Libri e mestieri

Sfoglio un catalogo di novità ” libresche ” – mi arriva puntualmente ogni mese, come una cambiale, nella speranza che mi convinca ad acquistare… ma con ‘sti chiar di luna! 😦 Insomma  sfoglio e leggo: Lo scalpellino, Il predicatore, L’addestratore, L’esecutore, Il suggeritore, L’enigmista, Il superstite, L’allieva. Intere categorie di onesti artigiani, fini dicitori, esimi cruciverbisti, splendide scolare presi in mezzo – come si dice da queste parti – e trasformati in mostri. Ma si può? E i sindacati di settore che dicono? 😀 Scherzi a parte, notavo proprio questa estrema sintesi nei titoli dei gialli che alla fine, sembrano assomigliarsi un po’ tutti, creando scompiglio nella mente di chi deve barcamenarsi nell’acquisto e nel ricordo della lettura fatta. Volete mettere quei bei titoloni alla Simenon? Le signorine di Concarneau, Jeumont 51 minuti di fermata, Il caso del boulevard Beaumarchais, Il delitto della signor Pontreau… belli, chiari chiari, che uno sa cosa va a leggere! 😀 E tanto per dire, alla fine del catalogo trovo: I Papi e il sesso. Un ennesimo libro sulle vicende bunga bunga? Macchè ” da San Pietro a Benedetto XVI, duemila anni di segreti e peccati nel cuore stesso del Vaticano”. E avete ancora il coraggio di parlar male di Berlusconi? 😀

Annunci

25 thoughts on “Libri e mestieri

  1. cordialdo 11 gennaio 2012 / 20:47

    Il Vaticano che conosce la propria storia e le proprie sconcezze, infatti, si è ben guardato di criticare Berlusconi. Tutto ha un prezzo per la chiesa, incominciando dalla morale per finire ai sacramenti dei vivi e dei morti!

    • mizaar 11 gennaio 2012 / 20:51

      e che prezzi! quando vai in chiesa per un qualsiasi sacramento ti dicono: faccia un’offerta! e poi ti guardano malissimo se l’offerta non si livella alle loro aspettative.
      ( però la famiglia cristiana ha criticato berlusca! 😀 )

  2. in fondo al cuore 11 gennaio 2012 / 20:48

    Chi è senza peccato scagli la prima pietra!….come si suol dire, buona serata Rosalba, un abbraccio!

    • mizaar 11 gennaio 2012 / 20:55

      le pietre gliele scaglierei ben volentieri sulla cucuzza, ai sepolcri imbiancati! 😀
      buona serata anche a te, carissima!!

  3. giusymar 11 gennaio 2012 / 20:50

    E’ vero, anch’io ho notato una mancanza di originalità nei titoli…oltre che a volte nei contenuti.
    Infatti se si prova a mettere in titolo in “aNobii” escono un’enormità di possibilità…e allora ecco che l’autore è dobblico per un filtro più appropriato.
    Se posso consigliare un bel libro anche un pò diverso dal solito
    L’UOMO CHE NON POTEVA MORIRE di Timothy Findley
    http://www.anobii.com/books/Luomo_che_non_poteva_morire/9788854504301/011f7df7e9ef3d55d4/

    • mizaar 11 gennaio 2012 / 20:54

      grazie per la ” dritta ” giusy! t’è arrivata la mail di marsilio sulla nuova iniziativa a proposito del libro ” la verità del serpente”? se t’arriva poi mi dici che cosa hai capito tu… io non so che cosa vogliono! 😦

  4. Harielle 11 gennaio 2012 / 21:05

    C’è poca inventiva o si pensa che il lettore di fronte a titoli complicati se ne scappi a gambe levate? La domanda è importante, tutto sta a sapere se ci considerano di poco sale in zucca o se lo siano loro…
    Personalmente ho sempre amato i titoli complicati, ma io sono un caso perso, mi piace tutto quello che si complica, dai libri agli elettrodomestici, dagli uomini agli animali…lasciatemi perdere, editori, non faccio “testo”
    Ciao, bella lettrice.

    • mizaar 12 gennaio 2012 / 18:52

      allora, probabilmente, ti potrebbero piacere questi titoli:” Storia controversa dell’inarrestabile fortuna del vino Aglianico nel mondo ” oppure ” La vedova, il Santo e il segreto del Pacchero estremo ” entrambi fanno capo a due gustosissimi romanzi di gaetano cappelli, lucano di potenza, dove vive e lavora e scrive. un titolo complesso attira più che altri, sono d’accordo con te! baciuz! 😀

  5. Fabio Cuzzola 11 gennaio 2012 / 21:34

    per superare la crisi…..con il nostro stipendio e la voglia di leggere… per comprare qualche libro ti consiglio gli ebook

    • mizaar 12 gennaio 2012 / 18:53

      eh caro fabio, sono anni che scrivo di ebook, in questo spazio. perchè effettivamente alcuni costano davvero poco! 😉

