Giri armonici

 
Capita, a volte, di ascoltare senza prestare la testa.
Ti piace quel giro armonico, quel giocherellare sui tasti neri e bianchi di un pianoforte.
Poi vai a cercarti il testo della canzone e solo allora ascolti davvero. E ti accorgi che anche le parole, anche quelle, non sono malaccio…
 
 

Troppo cerebrale per capire che si
puo’ star bene senza complicare il
pane ci si spalma sopra un bel
giretto di parole vuote ma doppiate.
Mangiati le bolle di sapone intorno
al mondo e quando dormo taglia bene
l’aquilone, togli la ragione e
lasciami sognare, lasciami sognare in
pace. Liberi com’eravamo ieri, dei
centimetri di libri sotto i piedi
per tirare la maniglia della porta e
andare fuori come Mastroianni anni
fa, come la voce guida la pubblicita’
ci sono stati dei momenti intensi
ma li ho persi gia’. Troppo cerebrale
per capire che si può star bene senza
calpestare il cuore ci si passa
sopra almeno due o tre volte i piedi
come sulle aiuole. Leviamo via il
tappeto eppoi mettiamoci dei pattini
per scivolare meglio sopra l’odio
Torre di controllo aiuto, sto finendo
l’aria dentro al serbatoio.
Potrei ma non voglio fidarmi di te
io non ti conosco e in fondo non c’è
in quello che dici qualcosa che
pensi sei solo la copia di mille
riassunti, Leggera leggera si bagna
la fiamma, rimane la cera e non ci sei piu’…
Vuoti di memoria, non
c’è posto per tenere insieme tutte le
puntate di una storia, piccolissimo
particolare, ti ho perduto senza cat
tiveria. Mangiati le bolle di sapone
intorno al mondo e quando dormo
taglia bene l’aquilone togli la
ragione e lasciami sognare, lasciami
sognare in pace. Libero com’ero
stato ieri ho dei centimetri di cielo
sotto ai piedi adesso tiro la maniglia
della porta e vado fuori, come
Mastroianni anni fa, sono una nuvola,
fra poco piovera’ e non c’e’ niente
che mi sposta o vento che mi spostera’
Potrei ma non voglio fidarmi di te
io non ti conosco e in fondo non
c’e’ in quello che dici qualcosa
che pensi sei solo la copia di
mille riassunti, leggera leggera si
bagna la fiamma, rimane la cera e
non ci sei piu’ non ci sei piu’, non
ci sei…

Annunci

20 thoughts on “Giri armonici

  1. Lilla 26 agosto 2010 / 18:58

    capita anche a me … :)

  2. fab 26 agosto 2010 / 19:50

    idem

  3. Signora 26 agosto 2010 / 21:16

    La riascoltavo e con piacere ieri mattina a ISORADIO durante la mia ‘galoppata’ verso il lavoro… Veramente piacevole sotto tutti i punti di vista.:-)

  4. Signora 26 agosto 2010 / 21:16

    ps. oggi no… avevo bisogno di carica e avevo Pyramid a palla :-)

  5. clelia 27 agosto 2010 / 07:52

    Bacioni cara, carissima amica. Sempre bella e fiera, sempre dolce. Clelia

  6. Federico 27 agosto 2010 / 20:25

    E’ bello scoprire che esiste almeno un Bersani che piace…

  7. Virginia 28 agosto 2010 / 07:22

    sì, federico, meno male che i bersani non sono tutti uguali. e quello che mi preoccupa sono i giochetti sporchi appena iniziati, per le eventuali elezioni…

  8. Federico 28 agosto 2010 / 21:13

    Virginia, i giochetti sporchi non mi piacciono… Ma dio non voglia che si fanno le elezioni e si regala al nano una maggioranza assoluta di fedelissimi, per di più alla vigilia della elezione del nuovo presidente della repubblica…Per evitare uno scenario simile, sopporterei qualsiasi "giochetto sporco".

