Pigiama o camicia da notte, questo è il dilemma!

Ho latitato qualche giorno. La scuola non è neppure iniziata e io già boccheggio, carica di impegni, carte e cartelline – e magari altri articoli di cancelleria! Sono già stata ad un workshop che mi ha divertita molto, sul ” cooperative learning ” tenuto da Kathy Green una docente canadese – ciao, Kathy dovunque tu sia ora! E’ stato un giorno lungo, ma davvero bello e costruttivo, grazie ancora!!! 😀 Sono riuscita ieri a fare una lunga nuotata a mare. Settembre, quando non piove come adesso, è un mese magnifico per godersi una vacanza. Me non più, le prossime a Natale, se non le eliminano! 😀 Allora, torniamo all’argomento che mi sono data: pigiama o camicia da notte? Leggevo, ieri l’altro, su un femminile: il pigiama è la tomba dell’amore! 😀 Partendo dal presupposto che attribuire ad un semplice pigiamino le velleità di castigamatti amoroso mi sembra una vera cavolata e oltremodo offensivo nei riguardi dello stesso – indifeso e timido copripudenda – insomma criticarlo in così malo modo  a beneficio della camicia da notte, ma via! A me le camicie da notte stanno contrarie. Metterle significa ritrovarsele a mò di sciarpa, in risalita libera verso il collo D’estate ti sembra di soffocare e d’inverno ti lascia scoperte tutto quelle cosucce che vorrebbero stare al caldo. Un pratico pigiama – d’estate corto e smanicato, d’inverno magari in pile doppio strato! 😀 – acquieta e concilia il sonno. A letto, dove si va per dormire! 😀 😀 

Annunci

51 thoughts on “Pigiama o camicia da notte, questo è il dilemma!

  1. Charlie68g 26 settembre 2011 / 21:31

    ci sono certi pigiami che indossate voi donne, (hai presente quelli in crosta di elefante?) che farebbero perdere il desiderio anche al peggiore dei maniaci 😉

    • Diemme 26 settembre 2011 / 21:34

      Tipo il mio pigiamone di pile blu con le stelline? O quello rosso con gli orsacchiotti?

      Allora è meglio la camicia da notte con micette e cuoricini?

    • mizaar 28 settembre 2011 / 18:35

      in tal caso charlie, usare un ammorbidente di buona marca male non fa! 😀

    • Charlie68g 30 settembre 2011 / 09:36

      un pigiama può avere il suo discreto fascino, ma se mi entri nel letto con un flanellone dello spessore di 1 cm non riesco nemmeno a capire se sono a letto con una dona o col gabibbo

      • mizaar 30 settembre 2011 / 19:31

        scava, scava… 😉

  2. paperi si nasce 26 settembre 2011 / 22:35

    Oddio, escluso il caso del grazioso indumento riprodotto in foto, credo di essere d’accordo con te e credo che non si possa in generale condividere l’opinione da te riportata.
    C’è pigiama e pigiama, e modo e modo di indossarlo. Un pigiamone cadente può effettivamente sortire un certo effetto “remedium contra libidinem”, ma un bel pigiamone di pile può evocare bisogno di calore, necessità di abbraccio…
    E poi, dove vogliamo mettere qugli impagabili gesti scomposti con i quali si sfila o si aiuta a sfilare un pigiama, impigliandosi nelle maniche, rischiando di strozzarsi, quando si è preda della frenesia dei sensi? 😀
    Buonanotte!

    • mizaar 28 settembre 2011 / 18:34

      frenesia dei sensi?!? ancora??? ohibo’ papero, mi meravigli sempre più!! 😀 😛

      • paperi si nasce 29 settembre 2011 / 22:41

        TI meraviglio?
        Eh, sì… In effetti ho ancora una buona memoria! 😀

    • silykot 30 settembre 2011 / 23:02

      (Mi ero persa questo post…)
      Aah… il pigiamone di pile! Tu sì, che mi capisci!
      Per me è la divisa d’ordinanza da ottobre a maggio inoltrato… solo nella pausa estiva compare di tanto in tanto una camicia da notte tipo sottoveste….

      • mizaar 1 ottobre 2011 / 18:49

        male, sily, post così infervorano le piume del papero! 😀

  3. kalissa2010 27 settembre 2011 / 09:49

    Se, se…il pigiama…
    Poi si scopre che “il pigiama” sono due gocce di Chanel no 5 come la Marilyn!
    😀
    Hai ragione!
    La camicia da notte ha il maledetto “vizio” di salire (ahhhhhhhh! ecco dove sta il bello?!?!?) e poi ci sono certe camicie, stile “zia Tecla” che ammazzerebbero anche gli entusiasmi più accesi: altro che i pigiamoni di pile!
    Inoltre ha ragione il Papero: vuoi mettere l’intrigante effetto “scartoccio” da pigiama?
    Tutto con moderazione però…
    Un pigiama femminile, non slandronato, non “ermetico”, non stile “zia Tecla in pigiama”, niente tutone, niente calzini, niente “bigodi” o maschere all’argilla e…qualche camicia da notte nel cassetto per…l’effetto sorpresa!
    😉

