La regina è nuda

Stamani alla seconda ora sostavo nell’atrio in attesa che il babbo – al secolo il dirigente scolastico – finisse di pelare le gatte che in quel momento lo tenevano impegnato – due genitori furenti, vattelapesca per quale ragione. Nel mentre arriva fuori della grazia di Gesù una collega Italiano con a seguito una signora. Italiano mi guarda e chiede: C’è il preside? Devo parlare con lui! La guardo a mia volta e le dico che sono lì in attesa per la stessa ragione e che dunque, babbo c’è, ma ho diritto di precedenza poichè sono lì da un po’. Lei ribatte che ha urgenza di ” conferire “, un po’ per curiosità, un po’ per gentilezza le fo: Cosa t’è successo? E non l’avessi mai chiesto!! Gridando ha cominciato a raccontare il trascorso: qualche minuto prima stava passando davanti alla scuola quando dall’alto le è piovuto: La F. puzza!! Per educazione non ho riso, ma come dare torto alla voce della verità? In effetti la collega spussa e la signora accompagnatrice – che ho scoperto essere la testimone del misfatto – si manteneva a debita distanza. Il preside è accorso e ha fatto la sua parte. Ha detto alla collega di lavarsi? Nooo, magari! Ha rimproverato i ragazzi e probabilmente ha preso qualche decisione a livello disciplinare. Quei poveretti, per una volta che l’avevano fatta giusta! Come nelle fiabe la regina è nuda, ma bisogna fingere che non lo sia. Però un conto è la vista ed un altro l’olfatto. Provate a stare voi in apnea per tre ore di fila, mentre Italiano si adopera in racconti e spiegazioni. Mado’! 😀

Test dell'ascella docente: un nuovo indirizzo programmatico, della Gelmini, per la scuola del Tremila?
Annunci

19 thoughts on “La regina è nuda

  1. Charlie68g 7 novembre 2011 / 21:22

    ho una collega che ha un problema simile e purtroppo nessuno di noi ha il coraggio di dirglielo. Non è che mi presti qualche alunno per qualche giorno? 🙂

    • mizaar 7 novembre 2011 / 21:47

      te ne mando quanti ne vuoi! 😀

  2. Fabio 7 novembre 2011 / 22:00

    Puzzare è una cosa bestiale… ma come si fa però a non accorgersene?
    Si è assuefatti??

    • mizaar 10 novembre 2011 / 19:46

      sì fabio, confermo: la tua puzza non la senti!!!! 😦

  3. duhangst 8 novembre 2011 / 11:22

    Quando il raffreddore diventa il tuo migliore amico..

    • mizaar 10 novembre 2011 / 19:47

      eh, lo vorresti sempre con te! 😀

  4. Cle 8 novembre 2011 / 14:00

    Noi avevamo un probelma simile con una collega tempo fa.
    Ho scritto una lettera, molto educata e con tuttoil tatto possibile in queste circostanze, le ho detto che c’era questo problema.
    Dopo un po’ il problema è stato risolto.
    Certo… magari ci è rimasta un po’ male, ma….
    io vorrei mi si dicesse.
    Che cacchio!!!

    • mizaar 10 novembre 2011 / 19:50

      non sai con chi abbiamo a che fare. questa è una persona da corsi di filosofia, mica necci! vuoi che stia a perdere tempo con l’acqua? 😀 i filosofi nell’antica grecia si depilavano, facevano passeggiate peripatetiche, non si riporta nei testi antichi che facessero uso dell’acqua. e lei così fa! 😀

  5. Lilla ... 8 novembre 2011 / 14:14

    Noi abbiamo la famosa ‘Michellemabelle’ che indossa la stessa maglia per tutta la settimana … Per nostra fortuna non puzza … Però, che cacchio, le ‘patacche’ (macchie) si vedono tutte e, non è carino … Anche l’occhio vuole la sua parte!!! 🙂
    Ps: un ex collega diceva: ‘di puzza non è mai morto nessuno’ … Sarà … Non farà morire, ma fa star male!!! 🙂

    • mizaar 10 novembre 2011 / 19:52

      hai capito la michelle! puah! di puzze e affini ne abbiamo parlato spesso, eh? 😀

  6. Fabio Cuzzola 9 novembre 2011 / 20:15

    l’uomo adda puzza la donna nooooo…in ogni caso a parte gli scherzi W le lezioni all’aperto.

    • mizaar 10 novembre 2011 / 19:52

      ma anche all’aperto se tira vento al contrario… bisogna premunirsi di molletta nasale! 😀

  7. paperi si nasce 9 novembre 2011 / 22:30

    Poveri bambini…
    Io avevo un capo, con questo “problema”…
    Mi ricordo ancora quando in una trasferta all’estero eravamo stati a lavorare fino a tardi nella mia camera e dopo, per cambiare aria, essendo le finestre sigillate, ero stato costretto a mettere il condizionatore a palla per mezz’ora… Che gelo! 🙂

    • mizaar 10 novembre 2011 / 19:53

      e che non me lo ricordo il tuo boss? c’hai fatto un post che si annovera negli annali dei blog! 😀

  8. Maggie May...be 10 novembre 2011 / 19:00

    Mi ricordo che quando ero una studentessa i professori con “odori particolari” erano sempre oggetto di scherno da parte di tutta la classe. Io posso capire un fumatore incallito che sa di fumo: non è piacevole, ma non è nemmeno tanto semplice da gestire; posso capire chi ha malattie della pelle che fanno sudare oltre misura e per le quali non esistono deodoranti abbastanza “a lunga durata”; ma al di là dell’igiene personale… se hai un lavoro a contatto col pubblico (per di più un pubblico con pochi peli sulla lingua come i ragazzi) una soluzione si deve trovare!

    • mizaar 10 novembre 2011 / 19:55

      lascia perdere susy, ci sono eccome i presidi medici a lunghissima durata, l’ho sperimentati sui miei figli. e funzionano alla perfezione!!! 😀
      effettivamente è ” uno schiaffo a cristo ” sostere in camere a gas con colleghe puzzone! 😀

  9. Sonja A. 12 novembre 2011 / 11:16

    Sono ipersensibile ai cattivi odori e li fiuto a miglia di distanza. Questo è uno di quei motivi per cui evito di frequentare i mercati rionali soprattutto nella bella stagione, e gli ipermercati a una certa ora del sabato. Mi disgusta pure l’afrore di certi cappotti levati dall’armadio dove è stato piazzato il pestilenziale ‘Orphea salvalana’, quindi figurarsi se mi devo trovare a tu per tu e per un tot di tempo con qualcuno che ha litigato con sapone e affini.
    Potrei morire….
    A me la selvaggina, le verdure e il baccalà piacciono esclusivamente nel piatto. 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...