Ditelo a Monti

Adesso abbiamo il nostro bravo sito dove denunciare gli sprechi. Democrazia fai da te o istigazione alla delazione? Possibile che non si capisca che gli sprechi non sono solo quelli di quattro miserabili ai margini del potere, ma dei tanti, troppi, onorevoli e compari, che prolificando campano alla grande? Per quanti piccoli sprechi si possano denunciare troverebbero sempre il modo di giustificarli. Volete un esempio in piccolo? Nel mio quartiere hanno bonificato un’area comunale per farne un parcheggio – con cancello ad apertura elettronica. L’ufficialità vuole che debba servire ai consiglieri comunali, nei giorni di riunione, per posteggiare le loro auto – i parcheggi nella mia zona sono introvabili. Bene, il parcheggio serve ai consiglieri comunali, altrochè! per parcheggiare sempre: quando vanno al lavoro, quando sono in centro per spese, quando la sera vanno a spasso e l’auto è d’impiccio. Sempre per loro e per i loro parenti, figli, mogli, congiunti lontani – si parcheggia l’auto dell’ospite per una settimana e si va a riprenderla quando l’ospite va via. E ieri pomeriggio hanno montato un dispositivo di sbarramento, per farne cosa? non è dato a sapersi – altri soldi pubblici sprecati, a parer mio. Lo dico a Monti? Lo dico a Mario Pio?

Annunci

35 thoughts on “Ditelo a Monti

  1. fab 3 maggio 2012 / 10:26

    sono disposta a fare anche lo 007 la delatrice degli sprechi, purchè se ne esca fuori…il problema è che anche se servissi loro, su un vassoio d’argento il problema bello risolto, loro non applicherebbero le formulette suggerite…non sono propensi all’autoamputazione dei piedi

    • mizaar 7 maggio 2012 / 20:18

      no fab, che autoamputazione! poi dobbiamo anche pagar loro le protesi! 😀

  2. gabrybabelle 3 maggio 2012 / 10:33

    post perfetto @Mizar ,anche se sono convinta che sia *specchietto per le allodole* l’ho condiviso sul Plus.

    • mizaar 7 maggio 2012 / 20:18

      grazie gabry, gentilissima come sempre! 🙂

  3. in fondo al cuore 3 maggio 2012 / 10:40

    che serva o no io la mia gliel’ho detta, ci hanno chiesto il parere? diamoglielo!!!!! 🙂

    • mizaar 7 maggio 2012 / 20:20

      hai fatto bene silvia. sarà sicuramente la stessa nostra opinione!

  4. Sergio Baldin 3 maggio 2012 / 10:43

    Cara Virginia, l’episodio che hai segnalato qui credo sia più da metter in conto a chi amministra Trani, che non da segnalare ai consulenti dei tecnici.
    A quelli sarebbe una bella cosa, sebbene lo sappiano e facciano un pò lo gnorri, che arrivassero una marea di segnalazioni indicanti il tagli dei costi della politica, quelli che le varie commissioni appositamente nominate non sono riuscite a valutare e quantificare!
    Ce l’hanno chiesto, e noi confermiamole queste cose, che servano anche per chi è poi direttamente interessato, che si preoccupi per il traballare della sua sedia!

    • mizaar 7 maggio 2012 / 20:22

      nel frattempo, come avrai saputo, sono arrivate davvero una marea di segnalazioni! tutto sta a vedere a cosa serviranno. il mio era solo un esempio su come da uno spreco ” piccolo ” e locale si arrivi poi a questioni macroscopiche.

  5. fabio 3 maggio 2012 / 12:02

    taglio drastico alla spese militari…un risparmi di 4 miliardi di euro netti!! Chi avrà il coraggio di farlo????

    • mizaar 7 maggio 2012 / 20:25

      oh bella! e quando ci attaccheranno i beduini nomadi, come faremo a difenderci? 🙂
      ( è una questione davvero seria questa delle spese militari )

  6. barbatustirolese 3 maggio 2012 / 14:37

    Io penso che la osa più utile da tagliare sia la loro testa. Con la ghigliottina!!!

    • mizaar 7 maggio 2012 / 20:28

      un’idea da considerare, caro osvaldo!

  7. amv11 3 maggio 2012 / 17:54

    propongo soluzione Christopher Higgins (RIP): “agiamo tutti come se”. Agiamo come se alla segnalazione di uno spreco, ci aspettassimo una soluzione. Come se pensassimo che dare una soluzione, contribuisca alla soluzione. Come se dall’altra parte ci sia anche una volontà di “autoamputarsi”. Funzionerà. Non saprei. Ma l’alternativa è quella di dargliela vinta in partenza. Se devono farla sporca, che almeno sappiano che non siamo d’accordo. Altrimenti gli rendiamo facile anche trovare una giustificazione morale. E credo che di giustificazioni non ne abbiano bisogno.

