Corsi e concorsi

Tutto è iniziato qualche tempo fa. Mi sono detta: Proviamo, perchè no? Tra l’altro le istanze per i concorsi adesso si compilano on line sui siti accreditati, non devi neanche sprecare tempo ad autenticare firme, sprecare soldi per la carta da bollo – chi se la ricorda la cara, vecchia, carta da bollo sulla quale si scrivevano le domande a mano quasi sempre, chè nessuno a casa aveva la macchina da scrivere con il doppio rullo? 🙂  Be’ ho compilato la domanda per partecipare al concorsone nazionale per Dirigenti Scolastici. Di studiare non se ne parlava; il tempo era irrisorio e c’era gente che aveva cominciato a prepararsi da almeno un anno. Sicchè ho vissuto nella beata ignoranza fino all’ultimo; ma la cosa che ha reso il tutto ai limiti del grottesco è stata la modalità di somministrazione delle prove di selezione al concorso vero e proprio. Circa un mese fa gli espertoni della santa Gelmini dei DS Dirigenti Scolastici, mica Democratici di Sinistra, veh! 😀 – hanno reso pubblici i 5700 e passa quesiti sui quali verteva la prova. Tutti da mandare a memoria in un mese, con relativa risposta esatta. Vi sembrano pochi? Ma non si parla di quesiti del tipo: Qual è il nome del Manzoni? No no, c’erano domandone sulla normativa dell’Unione Europea, sulla conduzione delle organizzazioni complesse – la scuola è una organizzazione complessa? mah! ❓ – sulla psicopedagogia, sull’area giuridico-amministrativa-finanziaria, insomma di tutto un po’ nell’ordine delle 750 circa domande per tipologia. Poi a cinque giorni dalla data della prova hanno eliminato circa 1000 quesiti, ritenuti errati o ambigui. E che volete che sia se hanno disorientato quelle anime innocenti, emuli di Pico della Mirandola, che i quesiti li avevano memorizzati tutti? Mi sono limitata a fare delle simulazioni on line senza neppure prendermi la briga di stampare il cartaceo. Questa la mia preparazione, poi una volta in sede potevo tranquillamente basarmi sul calcolo delle probabilità e riuscire a fare qualcosa. Un qualcosa che si è trasformato in una specie di incubo seduta stante. Perchè le prove, a causa di questo caos, sono state somministrate in ritardo in tutta Italia. Da noi alle 12 e 30 – ed eravamo lì dalle 8 del mattino! E meno male che l’indicazione era quella di un orario d’inizio uguale in tutta Italia. In seguito abbiamo scoperto che in ogni scuola i candidati avevano cominciato in un orario differente. Immagino quanti ricorsi ci saranno per questo. Comunque, avevamo a disposizione 100 minuti per 100 quesiti, durante i quali dovevamo cercare i quesiti sul libro dei test – sì, perchè le risposte dovevano essere ricercate, sulla base delle indicazioni numeriche date ad ogni candidato, sull’elenco del telefono, così era la consistenza del libro a disposizione – in ultimo dovevamo centrare i pallini sul foglio che dovrà essere letto con il lettore ottico – quindi pallini anneriti completamente, senza uscire fuori dal bordo, sennò ti invalidavano la prova… ho collezionato 48 items esatti su 100, mica necci! Non sarò Dirigente Scolastico ma un posto da Vicario non me lo toglie nessuno!! 😀 Nel tardo pomeriggio ho incontrato il Maumozio in trasferta per lavoro. L’ho trovato bene, contento di essere ritornato a Trani. E… Papero, come vai in giro durante i tuoi viaggi interplanetari? Una valigina e via? Lui aveva con sè tre donne – giovani e piacenti – un harem! Impara come si fa ( e rosica )!! 😀

Annunci

15 thoughts on “Corsi e concorsi

    • mizaar 14 ottobre 2011 / 21:26

      ma tu pensa che preside sarei stata! a scuola di rivoluzione, altrochè! 😀

      • fabio cuzzola 14 ottobre 2011 / 21:28

        una scuola libera….ma fra un preside in gamba ed una prof. in gamba preferisco la seconda…

      • mizaar 15 ottobre 2011 / 09:29

        anch’io, veramente, mi preferisco prof! 🙂

  1. Emilia 14 ottobre 2011 / 22:09

    …e se i Presidi se potessero scegliere per votazione?? Io ti voto subito!!

    • mizaar 15 ottobre 2011 / 09:28

      ehi emilia, troppo gentile!! 😀

  2. Lilla ... 15 ottobre 2011 / 16:25

    Complimenti … Soprattutto per la voglia di metterti alla prova!!! Clap, clap, clap!! Comunque sia andata è stato un successo!!! 🙂

    • mizaar 15 ottobre 2011 / 20:48

      grazie ste’, è stata proprio quello lo spirito che mi ha mossa, mettermi alla prova ( come i cocomeri! 😀 )

  3. mauro 15 ottobre 2011 / 17:32

    hai omesso le altre tre che erano lì col mio collega,,,,ma la tua presenza ha offuscato ogni altra donna!

    • mizaar 15 ottobre 2011 / 20:51

      io veramente le ho viste con te e il tuo collega ad un certo punto s’è eclissato. e in macchina le portavi tu!!! 😀 😀
      ( circa l’affermazione finale, sei sicuro di vederci bene; non è che hai bisogno di una visita oculistica urgente? 😀 )

  4. Harielle 15 ottobre 2011 / 21:52

    Altro che concorsone, un concorsaccio: anche da noi il quiz è iniziato oltre mezzogiorno, e,visto che non avevano detto niente dell’orario, ero affamata e senza generi di conforto…meno male che la collega con cui dividevo il banco aveva un po’ di cioccolata!
    ancora non so niente, a differenza di tanti colleghi perchè penso di essere stata nell’unica scuola del paese dove non hanno voluta darci nè il librone rosso, ne, soprattutto, la minuta con le risposte annotate…grrr….mi tocca aspettare. Però, una cosa l’ho detta ai colleghi: se divessi vincerlo, ‘sto concorso, sarò la prima preside rasta, a cominciare dalle treccine, che mi farò 🙂

  5. Alessandro 16 ottobre 2011 / 14:13

    Orrore. hai risvegliato memorie di test di ingresso alla facoltà di medicina, quelli per l’abilitazione, quelli per l’ingresso al dottorato, quelli per la specializzazione…. arghh

  6. Sonja A. 16 ottobre 2011 / 15:33

    Only the brave 😉 Grande Virgy!!!!!

  7. paperi si nasce 16 ottobre 2011 / 23:41

    Caspita, la nostra Virginia ce la ritroviamo DS… Sai che ti ci vedo?
    Per quanto riguarda la tua frase finale, io sono contento per il caro Maumozio e rosico, pure, ma soltanto perché ha avuto modo di incontrarti, non per l’harem (come lo hai definito tu) che si portava dietro.
    E comunque sì, io viaggio solo con la valigina, perché le fanciulle piacenti e intelligenti e… ehm.. (abbastanza) giovani le trovo sul posto… A Genova… A Roma… 😉

    Un abbraccio!

  8. duhangst 17 ottobre 2011 / 11:18

    Se diventavi preside ti mandavo tutti i figli del rotino.. 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...