Palla pallina

I pulzelli ripetenti oggi masticavano. Erroneamente ho pensato ad una banalissima gomma da masticare, ma l’oggetto del ruminare era la carta di quaderno. Pensate fossero in debito di cellulosa? Pensate a tre alunni affetti da pica?* Macchè, ammollavano la carta per farne palline da lancio da sputazzare in giro per l’aula contro compagni e prof – e comunque contro qualsiasi ostacolo si sovrapponesse tra loro e l’eternità. Un futuro da cacciatori delle Alpi? Nooo, un futuro da sicuri bocciati, nuovamente. Godo al solo pensiero! 😀 

* la pica non è il solo cognome della più famosa Tina, bensì un disturbo del comportamento che si manifesta, a volte, in persone con sindrome ossessiva – compulsiva… ossessivi come i tre pulzelli! 😦  – la compulsiva sono io… mi prendono certe compulsioni alle mani! 👿

Annunci

45 thoughts on “Palla pallina

  1. fab 9 ottobre 2012 / 18:44

    almeno hanno una buona mira? 🙂

    • mizaar 9 ottobre 2012 / 18:46

      che fai, ti ci metti pure tu? 😦

  2. Scrutatrice Di Universi 9 ottobre 2012 / 18:47

    Ero rimasta alla realizzazione di queste palline con le mani, cosa che produceva un rumore di accartocciamento e schiacciamento assai fastidioso. Almeno tenendo la carta in bocca sono più silenziosi? 😉

    • mizaar 9 ottobre 2012 / 18:48

      silenziosi come una mandria di bufali in pausa pranzo – e lo fanno anche a bocca aperta! 😀

  3. Rocco R. 9 ottobre 2012 / 19:00

    Hai a che fare con dei ruminanti, tipo capre.

      • Rocco R. 9 ottobre 2012 / 19:04

        😀
        C’ho indovinato.

      • mizaar 9 ottobre 2012 / 19:08

        altrochè e non ci vuole un indovino! 😦

      • Rocco R. 9 ottobre 2012 / 19:10

        😦 Uff… potevi far finta di dire che sono stato di grandissimo intuito…

      • mizaar 9 ottobre 2012 / 19:16

        vabbe’ la prossima volta intesserò elogi sperticati!

      • Rocco R. 9 ottobre 2012 / 19:26

        Grazie, sono queste le cose che mi fanno tirare avanti!

      • mizaar 9 ottobre 2012 / 19:29

        assieme ai treni, of course! 😀

      • Rocco R. 9 ottobre 2012 / 19:35

        😀 Non so se ridere o piangere 😦

      • mizaar 9 ottobre 2012 / 19:44

        un po’ e un po’, per par condicio! 😀

  4. in fondo al cuore 9 ottobre 2012 / 20:06

    ma che poca fantasia!!!!….si faceva quando andavo a scuola io ai tempi del mammut!!!!! hihihihi

    • mizaar 9 ottobre 2012 / 20:08

      corsi e ricorsi storici,mia cara! 😀

  5. liù 9 ottobre 2012 / 20:42

    Io ero un’alunna mooooooooolto educata e non l’ho mai fatto ! 😛
    A parte gli scherzi ,i tuoi racconti mi confermano che tutto avrei potuto fare nella vita ma men che mai l’insegnante! 😆
    Un abbraccio e buona serata Virgy carissima!♥

    • mizaar 9 ottobre 2012 / 20:59

      a me piace insegnare, ma anche dire le parolacce nella mente! 😀 buona serata a te, cara. ricambio il tuo abbraccio con affetto!