  9. Signora 28 agosto 2010 / 22:03

    ma, diciamocelo un po’ in confidenza: qualcuno di noi ritiene per caso di vivere in un paese ‘democratico’? perchè se è così, beh, ragazzi, credo che ognuno di noi sia un grande illuso.La corsa alle posizioni di partito c’è sempre stata e sempre ci sarà in tutti gli schieramenti.Nessuno è immune al fascino della poltrona :-S

  10. Signora 28 agosto 2010 / 22:04

    UIDBA@ FedericoVuoi forse dire che dovremmo continuare a votare ‘tappandoci il naso’???Ormai siamo tutti in asfissia!

  11. Virginia 29 agosto 2010 / 16:25

    federico, ross, per giochetti sporchi mi riferivo a quello che hanno iniziato a fare con vendola, a quell’orrore che hanno ritirato fuori con le fronde degli ulivi.spero vivamente che pannella la spunti con la uninominale. che per quanto in asfissia, continuerò ad andare a votare, ross. non sia mai detto che lasciamo campo libero a quelli che dovrebbero stare in galera!

  12. Signora 29 agosto 2010 / 16:54

    la cosa mi fa raccapricciare di più è che questa legge elettorale l’hanno votata tutti… d’accordo con te, non lasciamo il campo libero, ma iniziamo a fare pulizia anche dentro casa!ps. ormai viaggiamo tutti con la bomboletta d’ossigeno in borsa… basta sentire anche solo i discorsi che fa la cosiddetta ‘gente comune’ per essere colti da crisi respiratoria :-S

  13. Federico 29 agosto 2010 / 17:04

    Io sono d’accordo con voi, vorrei poter essere libero di scegliere in maniera idealistica… Ma adesso penso che ci sia una priorità, e se non ci pensa il padreterno, dobbiamo sbarazzarci noi di un personaggio. Poi si può cominciare a riparlare (se ancora ci ricordiamo come si fa) di destra e di sinistra…Scusate se sembro un volgare opportunista, ma non riesco a pensare diversamente.

  14. Federico 29 agosto 2010 / 17:05

    E comunque scusatemi: per colpa mia un post partito da una bella canzone di Samuele Bersani è approdato alle mefitiche paludi della politica italiana…:-(

  15. fab 29 agosto 2010 / 17:08

    sottoscrivo quanto ha detto federico

  16. Signora 29 agosto 2010 / 17:10

    colpa? ma figurati! e comunque non penso assolutamente che tu sia un opportunista. Diciamo più che altro ‘machiavellico’: il fine giustifica i mezzi. E’ che la storia dell’Italia mi sembra sia costellata da situazioni simili. Ed il risultato non mi pare edificante. ps. e mi pare che anche io abbia contribuito alla ‘deviazione’. Chiedo scusa alla padrona di casa :-)

  17. Virginia 29 agosto 2010 / 17:46

    no, ragazzi, parliamone eccome! bersani del tipo samuele, sopporterà!:-DDdi parole e di idee non è mai morto nessuno!!

  18. Sonja 30 agosto 2010 / 15:57

    Mi piace un sacco Bersani (Samuele) e adoro Bersani (Pierluigi).Solo che in questo caso parlo di un mio carissimo amico padano omonimo del politico e detto fra noi, beh….se il ‘mio’ Pierluigi (Amico) si candidasse sarei la prima a dargli il voto.

  19. Sonja 30 agosto 2010 / 15:58

    Tornando alla canzone, beh…io mi perdo in tutti i testi di Samuele e spesso se l’ascolto in auto magari beccandolo casualmente in radio faccio in modo di fare una deviazione per non perdermi una sola strofa :)

  20. Virginia 31 agosto 2010 / 17:28

    be’ sonja, se ritorna la uninominale, hai voglia che lo puoi votare il tuo amico!:-DDD

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...