Comizio antigovernativo?!?

Barenboim ha aperto la stagione scaligera con la prima della ” Walchiria ” di Wagner. E fin qui nulla di nuovo, in considerazione del fatto che ogni anno succede la stessa cosa. L’opera cambia, magari cambia anche il direttore d’orchestra, ma in buona sostanza il 7 dicembre, da che mondo è mondo, c’è la prima alla Scala.  Barenboim però, e questa è stata una novità, prima di iniziare a dirigere l’opera ha preso un microfono e, urbi et orbi, ha dichiarato la sua profonda preoccupazione – lui che italiano non è – per i tagli alla cultura e alla scuola, appellandosi all’articolo 9 della nostra Costituzione che dice

La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica.Tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione.

E’ strano, secondo voi, da parte di una persona che con la cultura ci lavora, premettere disagio per sè e per gli altri, date le circostanze innegabili di gravi tagli alla cultura? A me sembra proprio di no. Comunque la cosa ha scatenato il velenosissimo sir Biss, al secolo Capezzone Daniele, ” garbato ” portavoce dell’unto del Signore che ha commentato

” Quando si scriverà la storia di questi mesi, non andrà dimenticata una pagina da dedicare al pomeriggio milanese di oggi. Fuori la Scala, manifestanti con tanto di petardi, caschi, fumogeni, e altri oggetti contundenti. Dentro, un sovrintendente che usa toni sprezzanti, forse dimenticando che il ministro Bondi è in Senato a votare, ( ma le camere non erano chiuse??? n.d.r. ) e un direttore d’orchestra che tiene il suo comizio antigovernativo”. (… ) Siamo – osserva – a una versione comica e quasi grottesca dei tragici ‘due minuti di odio’ orwelliani. E la sinistra italiana neppure se ne rende conto”.

Sostenere che una persona nata a Buenos Aires, ” adottato ” dall’istituzione scaligera, portatore di una cultura e di un sapere musicale fuori dell’ordinario, una persona davanti alla quale dobbiamo inchinarci e ringraziare per quello che di buono e positivo fa per una delle massime tradizioni culturali che ancora sopravvivono nel nostro paese, ebbene questa persona è considerato alla stregua di una sovversivo. Questa è la vera novità. Ma poi mi vien da chiedere: Agli italiani, quelli dei bar, della cultura sanno che farsene? Tutto questo bailamme per chi? Tanto vale chiedere asilo a Buenos Aires.

Annunci

21 thoughts on “Comizio antigovernativo?!?

  1. Charlie68g 8 dicembre 2010 / 12:09

    perle ai porci
    basta guardare quanti teatri ci sono e quanti bar che trasmettono le partire di calcio 😦

    • mizaar 8 dicembre 2010 / 18:08

      veramente charlie, mi chiedo quante delle persone che guardano in tivù le manifestazioni, le persone sui tetti, barenboim e corollari di vario genere, quanti di questi alla fine possono ritenersi indignati per un commento allo yoghurt di un emerito ” testa grossa “! 😦

      • Charlie68g 8 dicembre 2010 / 18:27

        ben pochi in realtà
        ma anche nel loro caso, andrebbero presi in esame singolarmente

  2. fab 8 dicembre 2010 / 15:41

    a prescindere che manderei tutti gli spettatori delle prime scaligere nell’isola di Papua.. mi chiedo sempre: “ma Capezzone chi lo ha slegato???”

    • mizaar 8 dicembre 2010 / 18:10

      e no, fab, e no! a papua nuova guinea ci andiamo noi, in asilo politico. c’è caldo, ci sono le palme, non c’è berlusconi e meno che mai capezzone! 😀

      • salmastro 8 dicembre 2010 / 18:56

        vi porto le valige :-§

      • mizaar 8 dicembre 2010 / 19:29

        tutti in massa! e senza valigie, non abbiamo bisogno di vestiti a papua fa caldo! 😀

  3. Lilla ... 8 dicembre 2010 / 18:33

    capezzone ha una faccia che ispira sberle … sberle a due a due finchè non diventano dispari!! 😦
    riguardo agli italiani, quelli dei bar … magari, se il teatro costasse un pò meno, potrebbero anche sentirsi più ‘ispirati’ … indipendentemente dal guardarsi una partita (gratis) con gli amici al bar … odio il calcio e, men che mai, lo vedrei al bar … ma il teatro mi piace … spesso però, mi trovo a dover dire di ‘no’ … (e non parlo certo di una ‘prima’ … mi accontento di andare anche ad una ‘cinquecentesima’) … ma se ci vuole andare con tutta la famiglia, diventa priobitivo …
    PS: ho sentito che la moratti l’ha vestita armani … mi chiedo: ma chi l’ha pettinata, si è portato un tir di lacca per farle quel nido sulla testa???