    • mizaar 7 maggio 2012 / 20:36

      non so alessandro. ho come l’impressione di essere manipolata, di avere a che fare con persone che poichè mi offrono il ” contentino ” di farmi esprimere una opinione a proposito di faccende universalmente note, pretendono poi da me un atteggiamento di ” comprensione ” nei loro confronti.

  8. sabby 3 maggio 2012 / 21:02

    sono stata sempre contro gli sprechi!!
    mi ritrovo molto nel commento di amv11@i
    facciamo comunque sentire la nostra!!

    • mizaar 7 maggio 2012 / 20:37

      a questo punto ne avranno sentite, altrochè!

  9. lois 3 maggio 2012 / 21:42

    È una devastazione socio/economica senza precedenti. Siamo giunti oggi alla conclusione di un’epoca in cui gli sperperi e gli abusi ci hanno condotto a quello che siamo oggi. Non c’é decreto che tenga, non c’è riforma che ci aiuti! Qui va non tagliata, ma abbattuta la spesa pubblica, vanno mandati tutti a casa. Va tagliata loro ogni agevolazione e ogni beneficio! Ma ci rendiamo conto che un idiota negletto come il trota, giadagnava 12mila euro al mese e dopo due anni (2), ha ricevuto una buona uscita di 40mila euro!!! E c’è gente con due, tre lauree ancora vive (se fortunato) cone precario e senza borse di studio??
    L’ho scritto in diversi vs post. Io credo sia giunta l’ora di reagire, ma temi che cortei ne processioni, servano più a tanto!
    Buona serata

    • mizaar 7 maggio 2012 / 20:41

      lois qualcuno deve aver sentito, se oggi hanno gambizzato l’amministratore delegato dell’ansaldo! però se abbiamo riaperto questo “capitolo” sarà davvero dura! spero che l’esasperazione delle persone sia compresa immediatamente.
      buona serata anche a te

      • lois 7 maggio 2012 / 20:49

        Ebbè, è da mettere in conto anche questo. Purtroppo è un brutto ritorno che non puó non essere messo in conto. Fuori dalla politica, nel mondo reale, nella vita di tutti i giorni, c’è l’esasperazione e lo sgomento, e Lor Signori ancora giocano sulla nostra pelle, tra nomine di supervisori e riforme che tagliano ogni speranza. È un brutto tempo e se non raddrizzano il tiro ci saranno altre brutte cose. Io spero che tutto ciò sia chiaro alla politica. Me lo auguro.

      • mizaar 7 maggio 2012 / 21:12

        auguriamocelo lois, davvero. abbiamo già attraversato una volta gli anni di piombo e non è stato un bel vivere!

  10. giusymar 3 maggio 2012 / 22:02

    sono d’accordo con AMV11. Sempre fare qualcosa, sempre.
    Se mi fossi fatta prendere dal panico in questi ultimi anni, non so dove saremmo ora. Ci sono momenti difficili, molto difficili, ma restare a guardare li renderebbe insuperabili.

    • mizaar 7 maggio 2012 / 20:43

      giusy vorrei che fosse chiaro che non sono in disaccordo sul principio del parlare, del denunciare. ma le cose in italia sono così sfacciatamente evidenti che anche un non vedente sarebbe in grado di percepire l’enormità delle cose!

  11. popof1955 3 maggio 2012 / 22:06

    Oggi alla radio sentivo che per le agende parlamentari (si vede out look non lo sanno usare) rigorosamente in pelle ogni anno spendono quasi € 4.000.000,00 più IVA, e annualmente ne ordinano tra senato e camera

  12. popof1955 3 maggio 2012 / 22:14

    è partito l’invio mentre volevo fare un errata corrige: i milioni annui sono 1,5 (sempre di €) e ne comprano tra senato e camera circa 13.000 con una media di 60 agende a capoccia. Io lo segnalo, è bene che si guardino in casa anziché bussare alle nostre.
    Meglio che non ci penso troppo su, domani vorrei andare a lavorare e qui invece finisce che mi viene il patè d’anima 🙂