    • mizaar 28 settembre 2011 / 18:39

      oh sì, kali con moderazione! il papero, si sa, ha un’età e bisogna che faccia con calma! 😀 le camicie da notte la mamma me le ha fornite nel ” corredo ” e stanno stipate non so dove! pigiamini sempre con particolare riguardo per quelli invernali imbacuccosi! 😀

      • kalissa2010 29 settembre 2011 / 08:57

        La “moderazione” si riferiva all’uso di “pigiamoni repellenti” che è meglio evitare
        (forse, non so, dipende dalle intenzioni…)
        😉

      • paperi si nasce 29 settembre 2011 / 22:44

        Virginia, stai tranquilla… Ho superato da tempo l’irruenza dei sedici anni… Ma dopo tutto la lentezza non sempre è un inconveniente, in certi frangenti…

      • mizaar 30 settembre 2011 / 19:38

        e va be’ senza esagerare però, eh? che poi una riesce a farsi una lista mentale di quello che deve comprare dal salumaio, di come dovrà organizzarsi la giornata l’indomani mattina, dei panni che deve stendere prima che cali l’umidità… vuoi che prosegua? 😀

      • paperi si nasce 30 settembre 2011 / 21:59

        Secondo me, la lista mentale poi te la scordi… Secondo me conviene avere sotto mano un block notes e prendere appunti…

  4. cristiana2011 27 settembre 2011 / 10:34

    Decisamente camicia da notte lunga ,più o meno scollata e sempre senza slip.
    Cristiana

    • Diemme 27 settembre 2011 / 10:45

      E infatti io non porto slip, esclusivamente mutande della nonna 😆

    • mizaar 28 settembre 2011 / 18:40

      cristiana condivido mutande della nonna con diemme! 😀

  5. Lilla ... 27 settembre 2011 / 14:27

    Letto, approvato e sottoscritto!!! 🙂
    Nahhhh … Povero pigiama!!! E’ facile dare a lui la colpa!!! Secondo me, la tomba dell’amore e’ la routine, l’abitudine, la quotidianità … Non e’ certo un pigiama che blocca gli ‘slanci’ o una camicia da notte che li favorisce: o ci sono o non ci sono più … 🙂

    • mizaar 28 settembre 2011 / 18:42

      aggiungici gli ormoni in fase calante e hai fatto il quadro completo! 😀

    • paperi si nasce 29 settembre 2011 / 22:46

      Come sei tassativa… “O ci sono o non ci sono più”… Mica vero… Capita pure che un giorno non ci sono ma quello dopo (o l’anno dopo) sì… La speranza è l’ultima a morire!

      • mizaar 30 settembre 2011 / 19:36

        bisogna vedere a quale speranza ti appigli . o ti artigli? 😀

      • paperi si nasce 30 settembre 2011 / 22:04

        Te lo ricordi Armando de Razza? 🙂

      • mizaar 1 ottobre 2011 / 18:45

        e come no? divertentissimo!! 😀

  6. Maggie May...be 27 settembre 2011 / 18:34

    Non è la camicia da notte a essere sexy, ma quello che c’è dentro. Si può attrarre un uomo indossando un pigiama con gli orsacchiotti e non attrarlo sebbene si indossi solo tulle e pizzo. Non credo si possa generalizzare…

    Se fosse necessario puntualizzare, io adoro i pigiamini con gli orsacchiotti!

    • mizaar 28 settembre 2011 / 18:44

      sante parole susanna, è ” l’interno ” che conta!!! 😀

      • Maggie May...be 29 settembre 2011 / 10:41

        Ieri per non smentirmi ne ho preso uno scozzese con Pisolo…
        E il mio moroso con la Banda Bassotti e i pantaloni a righe da carcerato 😉

      • mizaar 29 settembre 2011 / 18:46

        urge foto!!!!! di entrambi! 😀 😀

      • paperi si nasce 29 settembre 2011 / 22:47

        Mi unisco alla richiesta: urge foto!!!!

  7. sabby 29 settembre 2011 / 15:58

    pigiamone, bello caldo e comodo!!!!
    al diavolo il desiderio e viva la comodità!!

  8. Diemme 29 settembre 2011 / 16:03

    Beh, al diavolo il desiderio… non esageriamo! 😉

  9. sabby 29 settembre 2011 / 18:17

    eh..sì…forse stavo esagerando un po’!!!

    • mizaar 29 settembre 2011 / 18:45

      ogni tanto, per prendersi una pausa… 😀 😀

  10. fab 30 settembre 2011 / 09:22

    provate a collocare il post geograficamente…sono certa che le risposte vengono da sole!

    • mizaar 30 settembre 2011 / 19:33

      ma io sono a sud e il flanellone, d’inverno, mi gusta molto!! 😀

  11. Baol 30 settembre 2011 / 12:32

    Oddìo, quel pigiama rosa è qualcosa di assurdo!!!

