La signorina Natalia Aspesi

Ho visto molto volentieri l’intervista a Natalia Aspesi, ieri sera, a ” Le invasioni barbariche “. Delle giornaliste della “vecchia” generazione lei con Camilla Cederna, sono quelle che mi sono sempre piaciute alla follia. Perchè la signorina Aspesi ha conservato intatto lo spirito da empancipata consapevole, della femmista indomita e autoironica. Una persona giovane, nonostante l’anagrafe dichiari il contrario. Brava Aspesi!

Annunci

26 thoughts on “La signorina Natalia Aspesi

  1. gabrybabelle 4 dicembre 2010 / 21:38

    ma sai @Mizzolina che ieri sera mi sono fatta le migliori risate delle ultime tre settimane ascoltando la Aspesi?Improvvisamente ,mentre parlava mi è venuto in mente un piccolo libricino letto e riletto,credo degli anni 80,in cui si parlva di problematiche delle signorine che vanno in città,in questo momento mi sfugge il titolo e trovarlo immediataemnte nella mia lunghissima e pienissiam libreira è un kaos,ma da te m’aspetto che conosci il titolo,Aspesi prodotto,ovviamente!! 😉

    • mizaar 5 dicembre 2010 / 10:30

      se riesci ad avere del tempo, ti consiglio la catalogazione dei libri su anobii. io non ho ancora terminato il tutto, ma ti assicuro diventa poi una sciocchezza cercare un libro che si possiede! 🙂 non ricordo tutti i titoli dei libri della aspesi e il loro argomento, non posso esserti d’aiuto! 😦

    • mizaar 5 dicembre 2010 / 10:33

      ho inserito il link nel post. la 7 usa flash per i video e sta piattaforma non li supporta! 😦 e su you tube non ho ancora trovato niente a proposito. poco male, chi ha voglia può andare a guardarselo in sede! 😀

  2. Sonja A. 5 dicembre 2010 / 08:25

    Della Aspesi ricordo un libro in particolare, che cinicamente regalavo alle mie conoscenti quando venivano a confessarsi con me per le loro pene d’amore, così che dopo i miei consigli lapidari giungeva la lettura a dare loro il ‘colpo di grazia’.
    Non amo troppo la Bignardi, anzi non mi piace per niente a partire dal modo di fare e di parlare e dunque guardare l’intervista mi è un po’ indigesto, ma farò uno sforzino in quanto la Natalia merita. 🙂

    • mizaar 5 dicembre 2010 / 10:36

      forse era ” lui visto da lei”? 😀
      la bignardi sembra soffrire della sindrome della ” maestrina con la penna rossa “. in questo ciclo di trasmissioni sembra regredita ad un’età pre adolescenziale, specie quando è al cospetto di un attore che le piace – una per tutte l’intervista a stefano accorsi. guardare per credere, sembra impazzita! 😀

      • Sonja A. 5 dicembre 2010 / 11:01

        Proprio quello cara, una vera Bibbia 🙂
        E una standing ovation, perchè in poche parole ben orchestrate hai tracciato il ritratto preciso della Daria per come la vedo anch’io, solo che conoscendomi sarei stata molto meno elegante nell’esporre il concetto.
        Si sforza di fare l’intellettualoide a tutti i costi e poi…la vedi zerbinarsi appena giunge il bono di turno. 😀

  3. arielisolabella 5 dicembre 2010 / 12:01

    Grande Signoraa!!!mi piace un sacco …
    invece la bignardi mi fa raggrinzire le squame!!!…….ma si sa’sono un estremista televisiva…^_^

    • mizaar 5 dicembre 2010 / 17:31

      l’ho detto prima, la bignardi sembra impazzita! la cosa che mi infastidisce di più, a parte la cretineria dimostrata nel caso di umano bono a distanza ravvicinata – eppure, data l’età, gli ormoni dovrebbero essere in stato comatoso! – mi dà fastidio, dicevo, quell’aria compunta che assume mentre ascolta qualcuno a cui si deve ” deferenza “, con la boccuccia a culo di gallina, e lo sforzo estremo di apparire brillante e intelligente. mah, mi era parsa meglio in passato…

      • Sonja A. 5 dicembre 2010 / 17:34

        ‘Una mela non fa una pera’, non scordiamoci che la maestrina giunge da meno nobili programmi, quali le prime conduzioni del GF.
        E’ come la Carfagna che dai calendari è passata alle pari opportunità, o prendere un ex pornodiva e farle fare un programma per bambini: che c’azzeccano? 😀

      • mizaar 5 dicembre 2010 / 17:40

        va be’, hai fatto esempi terrificanti! perlomeno bignardina è rimasta nel suo. ha saputo in qualche modo nobilitarsi – che fanno, però, le frequentazioni ” alte “! – ma in questa serie sta gigionando se stessa, non mi convince per niente!