    • mizaar 6 maggio 2012 / 11:03

      deve essere gustoso il tuo patè d’anima! 😀

  13. paperi si nasce 3 maggio 2012 / 22:22

    Ho sentito molti commenti negativi a questa iniziativa del sito sul quale segnalare gli sprechi. Io non sono del tutto d’accordo. E’ ovvio che l’individuazione delle aree su cui intervenire è di competenza degli esperti e dei tecnici dei ministeri, ma si tratta pur sempre di un modo attraverso il quale sentirci partecipi, dire la nostra, segnalare qualcosa.
    Noi italiani siamo fatti così: siamo più bravi a lagnarci che a proporre. E in questi ultimi mesi questa cosiddetta ondata di “antipolitica” non fa altro che peggiorare questa situazione… Noi e loro, il popolo e la casta… Li vogliamo vedere morti, ma alle prossime elezioni li rivotiamo.
    L’altroieri ho letto da qualche parte una battuta, che diceva più o meno così: “un italiano su tre dice che la situazione si risolve solo con una rivoluzione. Ma chiede che la facciano gli altri due”

    • mizaar 6 maggio 2012 / 11:01

      federico, il problema sito o non sito rimane, se non decidono di fare quelle riforme necessarie al sistema. e comunque, l’omino per mettere su la pagina web l’hanno dovuto pagare? il personale che legge le proposte dei cittadini devono avere uno stipendio? ne vale la pena?

      • paperi si nasce 6 maggio 2012 / 13:35

        Secondo me, a parte che dovrebbe esserci un ufficio, un dipartimento, un qualcosa che già cura tutte queste iniziative e quindi non dovrebbero esserci costi aggiuntivi (ma su questo non vorrei apparire troppo ingenuo…), ne vale comunque la pena. Dobbiamo fare anche noi la nostra parte e cominciare a fidarci… Mentre lo scrivo sono il primo a non crederci, ma comunque…

      • mizaar 7 maggio 2012 / 21:00

        facevo una considerazione, stamattina, mentre ero al seggio a votare. c’era la prof del figlio piccolo a fare da presidente di seggio. la prof oggi non è andata a scuola – per forza, faceva la presidente! – mio figlio alla prima ora non è andato a scuola, ma nelle ore successive la prof è stata sicuramente sostituita da colleghi ai quali sono state pagate le ore di supplenza. la prof per essere andata a fare da presidente avrà avuto i suo tornaconto in termini economici. ha percepito tuttavia anche il suo abituale stipendio, e il giorno di assenza a scuola non le viene detratto, poichè è un suo diritto essere presidente di seggio elettorale. allora mi chiedevo, quanto c’è costata la prof presidente? come ho fatto i conticini io, stamattina, non potevano farli quelli che assegnano gli incarichi? dovrebbero, gli incarichi elettorali, essere assegnati a giovani disoccupati, non a prof occupate. lo so, magari è qualcosa che va denunciato, ma è un sistema che va avanti da sempre, un pessimo sistema!

  14. kalissa2010 3 maggio 2012 / 22:43

    Questa trovata mi fa venire in mente le riviste nella sala d’attesa del medico: hanno lo scopo di …DISTRARTI! Leggi, sfogli, commenti e non pensi.
    C’è bisogno che noi gli ricordiamo che l’acqua calda ce l’hanno già?
    Ci vogliono far credere che servano i nostri occhi per vedere gli sprechi?
    Senza tener conto che sarebbe come se io volessi insegnare ad un cardiochirurgo come si salva un infartuato.
    Mi sa tanto di presa per i fondelli.
    Gli abbiamo già detto che uno spreco è il finanziamento ai partiti, e se ne sono bellamente infischiati…
    Questa voglia di farci sembrare partecipi non me la bevo e, anzi, mi chiedo, QUANTO DENARO PUBBLICO VERRÀ SPRECATO PER QUESTO SITO/INIZIATIVA PRESA-PER-I-FONDELLI?
    Andrò comunque a visitarlo per constatare come hanno continuato a sprecare e se ci sarà lo spazio per dirgli quello che ho scritto qui…lo farò di sicuro!

    • mizaar 6 maggio 2012 / 10:58

      sanno bene che i soldi stanno nelle tasche dei grandi patrimonialisti, di quelli che portano i soldi all’estero, dei dirigenti, dei politici… meno che nelle nostre! 😦

  15. Sonja A. 6 maggio 2012 / 10:08

    Ben venga l’opportunità di poter dire la nostra, mica serve un tecnico per capire dove stanno buttando le palanche fuori dalla finestra. Peccato solo che pure queste rimarranno solo parole, immagino che il sistema sia andato in tilt per il sovraccarico di proposte.

    • mizaar 6 maggio 2012 / 10:40

      è una forma vetusta di interrogare la ” base ” per prendere provvedimenti in merito – così come faceva il vecchio partito comunista. servisse a qualcosa, come giustamente hai aggiunto!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...