  6. strangethelost 11 gennaio 2012 / 22:56

    Ciao Rosalba,sono Liù l’incosciente 😉 e non la coraggiosa 🙂 perchè se ci ripenso a 42 anni di distanza vedo solo una bambina che si credeva donna!! Ma non rimpiango niente a parte un pò di adolescenza mancata !!
    Sono una vorace lettrice anch’io ,e tutti i mesi mi arrivavano “”Le Notizie Letterarie “” del Club degli Editori,ma dato che se un libro mi piace lo compro subito con il Club dovevo aspettare 6 mesi prima che lo mettessero nel catalogo, allora ho fatto disdetta!
    E’ solo una mia impressione ?! O negli ultimi 5 anni se vai in libreria c’è un proliferare di scrittori svedesi !? E se cerco un buon libro c’è solo abbondanza di storie di vampiri e company?!
    Io amo molto i Thriller che alterno con qualche romanzo della Kinsella,ma quando leggo il risvolto di copertina mi sembra di leggere qualcosa di già letto!! Il più delle volte esco senza aver comprato perchè non ho trovato niente di originale:
    Perdonami questo lungo commento ma quando si parla di libri non so resistere.Nel commento sopra al mio Fabio Cuzzola consiglia gli ebook,ma ho letto da qualche parte che costano ancora quasi quanto un libro di carta ,lui dice che invece sono più economici ,dove stà la verità perchè agli ebook sarei interessata ma non ho ancora comperato la Tablette per questo motivo !!
    Un abbraccio da una tua nuova lettrice 😀 Liù

    • strangethelost 12 gennaio 2012 / 13:49

      Scusa ! Credevo che il tuo nome fosse Rosalba !! Virginia è un nome stupendo 😀

      • mizaar 12 gennaio 2012 / 19:05

        mi chiamo in effetti rosalba. virginia è un nom de plume che fa pendant con il titolo del blog e si richiama a virginia woolf la mia scrittrice preferita. virginia è, effettivamente, un nome splendido! 😀 se avessi avuto una figlia femmina… maschi due, lasciamo stare! 😦

    • mizaar 12 gennaio 2012 / 18:59

      benvenuta liù, è un vero piacere averti qui! 😀
      gli ebook, rispetto ai cartacei costano qualche euro di meno, ma sono ” deperibili ” nel senso che se hai con i libri un legame ” carnale ” l’ebook non lo soddisfa. magari per qualcosa a cui tieni di più ti conviene senz’altro acquistare il libro di carta. se scorri il blog in basso c’è un widget della mia ” biblioteca ” virtuale su anoobi. non è ancora completa, ma ti accorgerai, dal numero di libri che ho catalogato, che anch’io amo leggere come fai tu! quando vuoi torna a leggere le mie sciocchezze, mi fa davvero piacere. ciao! 😀

  7. Sergio Baldin 12 gennaio 2012 / 08:21

    Ciao Virginia, preferisco parlar di libri che di scandali ed ipocrisie, perchè i primi sono da sempre il mio argomento preferito, anzi, aggiungo che se sono entrato in questo mondo virtuale, il merito o la colpa la debbo proprio ai libri!
    Hai ragione che con i titoli di oggi si rischia di non ricordare più di chi era uno o l’altro, se lo si è letto e com’era. Io preferisco memorizzarli per autore, sebbene anche questo non sia un compito facile e per tal motivo mi sono organizzato con una biblioteca informatizzata (persono per i prestiti).
    Però il problema rimane e faccio l’esempio di Frederick Forsythe che far i suoi titoli ha:
    Il pilota, Il negoziatore, Il simulatore, Il veterano, Il vendicatore, L’Afghano, Il cobra.
    Tutti titoli semplici, ma per questo più facilmente confondibili con altri.
    Però l’insidia maggiore che mi è capitato di trovare è la diversa traduzione, a livello di titolo, di uno stesso libro, se pubblicato da Case Editrici diverse.
    Comunque di quelli da te citati i primi due sono di Camilla Lackberg, ed il secondo, Il predicatore, l’ho letto e non è affatto male.
    Buona lettura amica mia, se hai bisogno di informazioni su libri conta pure su di me!
    Un grande abbraccio, ciao!

    • mizaar 12 gennaio 2012 / 21:10

      grazie sergio, per la disponibilità nei consigli di lettura. di tanto in tanto ti renderai conto, ora che mi segui con frequenza della mia ” predisposizione ” congenita alla lettura. potremo così scambiarci i pareri e i titoli dei libri! 😀

  8. Carlo 12 gennaio 2012 / 14:44

    Purtroppo la questione dei Titoli nei libri è assai drammatica, non so se si arriverà ad un punto, ma credo che stiamo quasi al culmine.

    • mizaar 12 gennaio 2012 / 21:11

      non la vedo così tragica. anche i titoli risentono delle mode e adesso è questo ciò che il mercato offre e, probabilmente, vuole!

  9. duhangst 12 gennaio 2012 / 15:27

    Hai capito i papi… Stai a vedere che tocca riabilitare B. o_O

    • mizaar 12 gennaio 2012 / 21:12

      mai dire mai, caro du’! 😀

  10. Fabio 12 gennaio 2012 / 20:42

    Ma perchè a me non arrivano a casa questi giornalini???

    • mizaar 12 gennaio 2012 / 21:13

      perchè, caro fabio, ti devi iscrivere ad un club del libro oppure devi essere presentato da un amico, chè di questo si tratta! 😀

  11. arielisolabella 12 gennaio 2012 / 21:10

    alcuni dei te citati li ho anche..letti! e mi son piaciuti…sull’originalita’dei titoli “moderni”specie di origine nordica stendiamo un velo pietoso cmq anche a me e’arrivato l’email di martina vedi sig ina marsilio ed ho capito che si aspetta da noi idee sul modo di pubblicizzare l’ebook citato attraverso i modi piu’svariati..io sono ammazzata dal lavoro percio’abbozzo!bacione grosso
    n.b…ho gia’ la recensione della signora in gabbia………..da fare!!!

    • mizaar 12 gennaio 2012 / 21:15

      l’ho terminato anch’io il libro sulla disgraziata merete. ma quanto a recensirlo… abbozzo pure io, ma la povera martina non ce ne manda più ebook aggratis! 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...