Ricominciamo

Mi sono presa una vacanza, nel senso che ho lasciato vacante il blog per leggere i libri che mi sono stati regalati a Natale.

<< Ma che parole usi, professore? Mi fai sentire ignorante. Forse dovrei leggere anch’io qualcuno dei tuoi libri. >>

Vorrei spiegarle che in realtà i libri sono una maledizione. Gli ottimisti sono convinti che leggendo dei libri combattono la loro ignoranza, i realisti sono certi solo del fatto che della loro ignoranza hanno la prova. La misura della non conoscenza è in realtà la discriminante fra persona e persona. L’età, il denaro, l’aspetto non contano nulla: la vera differenza è tutta lì. ( Appunti di un venditore di donne – Giorgio Faletti  )

In fatto di letture sono una realista. E voi?

Annunci

24 thoughts on “Ricominciamo

  1. fab 5 gennaio 2011 / 22:03

    sarebbe molto bello se l’effettiva discriminante fosse la “conoscenza”…ma nella vita pratica sappiamo che ..non sempre è così.
    (bella la vignetta..)
    Ho iniziato da qualche ora il libro che mi sono “regalata” da me…(gli uomini tsè..)
    “i segreti del vaticano” di Augias che trovo uno scrittore interessante.

    • mizaar 7 gennaio 2011 / 20:29

      mi piace altrochè, se solo fosse un pochetto più giovane! – augias non il vaticano, naturalmente! 😀
      il ” tuo ” libro ho iniziato a leggerlo anch’io come ebook, ma quando è arrivato il cartaceo degli altri, la mia attenzione è stata stornata da un richiamo troppo potente!

  2. Drimer 5 gennaio 2011 / 23:29

    Per fortuna che ricominciamo lasciando tra poco anche l’ultima festa, purtroppo devo ammettere di essere realista, eh si dalla canna (fumaria) non ci passo, le misure tra noi non “combaciano” quindi sono costretto a lasciare qui un pò di carbonella dolce, un abbraccio affettuoso e tanti sorrisi 🙂
    Befan..o per una notte.

    Per essere in tema con il post, ho iniziato UN MONDO CHE NON ESISTE PIU’ (là dove le parole da sole non bastano) di Tiziano Terzani, rimango fedele ai mei…viaggi.
    Ciao

    • mizaar 7 gennaio 2011 / 20:36

      grazie per gli abbracci e i saluti, drimer, che ricambio. e mio malgrado grazie anche per la carbonella! 😦
      non l’ho ancora letto il tuo libro di terzani, mi riprometto di farlo tra breve. anam era un uomo di grande intelligenza e sapere 🙂

  3. giusymar 6 gennaio 2011 / 00:39

    Leggere…leggere…un mondo dalle mille sfacettature.
    Per me leggere è un modo per sentirmi meno sola, per alleggerirmi dalla tensione, per farmi sorridere, viaggiare con la mente… e poi come scrivevo in un altro blog stamani, l’aforisma di Cesare Pavese, nato ad un passo da casa mia, è per me la chiave:

    • mizaar 7 gennaio 2011 / 20:38

      giusy, hai dimenticato l’aforisma del mio tanto amato pavese! 🙂
      lo so bene che la sua casa natale è a santo stefano belbo e darei molto per poterla visitare. chissà, una di queste volte…

      • silykot 10 gennaio 2011 / 21:37

        Se andrai a Santo Stefano Belbo vorrà dire che sarai arrivata in Piemonte, e se sarai in Piemonte sarai mia ospite…. non accetto rifiuti!

