Primo maggio – festa dei lavoratori

Non so per quale ragione ogni volta che penso ai ” lavoratori ” mi viene in mente la scenetta da ” I vitelloni ” in cui Alberto Sordi, squallido nullafacente, insulta dall’alto di un auto in corsa, convinto della propria impunità, un gruppo di operai intenti a lavorare per strada. Ma quando l’auto si ferma per un guasto a pochi metri più in là, gli operai colgono al balzo l’occasione di vendicarsi dell’insulto e inseguono il demente. Ecco, in quella scena si raccontava il disprezzo per una classe operaia che non sarebbe andata in Paradiso e che l’inferno lo viveva in terra. Erano gli anni Cinquanta e l’Italia del boom economico doveva ancora annunciarsi. C’è gente che ancora disprezza il lavoro altrui, è evidente, se allo stato attuale non ci sono tutele per coloro che lavorano, se non nella misura in cui le tutele servono a parare i colpi di una economia che da boom è deflagrata su se stessa negli anni, amen! E il lavoro, che cosa complicata è diventata! Parola difficile come il trovarlo, un lavoro. Buona giornata a tutti, a chi il lavoro ce l’ha, a chi lo cerca e a chi lo ha perso. Come la mia amica, ” gentilmente ” fatta accomodare alla porta, dopo anni di costruzione dell’immagine dell’azienda con enormi sacrifici suoi, con i figli cresciuti da altri. Adesso a cinquant’anni il lavoro non l’ha più. A lei, e alle persone come lei, un augurio più forte e affettuoso.

Annunci

19 thoughts on “Primo maggio – festa dei lavoratori

  1. popof1955 1 maggio 2012 / 10:34

    Occorrerà ritrovare le radici della solidarietà per far ricrescere le nostre piante.

    • mizaar 2 maggio 2012 / 21:10

      è vero paolo, abbiamo smarrito le origini! grazie per la condivisione 😀

  2. The Liù Blog's 1 maggio 2012 / 11:25

    Sono molto demoralizzata! Questi suicidi di persone per bene mi fanno sentir male al cuore e mi fanno anche sentire inutile !
    Concordo con Paolo,se non ri ritrova la solidarietà non usciremo mai più da questo incubo.
    Un caro saluto
    Liù

    • mizaar 2 maggio 2012 / 20:56

      grazie liù per il tuo commento. in effetti tra le persone ricordate nel post ho ” dimenticato ” quelle che per il lavoro sono morte e quelle che, senza più speranze, hanno abbandonato la lotta per la sopravvivenza, ma ritengo che queste persone vadano ricordate ogni giorno, non solo per un momento, ogni volta che noi vivi ci apprestiamo al lavoro, ogni volta in cui ci sentiamo senza stimoli, se non per lamentarci. le persone che non ci sono più dovrebbero essere la nostra guida per andare avanti.

  3. Lilla ... 1 maggio 2012 / 13:23

    mi unisco al tuo augurio … “Buona giornata a tutti, a chi il lavoro ce l’ha, a chi lo cerca e a chi lo ha perso” …

    • mizaar 2 maggio 2012 / 20:44

      buona serata, amica mia. passata la festa i lavoratori stanno tutti come sempre… 😦

  4. in fondo al cuore 1 maggio 2012 / 17:04

    Buona giornata!

    • mizaar 2 maggio 2012 / 20:43

      cara silvia, buona serata, a questo punto! 😀

  5. fab 1 maggio 2012 / 18:27

    già…con la speranza che torni il sole ed il lavoro per tutti..

  6. arielisolabella 1 maggio 2012 / 19:12

    devo dire che e’uno dei motivi per cui ho fatto il libero professionista…non ho mai creduto nel sistema lavoro e gli unici che rispetto profondamente sono i miei clienti…sull’azienda caliamo un pietoso velo…mi associo agli auguri ..che tempi migliori possano(prima o poi…) arrivare!!!

    • mizaar 2 maggio 2012 / 20:42

      è l’augurio che ci facciamo tutti, mia cara. speriamo bene, in tempi più sereni, incrociando le dita! 🙂

  7. fabio 1 maggio 2012 / 22:31

    ok non andremo in paradiso, ma cerchiamo almeno di uscire da questo inferno….

    • mizaar 2 maggio 2012 / 20:35

      quanto mi piacerebbe, fabio, ascoltare buone notizie, almeno una cosa positiva. giorno dopo giorno è un’ecatombe!

  8. Sergio Baldin 2 maggio 2012 / 08:08

    Sembra proprio un controsenso oggi la festa del lavoro.
    Forse dovrebbe essere considerata una festa per avercelo, da parte di chi può essere in questa situazione, per gli altri un’occasione in più, non di sentire il vuoto di qualcosa di importante che manca, ma un’opportunità perchè ci sia piena consapevolezza che è dal lavoro che partono e si basano tante altre cose importanti nella vita, ad iniziare dalla dignità!
    Un abbarccio cara Virginia!

    • mizaar 2 maggio 2012 / 20:33

      hai detto bene, sergio, l’avere dignità si coniuga sicuramente con l’avere un lavoro con tutte le tutele e le garanzie! ricambio il tuo abbraccio e ti auguro una buona serata! 😀

  9. Sonja A. 6 maggio 2012 / 10:13

    Festa del lavoro…è festa per chi ce l’ha. Personalmente l’ho trovata una giornata deprimente, Concerto in primis, con le parole di Bonanni, Angeletti e della Camusso che mi rimbalzavano in testa, e l’eco della Fornero di contrappunto.
    L’unica cosa positiva è stato il giorno di ferie nel quale mi sono dedicata a pensare a come arredare la mia nuova dimora. Ed ho detto tutto.

    • mizaar 6 maggio 2012 / 10:38

      noi ragazze abbiamo lavorato come ogni giorno. e abbiamo detto tutto! 😦

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...