      • Sonja A. 5 dicembre 2010 / 17:43

        Sono estremista, lo so 😉

      • mizaar 5 dicembre 2010 / 17:49

        ma no, dai! solo un pochino 😀

  4. silykot 5 dicembre 2010 / 13:11

    Purtroppo ho cambiato canale tardi e l’intervista alla Aspesi era già terminata.
    In compenso ho visto quella, poco dopo, a Pierfrancesco Favino…. ragazze, fa sangue questo fanciullo!!! 😛

    • mizaar 5 dicembre 2010 / 17:32

      e che guardavi, baby, di tanto interessante? 🙂
      e favino non è malaccio, convengo! 😀
      ( ragazze sappiamo cosa regalare a miss sily per natale! 😀 😀 )

      • silykot 5 dicembre 2010 / 20:43

        Non ricordo cosa stessi guardando, ma non seguo costantemente Le invasioni barbariche… però, vagando per canali e vedendo Favino, mi son soffermata volentieri.
        (tra l’altro proprio lo stesso giorno avevo visto il film “Cosa voglio di più” col suddetto fanciullo, che non è bello bello…. però, come dicevo, “mi fa sangue”!!!) 😀

  5. Lilla ... 5 dicembre 2010 / 16:10

    mitica … ha svelato alla bignardi un segreto di stato: ‘anche le femministe cucinano’ … 🙂

    • mizaar 5 dicembre 2010 / 17:35

      che mi sono chiesta, nel momento stesso in cui la bignardi faceva ooooooohhhhhh di meraviglia con la boccuccia a culo di gallina di cui sopra, ma la bignardi è femminista? e la bignardi non cucina mai? e sofri che fa, mangia panini tutti i giorni? bel dilemma! 😀

      • Lilla ... 6 dicembre 2010 / 20:37

        ma no, probabilmente, grazie a findus … con 4 salti in padella, preparerà la cena per tutta la famiglia!! 🙂

  6. siignoraingiallo 6 dicembre 2010 / 14:34

    Beh…dalla faccia che si ritrova (Sofri) io i panini glieli farei assumere da un’altra apertura…ehehehehhhh!!!
    Scusate non centra nulla..ma non mi è mai piaciuto 😛
    Grazie per il link a Gabribabelle, andrò a vederlo al più presto. Qui in terra “dè lumbard”
    il digitale terrestre non si è ancora arreso.

    • mizaar 6 dicembre 2010 / 19:06

      ops signora, che dolor! 😀

  7. maumozio 6 dicembre 2010 / 19:51

    Da non perdere le risposte alla lettere sulla sua rubrica su “Il Venerdì di Repubblica”!

  8. gabrybabelle 6 dicembre 2010 / 20:01

    @siignoraingiallo non c’è di che, come sa la @Mizzolina bella(vecchio modo lovloso con cui mi piace vezzeggiare la padrona di casa)quando avete bisogno di qualcosa basta fare un fiiiuuuuuuuuu ,un fischio,per il resto vi do’ una dritta il digitale terreste (l’intera piattaforma arrivata a 13 canali)la vedo da almeno due anni,molti non ci credono ma è cosi-Quando si ha la fortuna di un collegamento in fibra a 10mbps, questo e tanto altro in terra Lumbarda 🙂 ma di certo non dobbiamo dire grazie a questo Governo di cui si conoscono i demeriti in tanti campi,compreso nelle tecnologie digitali – anzi(rischio l’off topic lo so Virgy,perdonami ma sai che l’argomento mi tocca)grazie al capo dei capi in quanto a conflitto di interessi,hanno e ha fatto di tutto e di più per ritardare la questione e non dare i famosi 800 ML di Euro promessi ad inizio legislatura(oltre alla poltrona di ministro vacante per oltre 5 mesi ma poi dopo…è stato ed è uguale,il nulla )ha il suo perché,ovviamente per favorire la piattaforma digitale,comprese le nuove acquisizioni banda digitale del solito noto Gruppo facente parte al solito signore che è sceso in politica per salvare l’Italia,perchè tanto lui è ricco ricco ricco e non ha bisogno di…..ahahahahahaha leggetevi i dispacci pubblicati da wikileaks e capirete bene

  9. gabrybabelle 6 dicembre 2010 / 20:09

    se avete bisogno di saperne di più sulle configurazioni manuali dopo
    lo switchoff,potete leggere questo
    3d(trhead)cioè post
    (sui Social Net si chiamano cosi le discussioni o post)
    a cui ho
    attivamente partecipato,ovviamente è per le configurzoni
    della tv e non su computer, da p.c. è altra cosa

    QUI http://ff.im/uodA8

  10. Dorine Peer 26 febbraio 2011 / 23:34

    Natalia,
    Che piacere che per puro caso stasera ho visto l’intervista con la Bignardi.
    Compro di venerdì La Repubblica perché c’é Il Venerdì.
    Non sono giovane (rughe), ma sono giovane. Lei è una mia maestra. Mi fa capire che sto andando sulla MIA strada.
    🙂 love u
    Dorine

    • mizaar 27 febbraio 2011 / 23:15

      tutte noi con le rughe siamo giovani! 😀
      ciao dorine, è un piacere averti qui. torna quando vuoi!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...