    • mizaar 8 dicembre 2010 / 19:38

      alla moratti l’è detto bene se qualche piccione non ha deciso, nel frattempo, di farci il nido nella sua corbeille!! 🙂
      a parte le prime scaligere – però quanto mi piacerebbe andarci, almeno una volta nella vita! per la gioia di assistere ad un grande allestimento, ad un’opera condotta con grande maestria e anche per lo spettacolo in sè – a parte questo ti do perfettamente ragione, la cultura è sfacciatamente costosa. però rimango dell’idea che l’italiano in genere abbia poco interesse per l’arte. e il mio non è un atteggiamento snobistico, ma una realtà molto spesso constatata.

      • Lilla ... 9 dicembre 2010 / 13:31

        di sicuro c’è poco interesse … ma, di sicuro, la cultura è troppo costosa …
        e, il fatto che sia così costosa, la rende di ancor minore interesse …
        è un pò un cane che si morde la coda!!
        PS: anche a me piacerebbe, almeno una volta nella vita, poter andare ad una prima … magari, potrei farmi vestire da ‘arpiedi’ … invece che da ‘armani’ … 😉

      • mizaar 9 dicembre 2010 / 16:31

        quando decidi fammi un gorgheggio che si parte! 😀

  4. salmastro 8 dicembre 2010 / 18:59

    si privatizza tutto ora… vedrai a teatro stop per la pubblicità e pure alla Scala l’Opera è stata offerta da “DASH” E DIXAN…
    “così non avremo tagli” 😦

    • mizaar 8 dicembre 2010 / 19:41

      perchè diego della valle che restaura il colosseo non l’hai sentita? ben vengano queste iniziative marco, se queste danno un po’ di respiro al nostro martoriato patrimonio artistico! la cosa spiacevole, però, sarà quella del solito tabellone con su scritto ” colosseo della valle “!! 😦

      • salmastro 9 dicembre 2010 / 01:40

        ahaha 🙂

  5. giusymar 8 dicembre 2010 / 19:13

    A chi interessa la cultura?
    Non saprei dirtelo. Ma potrei dirti a chi interessa del mio paesino di 12.000 anime far arrivare un pò di soldi in sede della CRI per comprarci un’autovettura nuova. Veramente, veramente a pochissime persone. Te lo do come assodato.
    Ho scatenato mari e monti per far venire un pò di gente in sede qualche settimana fa. Una ditta esterna ci avrebbe dato qualche soldino dopo aver contato i partecipanti. Non la faccio lunga per non annoiarti.
    Ebbene, tutti quelli che ho interpellato mi hanno trovato le scuse più inverosimili per non venire 40 minuti in CRI. Nota bene che in un paese non ci sono problemi di strade, parcheggi e quant’altro…
    Solo menefreghismo puro.
    Sono riuscita a portare 4 persone!
    Io sono nata in paese e ci vivo da 47 anni, lavoro da 20 anni nell’azienda più grande che c’è (320 persone).
    Ebbene, ci ho portato mio marito e tre amici. E basta.
    Mi chiedi a chi interessa la cultura.
    Come ha detto bene ieri sera il Maestro: Cosè la Cultura? Si mangia?

    • mizaar 8 dicembre 2010 / 19:44

      che realtà tristissima! penso a quel 5% per mille che lo stato vuole incamerare, invece che lasciarli alle associazioni di volontariato. è come rubare le caramelle ad un bambino. ecco, hai detto bene giusy, la gente se ne frega.

  6. paperi si nasce 9 dicembre 2010 / 00:42

    In questo Paese citare la Costituzione pare sia diventato un gesto sovversivo…

    • mizaar 9 dicembre 2010 / 16:30

      in fondo siamo dei reazionari. non abbiamo capito che questi la costituzione vogliono variarla per una sorta di spirito di rivoluzione che a noi fa specie. quando lo capiremo – e semmai riusciranno a cambiarla – possiamo davvero andare a papua!

  7. fab 9 dicembre 2010 / 16:32

    gente, ma in quanti siamo a partire? non è che sovraffoliamo l’isola??

    • mizaar 9 dicembre 2010 / 16:34

      ma no, è grande a sufficienza per il circolo pickwick! 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...