Guarda come gongola

L’aria sorniona e/o acidula ce l’ha già e non deve neppure darsi la pena di costruirsela. Di sicuro Baffino D’Alema a sentire i suoi sodali parteggiare per la sua permanenza, vita natural durante, a ricoprire la carica di parlamentare, secondo me, gongola e tanto. Stavolta non deve neppure sputare sentenze e menare vanto per le sue imprese – imprese di che, poi, se è almeno qualche secolo che si fa gli affari suoi al Copasir? Lo vedo già disprezzare Uòlter che da persona per bene – o che s’è rotto, come una buonissima parte degli italiani, di stare ai giochetti della politica, salvo poi non contraddirsi all’ultimo minuto – ha deciso di mollare. Non so come spiegare, ma l’aria mesta di Veltroni, i suoi occhi tondi da cane buono, mi ispirano molto più dello sprezzo costante e della lingua biforcuta di D’Alema. Magari se prendesse il largo anche quest’ultimo, sul suo barchino? Di politici navigati e capaci(?) ce n’è in abbondanza, mi pare. Alle prossime votazioni faremo, per l’ennesima volta, il pari e dispari con chi in politica ci sta da una vita e dobbiamo rammaricarci se non abbiamo più voglia di votare per Baffino

Annunci

17 thoughts on “Guarda come gongola

  1. charlie68g 15 ottobre 2012 / 21:12

    io li manderei tutti a stendere, ma solo dopo avergli fatto restituire i soldi che hanno rubato

    • mizaar 15 ottobre 2012 / 21:14

      difficile che si possa ottenere così tanto, poichè continuano bellamente a prendercene ancora…

  2. duhangst 15 ottobre 2012 / 22:18

    Non sarebbe male… Ho bisogno di speranza e con quelle facce là, la mia speranza si nasconde sotto il letto 😦

    • mizaar 16 ottobre 2012 / 18:16

      DUE speranze sotto il letto! 🙂

  3. frz40 16 ottobre 2012 / 06:55

    Pare che il barchino l’abbia venduto. Forse aveva paura di affondare. Che dici: magari?

    • mizaar 16 ottobre 2012 / 18:16

      eh…

  4. Sergio Baldin 16 ottobre 2012 / 09:19

    Visto di dov’è, del baffino tu dovresti conoscere qualche retroscena in più di me.
    Io lo prenso solamente come uno dei tanti che non prende nemmeno in considerazione l’ipotesi di lasciar a qualcun altro il ruolo di rappresentate del popolo, di quelli che pensano che i limiti di mandato siano per gli altri, mentre loro si considerano eterni e di non star senza che qualcuno li chiami presidente, perchè di qualcosa lo sono o lo sono stati, anche se noi non sempre lo sappiamo.
    Sono quelle persone che, letteralmente, forse nemmeno saprebbero nemmeno vivere senza sentirsi al di sopra del popolo, con qualcuno che li omaggi e se li ruffiani, magari senza ottenere nulla, ma solo per farli sentire grandi, persone non comuni che, ad esempio, pagano il biglietto quando serve e che si devono fare la spesa!
    Ma che slancio e fantasia possono mettere persone così oggi, specie se pensiamo quanto di questo occorra oggi, con tutti i problemi che ci sono?
    Ciao carissima Virginia, vedrai anche tu che stavolta non sarà facile votare!

    • mizaar 16 ottobre 2012 / 18:15

      sulla difficoltà del votare sono anni che ne sento il peso, non c’è che dire. d’alema ha in puglia il suo collegio elettorale, ma non è di qui. se consideri che la puglia è da sempre terreno fertile per quelli di destra, vendola e baffino rappresentano due casi rarissimi di una sinistra che ha trovato riparo in questa landa di fascisti storici. d’alema ha una storia atavica nel partito. figlio di un deputato del piccì, è uno di quei politici che ha fatto la scuola di partito alle frattocchie, almeno credo, e che da giovane figicciotto è passato a quadro di partito, a deputato e via via ad altre cariche. sarà che non ha l’età, ma potrebbe, per cortesia, togliersi dalla testa di tutti noi? soprattutto quando dice: se me lo chiede bersani, mi candido. come se bersani fosse dio in terra. come se bersani non dovesse applicare quelle regole che si sono creati, loro, all’uopo. insomma già bersani è una complicanza, se ci si mette pure lui, che noia! ciao sergio, bentornato! 😀

  5. frz40 16 ottobre 2012 / 10:47

    Da Il Post.it (http://www.ilpost.it/2012/10/16/livia-turco-e-il-ricambio/)

    “Livia Turco e il ricambio”

    Intervistata ieri dall’edizione serale del Tg1 sul tema del ricambio in politica e delle dichiarazioni in tema di Veltroni e D’Alema, Livia Turco – che fa la parlamentare da 25 anni – ha risposto così:

    «Giusto il ricambio, poi ci sono delle persone che invece è importante che restino, non solo per la loro competenza ma anche per ciò che rappresentano simbolicamente. Per me Veltroni doveva rimanere, Franco Marini deve rimanere, D’Alema deve rimanere, la Bindi deve rimanere»

    L’ho ripreso anche sul mio blog.

  6. frz40 16 ottobre 2012 / 10:49

    Intervistata ieri dall’edizione serale del Tg1 sul tema del ricambio in politica e delle dichiarazioni in tema di Veltroni e D’Alema, Livia Turco – che fa la parlamentare da 25 anni – ha risposto così:

    «Giusto il ricambio, poi ci sono delle persone che invece è importante che restino, non solo per la loro competenza ma anche per ciò che rappresentano simbolicamente. Per me Veltroni doveva rimanere, Franco Marini deve rimanere, D’Alema deve rimanere, la Bindi deve rimanere»

    • mizaar 16 ottobre 2012 / 18:01

      sì, l’ho sentita la ” livida ” turco. dei simboli possiamo farne a meno, decisamente. 😀

  7. Chit 16 ottobre 2012 / 17:12

    Sapevo io che con la crisi della nautica questo tornava a rompere i maroni in politica… .-/

    • mizaar 16 ottobre 2012 / 17:51

      bisognava legarcelo, sul barchino, come ulisse in vista delle sirene! 😦

  8. Signor Ponza 16 ottobre 2012 / 17:35

    Le sue dichiarazioni sembrano sempre orientate a farci capire che quello che fa lui è un sacrificio per noi. Cioè lui si candida per dare una mano al partito e agli Italiani, mica per altro. E io sono biondo con gli occhi azzurri.

    • mizaar 16 ottobre 2012 / 17:50

      la cosa paradossale è che solo loro professano la condizione di sacrificati per la patria e per noi tutti “patrioti” – mi vien da ridere, al solo pensiero! ma si dà il caso che gli unici a fare sacrifici, e anche notevoli, siamo solo noi. che siano un caso patologico di dissociazione e/o schizofrenia?
      ( tu non sei biondo con gli occhi azzurri, ormai è noto. ho visto il tuo ultimo post con ariel, alle prese con il pane al miele. piuttosto ti facevo calvo con panza, chissà perché! 😀 )

  9. paperi si nasce 21 ottobre 2012 / 13:12

    Credo che alla fine non si ricandiderà. Ma ciò non vuol dire che ce lo toglieremo di torno.
    Però devo dire che a sentirlo parlare, e dibattere con quell’aria antipaticissima da primo della classe, a me Baffino piace sempre… E adesso uccidetemi! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...