C’è donna e donna

Sembra fatto di proposito per pensare. Certo Miriam Mafai non l’ha fatto apposta, uscire di scena perchè io potessi riflettere sul ruolo delle donne, sull’essere presenti da anni sulla scena politica. Non l’ha fatto apposta perchè potessi fare un confronto con un’altra donna di cui tanto si parla in questi giorni, quella ” buona ” donna di Rosy Mauro. Certo due persone, due donne, imparagonabili. Dove la classe, il rigore intellettuale, l’etica nelle scelte di vita, il pragmatismo di una persona che ha subito la guerra e l’ha vissuta da partigiana, donna dalle scelte controcorrente, femminista fiera, si scontra con la cialtroneria, la confusione mentale, la furbizia sciocca di quelle che si credono impunite e lo sono per davvero fino a trovare sulla loro strada, ben lastricata di denaro pubblico, il primo intoppo, il ” farabutto ” giudice che indaga. Si scoprono così gli altari dedicati al dio Po, che volevano essere idealmente proletari e si sono rivelati concretamente borghesucci dedicati al dio Denaro. Miriam Mafai forse avrebbe fatto dell’altra donna un ritratto incisivo, tenendo per buono quello che ebbe a dire tempo fa ” il mondo è cambiato, in peggio o in meglio non importa, è qui che dobbiamo vivere… con la fretta del mestiere, ma sempre, mi sembra di poter dire, con onestà”. Una lezione di vita che dobbiamo fare nostra, da contrapporre alle scelte facili e disoneste.

Annunci

10 thoughts on “C’è donna e donna

  1. popof1955 10 aprile 2012 / 22:54

    Se non avessi pubblicato un post da pochi minuti ti farei un reblog.

  2. Sergio Baldin 11 aprile 2012 / 07:49

    Le esperienze di vita, sopratutto quelle forti e coinvolgenti, che mettono a prova e forgiano le proprie convinzioni, generano figli differenti, a seconda di quanto esse stesse siano differenti.
    E’ un accostamento nemmeno da farsi, tanto diverse sono le circostanze che hanno fatto emergere ad un ruolo di risalto pubblico questo due donne, delle quali oggi vien spontaneo far l’accostamento.
    Sermbra che per la Mauro nemmeno un pur tardivo scatto di orgoglio e dignità sia avvenuto, così da perdere anche la residua fiducia in chi finora l’avrà, prima elevata e poi sostenuta.
    Però qui io distinguerei fra comportamenti di pochi, forse con eccessive deleghe e fiducie in bianco, rispetto ad una base, forse facile da imbonire, però sempre idelista e fiduciosa.
    Questo in ogni caso, anche per altre situazioni analoghe, frutto di disinvolte, irresponsabili e disoneste manovre di alcuni, pochi, rispetto a tutti coloro che in questi avevano sempre creduto e si sono trovati smarriti per quanto avvenuto. Preciso che non sono leghista!
    Ciao cara Virginia, un abbraccio e buona ripresa coi tuoi impegni!

    • mizaar 16 aprile 2012 / 21:28

      penso che le ” basi ” siano sempre più smarrite e schifate, in questi ultimi tempi, sotto ogni bandiera!

  3. fab 13 aprile 2012 / 20:03

    ho sempre prestato molta attenzione agli articoli della Maffai, i suoi interventi nei dibattiti su LA7.
    Donna di pregio, mi sconforta non vedere all’orizzonte persone di simile levatura.
    Hai sentito l’ultima della super rifatta?? la Iotti, per lei, fa il palio con la Minetti

    • mizaar 16 aprile 2012 / 21:29

      è il silicone che le ha dato alla testa! 😀

  4. duhangst 16 aprile 2012 / 14:24

    Adoravo sentirla parlare…
    Era stringata ma mai banale.

    • mizaar 16 aprile 2012 / 21:01

      mai banale, hai detto bene du’!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...