  6. Lilla ... 9 ottobre 2012 / 21:28

    Ma che schifo!!! Spero non abbiano l’alito pesante, almeno … Altrimenti i poveri malcapitati oltre ad essere colpiti, vengono stecchiti!!! 🙂
    Ps: mi hai fatto ricordare in aneddoto accaduto in terzo superiore … Una compagna di classe aveva un ferretto ai denti che terminava con una specie di pallina bianca … Un giorno il prof di italiano la chiama alla cattedra per un’interrogazione … Lei inizia a parlare con voce stentata e scoprendo la pallina bianca … Il prof si innervosisce e le intima di sputare “la gomma” … Lei cerca di spiegargli che NON È’ una gomma da masticare ma un impianto per correggere un dente … Lui si incavola di brutto e le urla che se non butta immediatamente la gomma, oltre a metterle un 2, le mette una nota disciplinare … A quel punto lei ‘sbotta’ … Apre la bocca, ci infila la mano dentro, armeggia per un po’, toglie l’apparecchio e glielo mette sul registro: “ecco professo’ … ho sputato la gomma, contento??!” … 🙂
    Se non ricordo male, lei mise comunque la nota … 😦

    • mizaar 10 ottobre 2012 / 18:53

      oddio che imbecille! 😀 ha avuto fegato, l’amica e pazienza. l’apparecchietto glielo avrei tirato sulla zucca!! sì, cara, fanno di molto schifissimo! 😦

      • Lilla ... 10 ottobre 2012 / 19:12

        Imbecille super, direi … La mia compagna fu un mito … Tutta la classe esplose in un applauso …
        È lo stesso insegnante di italiano di origini napoletane alla quale un’altra compagna di classe, durante un compito in classe, chiese: “professo’, mi dice la parola ‘coscienza’, per favore?” è lui “coscIenza, perché?” … “Grazie professo’ non mi ricordavo se ci andava la ‘i’ o no”!! 😆

      • mizaar 10 ottobre 2012 / 19:46

        almeno le i le sapeva azzeccare! 😀

    • fab 10 ottobre 2012 / 21:28

      brava la ragazzina!

  7. amv11 10 ottobre 2012 / 17:49

    guarda che esiste di peggio ed esisteva nella mia classe…al liceo rappresentato da un mio compagno di due banchi più indietro. Non eravamo quindi nemmeno più dei giovincelli.
    Il peggio (e chi è delicato di stomaco non prosegua) consisteva nell’evitare la masticazione del quaderno (gradevole e dispendiosa) ma nell’adoperare i fazzoletti di carta per il naso…usati… che hanno già quella consistenza adatta per essere caricati nelle cerbottane fatte con le penne bic. In confronto l’indios di Sherlock Holmes del “il segno dei 4” era un pivello.

    • mizaar 10 ottobre 2012 / 18:55

      questo sta diventando un post vietato ai minori!!! 😀 non sia mai, signore, i miei ripetenti leggono questo commento… non ci posso pensare nemmeno! e i tuoi sodali dei tipetti schifidi, non c’è che dire! 😀
      ( tutto bene, alex? )

  8. arielisolabella 10 ottobre 2012 / 19:59

    che senso…ahhh sento che avrei grossi problemi con i genitori dei …mostri facessi l’insegnante!!!
    ..veramente lo avevo gia’ intuito per il catechismo ..quando i gagni rompevano gli sequestravo tutte le gomme figurine caramelle ecc…e me le tenevo!!! dopo due lezioni erano angelici…qui potrei far finta di perdere la chiave del bagno…….mettergli la gomma masticata sulla sedia…uhm….fammi pensare…..

    • mizaar 10 ottobre 2012 / 20:53

      tu pensa, donna diabolica, che io attuo! 😀

      • arielisolabella 10 ottobre 2012 / 21:08

        non gli puoi mangiare la merenda!??? 😀

      • mizaar 10 ottobre 2012 / 21:11

        no nooo!!! portano certe merende bisunte!! manco morta e/o affamata! 😀

      • arielisolabella 10 ottobre 2012 / 21:13

        le spiaccichiamo sulla sedia della presidenza????

      • mizaar 10 ottobre 2012 / 21:17

        eh, magari… 😀

  9. Adelaide 10 ottobre 2012 / 23:07

    oddio, questo non lo avrei proprio tollerato neppure io!!!

