I Down a Gardaland sono down

Marco Un po’ di mondo in un commento precedente mi ha segnalato un post davvero interessante. L’articolo è a nome di Antonella, la blogger di AT21, sito dedicato per intero all’attività che Antonella svolge con le persone affette da Sindrome di Down. Cito in parte:

 Hai la sindrome di Down? Non sali sulla giostra!  

Trisomia 21 Firenze insieme al CoorDown (Coordinamento Nazionale Associazioni delle persone con sindrome di Down) del quale fa parte, ritiene chiusa la fase interlocutoria di trattativa, avviata con la Direzione Generale  del parco divertimenti Gardaland e, alla prossima assemblea, voterà per dar via libera alla procedura legale.
Obiettivo della trattativa era quello di arrivare a una soluzione condivisa rispetto alle gravi discriminazioni ai danni delle persone con sindrome di Down, alle quali è sistematicamente vietato l’accesso a numerose attrazioni dagli addetti alla sicurezza del parco.
La non idoneità, da parte degli addetti, viene stabilita esclusivamente in virtù dei tratti somatici…

Sono rimasta basita! E credetemi di fatti discriminatori ne ho visti – e ne ho vissuti, di rimando – in abbondanza, ma una cosa simile va davvero denunciata. E soprattutto va boicottato Gardaland. Penso a D. il mio alunno Down che monta a cavallo, svolge numerose attività sportive, ha una autonomia sociale spiccatissima… immagino la sua reazione nel dirgli: Tu non puoi andare sulla giostra dei cavallini pazzi! Be’, sono sicura che troverebbe il modo di fare una sonora pernacchia a chi intende impedirglielo! Marco suggerisce, nello stesso post di Antonella:

– la prossima settimana Gardaland è aperta per la festa di Halloween: fissiamo un giorno e facciamo tutti un post per dire che con i ragazzi down il parco è veramente “mostruoso”…

– oppure per le aperture natalizie facciamo dei post per dire che a Gardaland Babbo Natale non porta regali per i bimbi down…

– per la primavera prossima una campagna del tipo “Se non sale il mio amico down non salgo nemmeno io… ”  

Annunci

59 thoughts on “I Down a Gardaland sono down

  1. arielisolabellaariel 20 ottobre 2011 / 19:53

    e’strano ..quando sono andata io con mia figlia c’era un gruppo di ragazzi/e down che ha girato su tutte le giostre senza problemi!!!…non capisco.

    • mizaar 21 ottobre 2011 / 06:51

      eppure ariel, è in corso una querelle tra l’associazione ” trisomia 21 ” di firenze e gardaland. puoi dare un’occhiata tu stessa linkando il riferimento citato nel post

  2. Fabio Cuzzola 20 ottobre 2011 / 20:09

    tienimi aggiornato per eventuali pressioni sul Parco di Gardaland.

  3. duhangst 21 ottobre 2011 / 10:53

    Mi associo a qualsiasi forma di protesta si voglia attuare..

  4. unpodimondo 21 ottobre 2011 / 11:51

    Intanto ti ringrazio per aver fatto subito un post. Con Antonella stiamo lavorando al post “mostruoso”… vi terremo tutti informati….

    Antonella ha aggiornato stamani il suo post con due link che parlano delle discriminazioni: un file tratto da Libero.it e l’altro da Affariitaliani.it Se vi interessa conoscere tutta la storia, col protocollo firmato dai parchi, è tutta riassunta sul sito nazionale del Coordown ( questo è uno degli articoli ma ce ne sono anche altri http://www.coordown.it/index.php?option=com_content&view=article&id=251:articolo-3-c1&catid=40:in-primo-piano)

    Grazie

  5. kalissa2010 21 ottobre 2011 / 18:35

    Non ci posso credere!
    Ma come?
    Io progetto edifici AGEVOLI, ossia fruibili da TUTTI (non solo persone con disabilità) e Gardaland fa problemi ai down? Se fossero preoccupati per la loro “salute” basterebbe un certificato medico…che poi, a ben pensare, chi garantisce che una persona apparentemente sana non possa schiattare su una giostra per una ragione imprevedibile? Boicottiamo! SIIIII! Fatemi sapere!

