodimondo 5 novembre 2012 / 22:55

    Mia figlia l’ha comprato simile: nero, borchiato e da mettersi al collo… solo che lei l’ha fatto per un balletto in stile zombie che ha fatto con la sua compagnia di ballo per Halloween… Fortunatamente non le passa nemmeno per l’anticamera del cervello di metterselo per andare a scuola…

  10. Lilla ... 6 novembre 2012 / 22:20

    io consiglierei una mazza da baseball … fa più male … e non è costretta a conciarsi così!! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...