Storie nella storia – dell’arte

Il figlio più piccolo sta studiando storia dell’arte. ” Butto un’occhio ” e mi trovo al cospetto della Crocifissione del Polittico di Pisa del Masaccio. Commento del figlio: < Quant’è brutto ‘sto Cristo senza collo! > Ma sta studiando dall’Argan e sono sicura che tra poco cambierà idea. Però gli dico: < Dovresti leggere ” Le vite ” del Vasari! > < Vasari chi? > < Giorgio, aretino, vissuto nel Cinquecento… ne ” Le vite dei più eccellenti pittori, ecc. ecc. ” ha raccontato degli artisti vissuti a Firenze durante il Rinascimento e oltre. Il primo compendio, in pratica, di storia dell’arte! > < E come è scritto? > Mi viene da dirgli in Cinquecentese, ma ripensandoci si potrebbe dire in Mollichese – da Vincenzo Mollica. L’avete presente il Mollicone nazionale? L’avete mai sentito parlar male di qualche artista da lui intervistato? Be’, lo stesso faceva Vasari. Tra le cento e passa vite di famosi e non, gli fosse mai andato di traverso una pennellata, un archivolto! I prodromi del buonismo affondano le radici nella storia dell’arte! 😀

Annunci

28 thoughts on “Storie nella storia – dell’arte

  1. Lilla ... 10 febbraio 2012 / 21:56

    È un’arte pure quella di non parlare MAI male di nessuno … Chissà, però, cosa pensava realmente Vasari o cosa pensa Mollica!!!
    È un’arte che, ahimè, non mi appartiene … Quello che penso, mi si legge in faccia … Anche quando sto zitta (cosa rara!!) 🙂

    • mizaar 11 febbraio 2012 / 19:16

      la diplomazia è un’arte mooolto faticosa! specie se hai a che fare con tome come michellemabelle! 😀

      • Lilla ... 11 febbraio 2012 / 20:03

        Decisamente non potrò MAI intraprendere la carriera diplomatica … 🙂 … Me ne farò una ragione (e dovrà farsela pure Michellemabelle e quel bruttimbusto … Ops … bellimbusto del suo capo!!! Vedi???? Non mi riesce proprio!!) 🙂

      • mizaar 11 febbraio 2012 / 20:32

        e c’hai ragione lilletta mia, c’hai proprio ragione! 😀

      • Lilla ... 11 febbraio 2012 / 21:04

        Eh eh eh … 😉

  2. cordialdo 10 febbraio 2012 / 23:05

    Sarò dissacrante ma, a mio avviso, tuo figlio ha ragione.Esteticamente, questo Cristo “senza collo” è proprio brutto!
    Ciao. Buona notte.

    • mizaar 11 febbraio 2012 / 19:31

      caro osvaldo in realtà il tommaso da castel san giovanni detto masaccio – non aveva un brutto carattere, non proprio, ma il vasari, sempre lui, racconta che fosse un noncurante, un ingenuo, e nella firenze mercantile probabilmente ciò costituiva una evidenza negativa. da qui lo spregiativo masaccio, non certo per quel cristo decollato! – insomma il masaccio che non improvvisava nulla e che era arrivato all’arte con calma, senza aver fatto la gavetta in qualche bottega famosa, lui quel cristo lo aveva pensato prospetticamente. lo si doveva vedere dal basso in alto, così che la testa sarebbe stata aggettante e perfetta – in fondo il cristo era morto e la testa non doveva essere proprio dritta! la resa prospettica nei dipinti era ai suoi esordi e masaccio ne è stato uno dei padri. in seguito ha dipinto la bellissima trinità di santa maria novella http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/d/d2/Masaccio%2C_trinità.jpg
      questo affresco può darti, probabilmente, un’idea diversa dell’arte di masaccio.
      « Quello che vi è bellissimo, oltre alle figure, è una volta a mezza botte tirata in prospettiva, e spartita in quadri pieni di rosoni che diminuiscono e scortano così bene che pare che sia bucato quel muro. »
      (Giorgio Vasari, Vite de’ più eccellenti pittori, scultori e architettori, 1568)

    • mizaar 11 febbraio 2012 / 19:36

      già, le mamme non si scelgono! ( grazie ! ) 😀 e io sono stata fortunata ad aver avuto una prof di storia dell’arte – agli inizi dei miei studi – che ha fatto un lavoro bellissimo con una sua alunna particolarmente curiosa!

