Diversamente persona

 
Firmare l’appello contro la condanna a morte che vedrà Sakineh Mohammadi Ashtiani, con molta probabilità lapidata oppure, ad andarle bene, impiccata, è un obbligo civile.
La cosa che trovo incomprensibile, ogni volta che nei paesi islamici si condanna una donna per il " reato " di adulterio, è la unicità della condanna di un atto che viene compiuto, fino a prova contraria, da due e, all’atto pratico, subito da una e una sola. 
Perchè?
Chè il corpo delle donne giudicato impuro, immondo da sempre, in tutte le " civiltà ", non merita attenzione e rispetto?
Chè le donne stesse, per l’inessenzialità del loro stare in un contesto " civile " come fossero solo delle appendici, da sempre subordinate, non meritino l’interezza della loro intelligenza che deve coniugarsi obbligatoriamente con il corpo?
Chè le donne devono sentirsi diverse, nell’accezione più brutta del termine, perchè tali?
Diversamente persone, lapidate spesso non solo a pietre.
 
 
 
 
 
 
 
Annunci

14 thoughts on “Diversamente persona

  1. Signora 29 agosto 2010 / 18:35

    forse perchè noi donne lo abbiamo permesso… :-Sps. capita a fagiolo l’arrivo del beduino che cerca di convertire solo le donne vero? come ti è parsa questa ennesima farsa con la regia del grande Burattinaio?

  2. ariel 29 agosto 2010 / 18:37

    AAAAHHH vIRGY …qui non basta lo spazio per rispondere ..non e’bastato un secolo e piu’di lotte per una "parita’"che di fondo e’lungi dall’esere raggiunta…quando io sono una puttana se ho piu’relazioni (una alla volta per carita’..^_^)e lui e’solo un gran furbo nella stessa dinamica affettiva eo sessuale…figurati in contesti complicati da assurde interpretazioni religiose eo politiche sociali???…..disgustoso…

  3. fab 29 agosto 2010 / 19:06

    siamo considerate diversamente persone…corpi "da consumare" "esibire"…la responsabilità però è anche delle donne..

  4. Lilla 29 agosto 2010 / 20:52

    il discorso sarebbe lungo e complesso … indipendentemente dalla religione, anche in un constesto ‘civile’, da che mondo è mondo, se una donna ha tanti uomini è una poco di buono, se un uomo ha tante donne è un don giovanni …

  5. Lilla 29 agosto 2010 / 20:53

    ma noi, cosa facciamo per evitare di essere considerate ‘diversamente persone’??? … siamo noi le prime a compiacerci nell’essere un corpo da esibire … e, perchè no, da ‘consumare’ … convincendo noi stesse che siamo ‘furbe’ e che è quello che vogliamo!!

  6. fab 29 agosto 2010 / 21:08

    forse invece delle fiabe alle nostre bambine dovremmo imparare ad usare il cervello, a capire cos’è il raggiro e cosa sono i pensieri automatici e a saper leggere i messaggi criptati della pubblicità-

  7. Sonja 30 agosto 2010 / 16:03

    Non posso che quotare quanto già scritto sopra….

  8. Federico 30 agosto 2010 / 22:28

    L’evoluzione civile, sebbene con alti e bassi, ci porterà certamente a superare queste discriminazioni, frutto della imposizione del potere maschile dominante, che è stato codificato e inculcato nelle nostre teste dalle religioni.Tuttavia, avete già risposto da voi stesse alla domanda su cosa facciamo (e cosa fanno le donne) per accelerare questo processo di evoluzione.

  9. ariel 31 agosto 2010 / 08:36

    temo di fare ben poco…a parte fregarmene!!ma non e’molto educativo vero??..gia’…sono socialmente moolto disdicevole….Ross non mi dara’piu’la focaccia…e questo mi uccide!!!!:-(

  10. Virginia 31 agosto 2010 / 17:22

    in effetti i nostri discorsi molto spesso sono contradditori. da una parte c’è solidarietà, indignazione, sorellanza, quando un corpo di donna viene brutalizzato, stuprato, quando una donna viene messa in ridicolo dai fatti e dalle istituzioni.poi ci ritroviamo a biasimare quelle che, pur di compiacere un uomo – o anche se stesse, ritengo – accettano situazioni dagli 80 ai 150 euro, o anche escortaggi – passatemi il termine, per piacere! – da ben altri euri.

  11. Virginia 31 agosto 2010 / 17:22

    allora dove sta la misura, come dobbiamo muoverci perchè si pèossa arrivare ad una " maturità " del ruolo femminile in una società dove ancora ristagnano cocetti che appartengono al trapassato remoto?quante domande, eh? non riesco mai a darmi una risposta che abbia un senso logico, che non sia contraddizione allo stato puro.

  12. Virginia 31 agosto 2010 / 17:23

    nel vedere in tivù quelle sciammanate dal beduino, scortate e assediate dalle telecamere neanche fossero state dive di hollywood, mi sono detta < ma neanche uno straccio di donna a dir loro, "vergognatevi "? neanche uno " sceme, sceme "? >caspita, come siamo messe male!:-((

  13. Signora 1 settembre 2010 / 09:05

    tutti bei discorsi ed opinioni/comportamenti comprensibilissimi. Io per esempio non riesco a vedermi come ‘vittima’ di una società affetta da preconcetti. Al contrario mi trasformo in belligerante e mi lancio contro. Ma vedere queste ragazze di oggi gettare alle ortiche tutto il nostro (mio e tuo… sigh) passato mi fa incaxxare da morire!

  14. Signora 1 settembre 2010 / 09:07

    Mi fa vergognare di essere donna. E’ un’offesa per chi si alza la mattina, va a lavorare col sudore della propria fronte, sbeffeggiata a volte dai colleghi uomini. E mi fa incaxxare di nuovo anche WLS!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...