      • mizaar 11 gennaio 2011 / 06:47

        ma non vorrei neppure rifiutarmi, miss sily!!! per me serebbe una gioia incontrarti! 😀

  4. Lilla ... 6 gennaio 2011 / 10:52

    sono ottimista e realista!! leggo per combattere la mia ignoranza perchè leggendo ho la prova di essere ignorante … in più, so perfettamente di non essere giovane, bella e ricca … pensa come sto!!! 😉

    • mizaar 7 gennaio 2011 / 20:48

      ma vogliamo scherzare ragazza? non cominciamo ad usurpare il trono delle vecchiette, sgrunt! >:-(
      quanto a ricca non si può mai dire… e bella garantisco che lo sei per davvero!
      😀

  5. silykot 6 gennaio 2011 / 14:11

    A me nessuno ha regalato libri….. che tristezza! 😦

    • mizaar 7 gennaio 2011 / 20:49

      😦 ma bisogna rimediare… e subito!!!

  6. silykot 6 gennaio 2011 / 14:12

    (e mo’ qualcuno mi strozza!) 🙂

  7. Sonja A. 6 gennaio 2011 / 17:10

    Realista sempre e comunque. E in queste lunghe ferie natalizie, il blog e le letture mi sono stati di grandissimo conforto: voi Amici, perchè avete e state condividendo con noi questa grande pena alleggerendo il nostro pesante fardello, e le letture, perchè mi hanno dato modo di rifugiarmi in un universo parallelo bello ed appagante, di quelli che fatichi ad abbandonare quando il sonno o il dovere incombono.
    Giusto ieri sera ho fatto di nuovo il pieno su Amazon, attendo con trepidazione l’arrivo di nuove emozioni.

    P.s. Quest’anno anche il mio Amore oltre al regalone mi ha donato un libro del mio autore del cuore: bellissssssimoooooo!!! 🙂
    P.p.s. Anch’io sto leggendo Faletti 😉

    • mizaar 7 gennaio 2011 / 20:51

      autore del cuore? chi??? 😀
      finito di leggere faletti, intreccio interessante, banale il finale – in rima! 😀

      • mizaar 7 gennaio 2011 / 20:51

        non potevamo non esserci per te e bab 😀

      • Sonja A. 7 gennaio 2011 / 21:24

        Io sono pazza per Ian Mc Ewan, lo amo sopra ogni cosa 🙂
        Faletti….lo finirò penso fra un paio d’ore. 😉

        Tesora, hai già letto ‘di là?’
        Domani Bab per un paio di giorni sarà tutta mia senza l’ospedale attorno!!! 🙂 E sarà come avervi con noi!!!!

  8. arielisolabella 6 gennaio 2011 / 18:16

    leggo per vivere ..e’necessario per me quanto il cibo l’aria o l’acqua…che sono ignorante lo so da sempre!!^_^

    • mizaar 7 gennaio 2011 / 20:53

      come ti capisco sirenetta! difatti sto facendo il pieno in questo periodo perchè dopo, con la ripresa della scuola, non so come farò a rubare il tempo al tempo per leggere, sigh! 😦

  9. buzz 7 gennaio 2011 / 08:24

    Leggo come vivo. Perché sono curioso di quello che non so.
    La conoscenza penso sia il fine illusorio di un’esistenza.
    Illusorio perché per quanta conoscenza possiamo accumulare sarà sempre insufficiente, per la lunghezza delle nostre vite.
    Vorrei essere immortale, ovvero infinito, per accumulare conoscenza infinita.

    Attualmente sto leggendo “europe central” un romanzo storico sulla relazione urss-germania intorno gli anni del secondo conflitto mondiale.
    Ho sul comodino dei libri di Celine e di Michaud. Ma anche Umberto Eco e Stephen King.

    Buon anno, virginia.

    • mizaar 7 gennaio 2011 / 20:58

      rob, che piacere rivederti qui! grazie per gli auguri che ricambio con amicizia!! 😀
      belle le tue letture che condivido e che appassionano anche me – non tutti i ” tuoi ” autori ma qualcuno di quelli da te citati sì. è così, il tempo della conoscenza lo vorresti infinito, ma basta solo il piacere della lettura in sè, il calarsi in un’altra vita, in un altro mondo, per superare il rammarico di non poter essere sapienti 😀

    • mizaar 10 gennaio 2011 / 18:38

      con tutti gli aerei che prendi sai quante letture potresti fare… ah già, a distrarti ci pensa air dolomiti!!! 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...