  3. unpodimondo 11 febbraio 2012 / 00:14

    Il Vasari era pittore e architetto alla Corte dei Medici e fece un compendio il cui scopo era dimostrare che gli artisti fiorentini avevano scoperto e lanciato il Rinascimento in tutta Europa… tanto che il compendio non fu obiettivo ma molto di parte a favore dei toscani (e ve lo dice un fiorentino). Più che un Mollica era quasi un Ferrara!

    • mizaar 11 febbraio 2012 / 19:38

      oddio, mi garbava di più il paragone col mollicone! ( però, a pensarci bene, la stazza non è acqua! 😀 )
      non che avesse tutti i torti messer giorgio, per tanto tempo la bella fiorenza è stata il centro del mondo – dell’arte!

      • unpodimondo 12 febbraio 2012 / 21:59

        Pare che nelle prime edizioni delle “Vite” il Vasari dimenticasse totalmente tutti i pittori veneti… Nelle successive edizioni aggiunse giusto Tiziano perchè proprio non poteva fare a meno di citarlo…

      • mizaar 13 febbraio 2012 / 10:42

        se non sbaglio dovrebbe esserci anche giorgione, ma anche una scultrice bolognese, qualche francese… insomma una insalatona con prevalenza di erbette locali! 😀

  4. Harielle 11 febbraio 2012 / 09:27

    Va be’, ma in fondo Vasari commentava le vite dei migliori pittori, no? Come poteva criticarli se tutti avevano contribuito alla storia dell’arte con il loro ingegno e li rimirava come un invasato dalla sindrome di Sthendal? E chissà quanti altri pittorucoli sono stati scartati, considerati non degni di entrare nelle Vite. Una domanda però mi si pone: nel ‘500 i libri si presentavano come quelli di Vespa? brrr….e non è solo il freddo…

    • mizaar 11 febbraio 2012 / 19:42

      mi auguro di no, cara harielle! provo ad immaginare un cosimo de’ berlusconi presenziare al lancio pubblicitario del volumone di vespon vasari detto giorgio! 😀

  5. paperi si nasce 11 febbraio 2012 / 16:25

    Mollica, Ferrara, Vespa… Mi avete distrutto il Vasari… 🙂
    Comunque per quanto riguarda il Mollicone nazionale, sentendo le sue interviste mi è venuto più volte da pensare che sarebbe bello rivedere in parallelo e in simultanea un certo numero di interviste a vari personaggi: ho la sensazione che attribuisca a tutti quasi sempre le stesse doti, e faccia gli stessi complimenti…

    • mizaar 11 febbraio 2012 / 19:44

      è vero papero, i complimenti sono sempre quelli e non è solo una tua impressione. mi viene il sospetto che il personaggio conosca giusto quattro o cinque aggettivi qualificativi!! 😀

  6. Sonja A. 12 febbraio 2012 / 14:21

    Peccato non essere vissuta in quell’epoca, sai che stroncature? 😉

    • mizaar 13 febbraio 2012 / 10:47

      ma dove avresti potuto ” commentare ? per bettole come faceva dante? una divina commedia versione sonja, però, me la vedo! 😀

  7. Adelaide 12 febbraio 2012 / 21:15

    ah, l’arte, quanto mi manca…buona settimana mia cara!

    • mizaar 13 febbraio 2012 / 10:43

      è vero fra’, una volta che hai appreso l’arte… 😀
      buon inizio settimana anche a te, cara!

  8. Sergio Baldin 13 febbraio 2012 / 08:32

    Ciao cara Virginia, vedo che con la storia dell’arte hai avuto un buon rapporto ed ora ti è rimesto un bel ricordo, che è bello tu mantenga e non sarò certo io, che non credo di intendermene ad entrare in merito al quadro del Masaccio con inopportune valutazioni.
    Invece su Mollica, credo proprio tu abbia ragione nel ritenerlo uno che vede dei fenomeni nelle persone che intervista, esagera pure con quelli che un pò speciali lo sono già, come ad esempio con Fiorello che sembra sia una divinità, mentre è solo un comico simpatico (opinione mia).
    Ciao e felice inizio di settimana!

    • mizaar 13 febbraio 2012 / 10:38

      sono confortata dal fatto che non sono l’unica a reputare mollica un mollicone – nel senso di un mollica lumacone che sbava su i suoi ” soggetti ” preferiti!
      sì, hai proprio ragione. fiorello non è che un simpaticone!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...