Dell’ingenuità

L’uomo, si sa, è d’animo cattivo. Qualche volta succede che tra i tanti qualcuno prenda la via della salvezza; ce lo dice il Vangelo e ce lo dicono le liste elettorali stilate dai maggiorenti dei partiti. Sì, perchè per essere eleggibile devi elevarti ad un rango superiore, puro spirito e ingenuità. Che vien quasi da compiangerli, i poveri politici, per il loro candore che li appaia alle creature appena nate, munite è vero del peccato originale, ma scevri di quell’orrida mentalità opportunistica che fa gli uomini ladri in nuce. Basti pensare al poverino a cui hanno regalato l’appartamento vista Colosseo. Perchè glielo avrebbero donato? Per un tornaconto personale – io do una cosa a te, tu dai una cosa a me? Nooo, lui, l’ingenuo, non l’aveva neppure capito. I politici, quelli di razza, sono fatti così. E quell’altro che le ragazze gli entrano nel letto dicendo: Piacere, sono la nipote di Moubarack, e lui ci crede. Perchè? Per via del suo animo buono che lo porta ad adoperarsi, con ingenuità, al bene della comunità femminile di tutto il mondo – senza distinzione di razza e soprattutto d’età. E che dire di quell’altro che beandosi di essere l’eletto tra gli eletti padani, pensa che arrestare 50 mafiosi di piccola taglia equivale ad aver eliminato tutti di discendenti dei tre cavalieri spagnoli? Che bisogna proprio essere dei politici ingenui e minacciar querele se un Saviano malizioso ti dice, sulla pubblica piazza televisiva, che non è così, perchè la mafia è collusa con chiunque, imprenditori e politici, a sud come a nord – la mafia da esportazione proprio non gli garba, all’ingenuo. La mafia è entrata in ogni dove, lo sanno tutti ormai anche le creature che quelle, sì, hanno dismesso gli abiti degli ingenui per vestire quelli dei cinici. Che gli unici veri ingenui in Italia sono rimasti i politici. Si sa.

Annunci

25 thoughts on “Dell’ingenuità

  1. Sonja A. 18 novembre 2010 / 12:36

    Si sentono tutti ‘Alice in wonderland’.
    E cercano di tirarci scemi.
    Ne ho avuto la riprova ieri sera ascoltando (nel frattempo facevo dell’altro) la replica a distanza di Maroni a Saviano, nella trasmissione ‘Matrix’.
    Non lo avrei applaudito manco se mi garantivano una rendita vitalizia….

    • mizaar 18 novembre 2010 / 18:02

      ieri sera ho seguito exit con il procuratore grasso. meno male che ci sono ancora persone sensate. bisognava vedere uno di quelli della lega di pavia che sono stati tacciati di avere a che fare con i mafiosi! lui, il povero, asseriva a sua discolpa che ad un politico tocca incontrare chiunque senza sapere la ” provenienza ” del chiunque. e che in più gli sono toccati i rimbotti di mammina che invece sapeva benissimo che il chiunque non era proprio ortodosso! insomma un angelo…

  2. duhangst 18 novembre 2010 / 14:20

    O forse siamo rimasti noi, che speriamo ancora che esista un politico che non sia come quelli sopra descritti o_O

    • mizaar 18 novembre 2010 / 18:03

      di sicuro ci sarà – almeno spero… forse… chissà! 😦

  3. nina89 18 novembre 2010 / 14:35

    già… poveri piccoli ed indifesi ingenui politici….

  4. parolesenzasuono 18 novembre 2010 / 15:54

    molto ironica e puntuale—

    che un ministro dell’interno cada dalle nuvole perchè in televisione venga detat la verità mi fa, diciamo, “sorridere”—

    che poi, CASUALMENTE, pochi giorni dopo ed in piena CRISI DI GOVERNO (questo è quello che sta vivendo l’ItaGLIa) sia arrestato un latitanta da 14 anni—

    le COINCIDENZE italiane, eh?

    • mizaar 18 novembre 2010 / 18:05

      bisogna pur sopravvivere alle tempeste, no? 😦
      siamo messi davvero male, sergio!

    • mauro 18 novembre 2010 / 18:44

      ho avuto anche io questo “cattivo” pensiero… purtroppo la verità è sempre peggio di come ce la lasciano immaginare

      • mizaar 18 novembre 2010 / 19:45

        quel che ci lasciano immaginare… sacrosante parole, mauro!

    • fab 19 novembre 2010 / 19:19

      non è la prima volta infatti che, arresti eccellenti, vengano eseguiti proprio in coincidenza di periodi iper critici

  5. fab 18 novembre 2010 / 17:16

    ah se non ci fossero loro!