    • mizaar 11 ottobre 2012 / 19:27

      già, è difficile da digerire la carta masticata da altri! 🙂

  10. Sergio Baldin 11 ottobre 2012 / 08:12

    Ciao Virginia, episodi simili fanno ricordare le marachelle in voga ai miei tempi della scuola, certe ben più pesanti, che mettevano alla prova gli insegnanti, che è meglio nemmeno raccontare.
    Però allora le contromisure attuabili era ben altra cosa, rispetto ad ora che se rifili un meritato scapellotto interviene il telefono azzurro e ti denunciano per violenza sui minori.
    Ma quelle dimostrazioni di totale indifferenza per la scuola, i compagni, l’insegnate e l’ambiente, nonché per l’apprendere, ti credo che farebbero venir voglia di bocciarli fin da subito, tanto a loro importerà poco, la vita la vedono come un continuo divertimento, che sarà maggiore in una classe dove i compagni saranno sempre più piccoli!
    Comunque tu prenditi una fionda, per difernderti!
    Ciao carissima, un abbraccione!

    • mizaar 11 ottobre 2012 / 19:33

      ho frequentato una classe, alle medie, di sole ragazze notevolmente imbranate, ma alla scuola superiore qualche scherzetto pesante l’abbiamo fatto pure noi, non io ma i compagni di classe. i ragazzi adesso iniziano notevolmente presto a dare fastidio, proprio perché non hanno nessun incentivo,nessuna spinta sociale a portare avanti un percorso scolastico che possa farli sentire bene. noi avevamo voglia di riscattarci da una condizione sociale che altrimenti ci avrebbe relegato, senza istruzione, in ruoli subalterni, ma questi? comunque vada saranno al palo per un tempo notevolissimo! seguirò il tuo consiglio, farò come davide, con la fionda abbatterò i golia in classe! 😀

  11. duhangst 11 ottobre 2012 / 09:41

    Allora ci hanno bocciati per la nostra passione per le cerbottane 🙂

    • mizaar 11 ottobre 2012 / 19:35

      nella vita, caro du’, bisogna specializzarsi in qualcosa! 😀

  12. unpodimondo 11 ottobre 2012 / 16:10

    Suvvia, tutti siamo stati ragazzi … tutti abbiamo tirato la carta con le cerbottane fatte con la Bic o con gli elastici tipo fionda, tutti abbiamo fatto la guerra con le cimose…

    In classe mia una volta prendemmo un bel rapporto: eravamo l’unica classe che rientrava il pomeriggio e così un giorno, in mancanza del prof, soli soletti organizzammo una bella battaglia con le cimose rubate nelle altre aule… All’arrivo della preside, allarmata del rumore, questa trovò una classe di fantasmi e …una trentina di cimose. Nonostante il rapporto, la settimana dopo, prima della battaglia, facemmo pure una barricata con i banchi nel corridoio…

    • mizaar 11 ottobre 2012 / 19:41

      come ho detto prima a sergio, tutti siamo stati ragazzi e senz’altro qualche cadavere nell’armadio possiamo annoverarlo tra le imprese epiche, però è una tale fatica quando le cose devi subirle. ma poi fossero scherzi intelligenti, o ironici… 😦

  13. paperi si nasce 13 ottobre 2012 / 18:52

    Vedo che la tecnologia al servizio degli studenti non ha fatto grossi passi avanti, negli ultimi cinquant’anni, se si continuano a sparare palline di carta con le penne usate a mo’ di cerbottana…
    E vedo confermata la mia sensazione che questo sarà un anno scolastico ricco di stimoli, per te…

    • mizaar 15 ottobre 2012 / 18:44

      che penne e che cerbottane! quelli sparavano palline direttamente con la bocca, sputazzando! fa schifo assai, eh? 😦 sì, come no un anno stimoloso… a giugno avrò il fegato buono per il foie gras

      • paperi si nasce 16 ottobre 2012 / 23:25

        Che schifo! La vignetta mi aveva fuorviato…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...