Resoconto

(Potrei esordire con: Nel mezzo del cammin di nostra vita… ma l’Alighiero aveva allora un’età non rapportabile con la mia attuale, sicchè non va bene. Però considerando che non siamo nel fiore del Medioevo e che l’aspettativa media di vita è stata inevitabilmente elevata all’ennesima potenza da Berlusconi – se può campare lui fino a 120 anni, be’ oso sperare anch’io! – allora dirò… )

Nel mezzo del cammin di nostra vita…

mi ritrovo, in uno di questi giorni che finiscono il 2010, a sciorinare un tirar di somme che veramente mi è inconsueto. Gli anni che passano sono tali per convenzione umana. Si stratificano, è vero, sul viso di ognuno di noi, stendono una patina di vissuto sulle nostre eperienze, ma non vi è cesura, nessun taglio tra un 2010 che va via e un 2011 che si affaccia. All’anagrafe qualcuno obietterà che, avrò voglia a dire, ma il mezzo secolo l’ho passato e in sovrappiù c’è un lustro tondo tondo da aggiungervi. Il primo gennaio. Che non c’è ancora, quindi, signor anagrafista non tiriamo i carri davanti ai buoi! Ci sono le cose che terminano perchè niente ha vita eterna, neppure noi, per quanto ci stiamo attrezzando. Si accompagna sempre la tristezza a ciò che ti ha dato gioia, sembra un controsenso, ma è così. Ci sono le possibilità, quello che può capitare, nel bene e nel male. E anche questo è un qualcosa da mettere nel conto. Ma sono ancora qui, questo è un dato certo. qui con le mie domande, dato incerto. E come dice il poeta:

E sono ancora qui
con le mie domande e sono ancora qui
cosa faro’ da grande
E sono ancora qui
qui, nelle mie mutande
E sono ancora qui
cosa faro’ da grande…


Annunci

20 thoughts on “Resoconto

  1. Charlie68g 29 dicembre 2010 / 10:30

    però io l’età anagrafica l’ho dimenticata da un pezzo
    ora ti lascio perchè vado a giocare con i lego 😉

    • mizaar 29 dicembre 2010 / 21:28

      aspetta, vengo anch’io!
      c’ho tutte le serie complete, i pirati, guerre stellari. tu che proponi? 😀

  2. Sonja A. 29 dicembre 2010 / 11:04

    Di tutto il post mi sono soffermata a lungo su una frase in particolare che purtroppo sento molto mia, oggi più che mai: “Si accompagna sempre la tristezza a ciò che ti ha dato gioia”. Oggi ho scelto di non pensare, di fingere che va tutto bene, ma so che è solo un illusione: la depressione avanza e non ho affatto voglia di combatterla….

    • mizaar 29 dicembre 2010 / 21:27

      e no, eh! vietato per legge farsi prendere dallo scoramento. pena mettersi i sandaletti francescani con la neve e meno 30 gradi! 😀

      • Sonja A. 31 dicembre 2010 / 11:33

        Mi sa che li porterei senza battere ciglio…
        Ogni minuto che passa è sempre peggio, ma il brutto è che ho la lucidità di rendermene conto, ma non faccio nulla per reagire. 😦

      • mizaar 31 dicembre 2010 / 18:42

        possono servire gli abbracci a distanza? sono con te e con la bimba, stanne certa! chiederò qualcosa di speciale alle stelle di stanotte, bacioni

  3. emilia 29 dicembre 2010 / 20:05

    ho sempre cercato l’anno ideale da considerare come “giro di volta”…”mezzo del cammin…” ma ci credi che ancora non l’ho individuato 🙂
    Vuoi vedere che frego te…e Silvio e vi supero almeno di 20 anni?!?
    A 140 sarò ancora un’arzilla vecchiaccia…con la voglia di curiosare e di rompere gli zebedei al mondo.
    Intanto…buon anno, un abbraccio!!

    • mizaar 29 dicembre 2010 / 21:25

      emilia, come sarai carina a 140 anni!!!! 😀

  4. Lilla ... 29 dicembre 2010 / 20:48

    nel mezzo???? vorrai dire ‘a poco più di un terzo’!!! 🙂
    nessuno schioda da qui prima dei prossimi 80 anni, chiaro???
    magari invece che nelle nostre mutande saremo qui nel nostro pannolone … ma, l’importante, è esserci!!! 😉
    PS: anche se cerco di fare mie le parole di G. Garcia Marquez che ha detto: ‘non piangere perché qualcosa finisce, sorridi perché è accaduta’ … non sempre mi riesce … quantomeno, non nell’immediato e neppure nel ‘breve/medio’ termine … però, a lungo andare, seppure con un pizzico di nostalgia, ce la possiamo fare!! baciuz!! (quest’ultima parola l’ho copiata da un’amica mia pugliese … la conosci??? ;-))

    • mizaar 29 dicembre 2010 / 21:24

      il baciuz non è farina del mio sacco. viene dal film ” borat “. devi vederlo, per forza! prendilo come il primo obbligo per l’anno nuovo! 😀 😀
      e pannolone o non pannolone saremo sempre qui a ciacolare tra noi, arroccate ai nostri scogli/blog come le cozze patelle! 😀
      e ce la possiamo fare per forza!

  5. paperi si nasce 29 dicembre 2010 / 21:42

    se non ci fosse la tristezza la gioia non si apprezzerebbe… Certo, un equilibrato mix è quanto noi tutti vogliamo…
    L’importante è continuare a essere qui, a fare bilanci e soprattutto ad avere aspettative… L’età anagrafica è solo una comoda convenzione per gli impiegati comunali, per le assicurazioni, per l’INPS… Noi non sappiamo cosa sia, né ci interessa…

    • mizaar 30 dicembre 2010 / 17:09

      non ci curiamo di loro, papero, ma guardiamo e passiamo! 😀

  6. Harielle 30 dicembre 2010 / 16:56

    La persona che 3-4 -5 volte l’anno attraversa oceani e continenti per venire a passare Natali e altre giornate con me dice sempre: “Age is just a number”, l’età, se ci pensi, è solo un numero. Contano più i nostri sogni, la serenità che abbiamo dentro, la mancanza di preoccupazioni – si spera -, la vocazione a coltivare dentro quel “fanciullino” dentro di noi che, anche quando si passa la boa degli “anta” scalpita come quando avevamo sedici anni. Tu sei nata il primo gennaio, io il primo giugno…solstizio d’inverno arrivato, solstizio d’estate da aspettare.
    Buon 2011 ricco di salute e gioia, gioia, gioia infinita…

    • mizaar 30 dicembre 2010 / 17:12

      la persona che viene da te, harielle, valicando oceani e continenti, oltre che un buon viaggiatore – come il papero su – è anche un saggio! 😀
      è così, l’età è un numero sulla torta di compleanno. per ora non mi pesa il tempo vissuto, poi si vedrà. come dice scarlett o’hara: domani è – sempre – un altro giorno!

    • mizaar 31 dicembre 2010 / 18:38

      grazieeeeee! auguri ricambiatissimi! 😀

  7. Maggie May...be 31 dicembre 2010 / 15:48

    Se l’et quella che ci sentiamo dentro io ho smesso di essere giovane prima di diventarlo. Ma non m’importa, quando voglio riesco ad essere felice ugualmente, di una felicit forse pi matura della mia et, ma non meno piena.

    Buon anno carissima!

    • mizaar 31 dicembre 2010 / 18:40

      lo so, la sofferenza fa diventare grandi, ma non vecchi! 🙂
      auguri anche a te dolcezza, di ogni bene! bacioni grandi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...