    • mizaar 18 novembre 2010 / 18:06

      ma davvero fab, come avremmo potuto mettere su un blog? di che cosa avremmo parlato, del tempo, della nonna lisetta, delle ricette di cucina?
      santi politici! 😛

  6. emilia 19 novembre 2010 / 15:03

    Credo tu possa aver ragione…e la faccia dell’ingenuo Bondi, ieri sera da Santoro…confermerebbe la tua teoria. Se sopravvive anche a questa…almeno la “beatificazione” se la merita!
    Ben ritrovata…il trasloco non mi ha giovato…ma almeno torno a leggerti 🙂

    • mizaar 19 novembre 2010 / 18:57

      ho visto emilia, ho visto! il poverino faceva di molto pena… cercava di capire senza capirci nulla. è stato, per gli altri, come rubare le caramelle ad un bambino. povero sandrone!
      immagino tu sia disorientata con wp, ma non temere tutto si aggiusta poco alla volta… e non avevamo alternative, oltretutto 😦

  7. ariel 19 novembre 2010 / 19:42

    a me Saviano non piace…ne prima ne tantomeno ora che va in orgasmo per ogni telecamera puntata sulla sua pelata….nessuno tantomeno io potrei mettere in dubbio i suoi molti talenti ma da qui ad essere in odor di santita’…ce ne passa..e…
    come scrittore e’un autentica schifezza!!

  8. mizaar 19 novembre 2010 / 20:27

    caspita ariel, proprio agguerrita! 🙂

  9. arielisolabella 19 novembre 2010 / 20:48

    scusa Virgy ma c’e’qualcosa che non mi convince in quell’uomo..l’ho visto (ed ascoltato)alla fiera del libro sperando di fugare i miei dubbi ma…so’perplessa!e poi guarda io non conosco le infinite manfrine governative pero’mi da’fastidio quella sua posa in crescita esponenziale da tuttologo ….sbagliero’…che vuoi non si puo’avere solo Fan!!

    • mizaar 20 novembre 2010 / 09:33

      più che un tuttolo mi sembra un monologo – parla solo di mafia! 🙂
      è vero non si può essere tutti fan, ma ritengo che abbia avuto un bel coraggio, il coraggio che si può avere solo da giovani. e mi sembra un bravo ragazzo. e mi piace perchè parla calmo, piano senza essere un esagitato – che al mondo d’oggi non è roba da poco. e tu gomorra l’hai letto?

      • ariel 21 novembre 2010 / 14:21

        si anche il suo ultimo la bellezza e l’inferno
        cmq ho capito cosa mi urta ..non e’Lui ma cio’che e’diventato
        sei un giornalista che ha fatto scelte pesanti per se’ e (discutibilmente )per la tua famiglia ok sei un tosto maledetto
        ma non sei un comunicatore uno scrittore un presentatore
        e non devi essere simbolo strumento di una parte di area intellettuale nei confronti di un’altra …tu denunci noi giudichiamo e ragioniamo…sai Virgy devo ancora riflettere …e’difficile da spiegare forse perche’anch’io sto ancora elaborando..ci ritornero’su..grazie del tuo spazio!!^_^

      • mizaar 23 novembre 2010 / 20:39

        ariel, lo sai che qui è casa tua! 😀

  10. paperisinasce 20 novembre 2010 / 22:26

    I nostri politici non sono ingenui… Sono semplicemente PURI!

    Comunque, a essere sinceri e onesti, negli ultimi anni non sono stati arrestati solo mafiosi di piccola taglia, nell’epoca di Maroni c’è stato un buon lavoro di Polizia… Ma altrettanto onestamente qualcuno che conosce veramente il fenomeno mafioso dovrebbe rendersi conto che i meccanismi che rendono la mafia forte (primo fra tutti la collusione con la politica e la presenza in tutte le attività economiche pubbliche che contano) ci sono ancora tutti e sono ancora più forti che in passato… Forse si stanno soltanto svecchiando un po’…
    Anche io condivido la perplessità relativa alla perfetta sincronizzazione fra l’arresto e la querelle con Saviano… Ovviamente un latitante del genere non lo arresti per caso, lo segui e ti avvicini per settimane o per mesi… e quindi credo ci sia un certo margine di manovra per scegliere il giorno più propizio e mediaticamente importante per dare il colpo finale… Era già successo, non molto tempo fa, non ricordo con l’arresto di chi.

    • mizaar 26 novembre 2010 / 19:02

      a proposito degli arresti ai mafiosi. ho registrato l’altra domenica ndp su la7. tra gli intervistati di antonello piroso c’è stato nicola grattieri. dacci un’occhiata e poi ne riparliamo…

  11. mizaar 23 novembre 2010 / 20:48

    va bene un po’ di grancassa mediatica ci vuole, sennò che bravura c’è nel fare il proprio dovere e tacere, o perlomeno avere il garbo della discrezionalità?
    certo ho esagerato nel raccontare le gesta del marron glacé – neanche se fosse andato lui ad arrestarli, i mafiosi, di pirsona pirsonalmente!!!
    sono puri, altrochè! 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...