  6. popof1955 23 ottobre 2011 / 00:29

    Purtroppo non è solo Gardaland con i suoi stupidi impedimenti, è tutto un meccanismo che si sta mettendo in atto, come denunciava a gennaio Paolini con il suo spettacolo.
    Aderisco anch’io all’iniziativa che si riterrà opportuno attuare, perchè non è possibile che un ultrasettantenne danaroso e con compiti istituzionali possa pretendere di frequentare ragazzine e poi impedire ad un giovane desideroso di vivere, di salire su una giostra.
    A meno che questo non sia un espediente per fare in modo che i diversamente abili non infastidiscano con la loro presenza i normodotati, e il tutto viene mascherato dalla sicurezza per la loro incolumità.

  7. Sonja A. 24 ottobre 2011 / 15:19

    Per me, Gardaland può chiudere al volo. Io non vado a riempire le tasche degli ignoranti.
    Tienimi info!

  8. Lilla ... 25 ottobre 2011 / 10:07

    Certe cose, mi stupiscono sempre … Mi sa che non sono ‘normale’!!! Attendo notizie su ‘cosa’ e ‘come’ fare!!! Far chiudere Gardaland???? Perché no!

  9. mizaar 25 ottobre 2011 / 19:28

    cari amici, come è evidente la diversità costituisce ancora una spina nel fianco di questa società strutturata sull’unico pensiero convergente possibile, quello dell’emarginazione. e pensare che i down, tra le ” categorie ” di diversamentye abili, costituiscono il lato ” allegro ” della faccenda. sono ragazzi che provocano, nella maggior parte delle persone, una simpatia immediata! pensate invece alle ” stranezze ” di un autistico, oppure ad un tetraplegico in carrozzella, quelli sì che vengono guardati con il dubbio che siano persone inavvicinabili, sempre e comunque! con la restrizione delle risorse pubbliche sarà sempre peggio. giorno per giorno assistiano nella scuola a cose turche, per non parlare a livello sociale con i disabili adulti. appena ci sarà l’input da parte di marco e di antonella partiamo con un post ” a reti unificate “. ci sarà il modo di far cambiare idea a questa gente!

  10. unpodimondo 25 ottobre 2011 / 23:17

    Per quanto riguarda la mia parte ti ho già risposto nel mio blog… basta rispettare la Creative Commons… Per il resto senti Antonella…

  11. Tore 27 ottobre 2011 / 11:39

    Off topic

    Sei stata fortunata Prof, hai visto Fivelandia ( le 5 terre) appena prima che diventassero le 3 terre.

    • mizaar 27 ottobre 2011 / 17:16

      è vero tore, e ne sono immensamente dispiaciuta. vedere quelle strade così belle e caratteristiche cariche di fango e di morte mi ha fatto venire le lacrime agli occhi. ma come è possibile che in questo cavolo d’italia appena piove un secchio d’acqua in più casca tutto? mi viene in mente anche quello che è successo in sicilia nemmeno un anno fa. mi vengono in mente le lacrime e la disperazione dell’amica kali! crolla tutto e non solo metaforicamente!

      • kalissa2010 31 ottobre 2011 / 16:22

        E pensare che io le 5 terre non le ho mai viste…
        In questi giorni sto rivivendo l’incubo.
        Inoltre “giù” piove…
        Un abbraccio, da questo blog, a tutti gli amici in lotta con il fango e l’imbecillità.
        Coraggio…

      • mizaar 31 ottobre 2011 / 21:09

        e giù in sicilia non hanno ancora riparato nulla, così come a ginosa marina e in tante altre parti d’italia! ripeto: crolla tutto!

  12. accantoalcamino 26 novembre 2011 / 11:04

    Cara mizaar, io so, a causa del “diverbio” con unpodimondo, di non entrare nelle tue grazie però dal momento che mi premuro di avvisarti dei link su blogger per far sì di avere tutti la lista aggiornata, avresti potuto avvisarmi del banner sul boicottaggio, me ne sono accorta soltanto ieri, ho visto che è già dappertutto, sai così, solo per essere precisi, o si collabora o non si collabora…

    • mizaar 28 novembre 2011 / 21:13

      ti ho risposto in privato 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...