libera...mente

Cos’è una catena di sant’Antonio? Non so se il frate c’entri qualcosa, se non il fatto che qualcuno invia lettere con preghiere idonee per farlo intercedere per una grazia o un miracolo. So che è un sistema piramidale che necessita di una grande platea di aderenti per essere efficace. Io invio una lettera a te invogliandoti a spedirla ad altri 5 malcapitati, e via di questo passo. Applicando il sistema all’economia, si verifica che un promotore mi propone un investimento a fronte del quale vengono garantiti degli interessi con il capitale garantito. Io passo parola ad amici e conoscenti che fiutato l’affare aderiscono invitando a loro volta altre persone. Difatti il meccanismo è tale che, l’aumento continuo della platea dei sottoscrittori, consente di pagare gli interessi promessi ai primi che sono entrati in circolo e che ne escono per primi. Oltre naturalmente alla restituzione di quanto investito. Questo ha…

View original post 706 altre parole

Annunci

7 thoughts on “

  1. Sergio Baldin 31 agosto 2012 / 22:57

    Per me è tutto tempo perso, un modo per mettere in piedi un’altra trafila del genere.
    Credo che un pò tutti non condividiamo queste misure, io che sono del 52 le ho pure beccate in pieno, ma ormai guardo avanti a come saranno le nuove prospettive, pensando anche che ci sarà sempre chi starà peggio, andando avanti anche chi non saprà se avrà alla fine una pensione.
    Se pensiamo poi quanto poco si siano opposti un pò tutti, sindacati compresi, rispetto a quanto avevano fatto in altri tempi, e per molto meno, si capisce che c’è da mettersi il cuore in pace.
    Bacioni carissima Virginia, ormai le ferie sono finite, lunedì si ritorna!

    • mizaar 7 settembre 2012 / 20:54

      hai la stessa età di mio marito!! 😀 però la tesi di paolo è corretta, varrebbe la pena tentare!

  2. Chit 3 settembre 2012 / 13:55

    Come scritto in altri blog purtropo con i ricorsi non si va lontano, mi sono già informato ai tempi in cui collaboravo con l’Associazione. In questi casi l’unica via d’uscita é la legge di iniziativa popolare, ma servono 50.000 firme almeno per promuoverla purtroppo quindi senza l’appoggio di qualcuno che “veicoli” le energie diventa veramente complesso.

    • mizaar 7 settembre 2012 / 21:02

      magari lo diciamo a tonino! 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...