    • mizaar 30 settembre 2011 / 19:31

      volendo farti del male a natale, si può fare una colletta per regalartelo!! 😀

  12. Sonja A. 1 ottobre 2011 / 14:12

    Le uniche volte che ho indossato camicie da notte è stato in caso di ricoveri ospedalieri, anche se non ho capito dove sta scritto che non si possa indossare un bel completino elegante e pantalonato. Abitualmente quando sono a casa, vado a letto con il mio pigiama maialoso (se fa freddo), oppure in caso di alte temperature esterne è sufficiente una fresca t-shirt.
    Se invece sono in viaggio di lavoro, allora non può mancare il pigiama in seta a righe che fa tanto radical chic e mi consente di essere impeccabile se ordino qualcosa al room service e magari sono sprovvista di vestaglia.
    Quando sono con il mio lui (e chi si ricorda? ultimamente lo vedo col binocolo visto che non c’è mai) allora la sottoveste gioca la sua parte: giusto il tempo di essere spogliata, manco fa caso al dettaglio. All’inizio pensavo fosse distratto, ma poi ho capito che è un bene: l’importante è che apprezzi quello che sta dentro la sottoveste, no? 😉

    • mizaar 1 ottobre 2011 / 18:48

      vedi sonja, queste belle cose – la sottoveste con gli annessi e connessi – fanno bene e stanno bene negli incontri una tantum. dopo, col tempo e lo stare insieme tutti i giorni i discorsi cambiano. però una sbirciatina ogni tanto… 😉

    • Cle 6 ottobre 2011 / 22:13

      riteniamoci fortunate che possiamo portarci la camicia da notte e non dobbiamo sottostare alla camicia legata dietro la schiena, con il culo scoperto e senza mutanda stile ospedale americano, che è la maniera in cui in ospedale si dovrebbe (purtroppo) stare!!!

      • Sonja A. 8 ottobre 2011 / 14:53

        Concordo Socia, in America ce la mettono tutta per abbellirli con fiorellini, colorini, pallini e via discorrendo, ma sono sempre e comunque camicie da sala operatoria che non ho mai capito perchè devono essere portate così se poi il paziente va cmq denudato per l’intervento. Almeno noi ci possiamo concedere la camisella e la vestaglia, e meno male, l’idea di stare a letto senza mutande in una stanza condivisa dove in ogni momento può arrivare l’infermiera a levare il lenzuolo, m’inquieta 😀

  13. Cle 3 ottobre 2011 / 15:26

    concordo, pigiama tutta la vita!
    la mia zona lombare è intrasigente su questo!!!
    Anche se in estate mi capita di dormire in intimo o anche solo slip (ma rigorosamente in questo caso con un lenzuolo a seguito!!!
    Riguardo la tomba dell’amore…. è vero che i pigiamoni di flanella sono assolutamente anti stipro, il mio Amour mi ha vietato di usare un paio di pagliaccetti che dalla terza media mi facevano ancora compagnia (e questo la dice lunga su quanto alta fossi a 13 anni!!! ahahahahaha) che io invece, sempre causa zona lombare, trovavo un toccasana!
    Però basta organizzarsi, un pigiama che ci protegga dal freddo ma che non si componga di troppi strati, e soprattutto niente pigiama infilato nei calzini.
    Quello secondo me farebbe fuggire anche l’ultimo degli ergastolani tenuto in isolamento!!!
    Camicia da notte scomodissima, meglio le care vecchie sottovesti in raso… non so perché ma rimangono al loro posto!!!

  14. Cle 3 ottobre 2011 / 15:29

    PS:
    i pigiami che Amour ha portato a casa tenuti da parte dalla cara suocera sono davvero davvero davvero la cosa peggiore mai indossata da essere vivente.
    Li ho buttati tutti!
    Mio nonno cn la mutanda lunga di lana aveva più appeal di quelle orribili pezzacce!!!

    • mizaar 3 ottobre 2011 / 17:22

      le suocere sudiste solitamente mettono a punto il corredino per i propri maschietti quando sono ancora dei bebè. succede allora che, nelle lontane epoche in cui sono venuti alla luce i pulzelli, erano ancora in uso i pigiami da carcerato – sono quelli, per intenderci, a righi o a disegni minuti tipo cachemire, a fondo blu e disegnini celesti, orribili!!! così i ragazzi neo conviventi portano nel nido d’amore quelle schifezze! 🙂 meno male che si possono buttare via o utilizzare come pezze per la polvere! 😀 però meglio conservarli, non si sa mai. la domanda fatidica della suocera potrebbe essere: dove hai messo i pigiami di giacomino?

      • kalissa2010k 3 ottobre 2011 / 17:54

        Ma come hai ragione!
        *SIGH!*

  15. Cle 6 ottobre 2011 / 22:11

    ahahaahahhah
    Ma allora dillo che hai una telecamera in casa mia! ahaahahahahah
    era proprio così quell’orrendo pigiama, a motivi cachemire, ma blu su fondo celeste.
    Non uno ben due!
    buttati
    e l’ho dtto anche a mia suocera che li ho buttati
    sintetici come erano non erano buoni nemmeno per lapolvere, la respingevano!
    che schifezza!!!
    anche mia mamma mi ha fatto il corredo che ero piccolina, ma è roba eterna e di buon gusto!!! ù_ù
    XD

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...