Pensieri oziosi

 
Stamani guardavo le previsioni del tempo in coda al tiggì.
Le linee di confine tra una regione e l’altra, sembrano il frutto della mente e dell’opera perversa di una ricamatrice imbizzarrita! A bocca aperta
Chi ha stabilito che la divisone dovesse essere quella, nei secoli passati? Come hanno fatto? Sorpresa
Hanno ubriacato una mucca e le hanno fatto trainare un aratro per tracciare i ghirigori dei limiti regionali? Sorpresa
Voglio saperlo!!! In lacrime
 
Annunci

16 thoughts on “Pensieri oziosi

  1. Flavia 27 luglio 2010 / 19:42

    Pazza amica! Buonasera! Questo post, mi ha fatto davvero sorridere…Hai tremendamente ragione! :D

  2. ariel 27 luglio 2010 / 20:02

    troooppaaaa fatica pensarci…^_^..baciiioooo!!!

  3. fab 27 luglio 2010 / 20:10

    Prof, un maestro alle elementari mi spiegò che i confini , quando non seguivano accordi politici, come in Africa, si basavano sul corso dei fiumi, crinali dei monti, inizio di pianure o paludi…segni "fisici"..vuoi dirmi che la mia "antica" convinzione, con la quale sono invecchiata era fasulla????

  4. Signora 27 luglio 2010 / 22:29

    più che figlio dell’ozio, questo post mi pare originato dal troppo caldo :PPPstesso consiglio dato al Maumozio: MA GODITI ‘STE FERIE [tu che puoi… aggiungo rosicando… ]

  5. Virginia 28 luglio 2010 / 07:02

    fab, mi piace di più la storia della mucca!:-DDDD ( quanto possono essere pedanti ‘sti maestri, lo sa solo il diavolo! :-PP )

  6. Virginia 28 luglio 2010 / 07:04

    ross, più che ferie è fare le stesse cose di tutto l’anno, con più calma. non mi scontento, però…e ti aspetto!:-D

  7. Virginia 28 luglio 2010 / 07:05

    ariel, flavia, sono solo pensieri di colei che non vuol pensare ad altro!:-D

  8. Lilla 28 luglio 2010 / 10:26

    ecco perchè sei così magra!!! con questo tarlo che ti rode dentro … ti è passato l’appetito!! 😉

  9. Kalispera 28 luglio 2010 / 15:01

    Sono linee random tracciate dagli alieni nelle notti senza luna e …senza fari dell’astronave: non lo sapevi?Bon.Adesso lo sai!;-)Té freddo per tutte?

  10. Virginia 28 luglio 2010 / 15:20

    è proprio quello che ci vuole, tè freddo tra il lazio e la puglia!:-DDD

  11. Kalispera 28 luglio 2010 / 16:45

    Siiiiiiiiiiiiiiiiii!

  12. Federico 28 luglio 2010 / 20:16

    Una volta tanto non sono d’accordo con te. Il più delle volte quei confini rappresentano secoli e millenni di storia, geologica o umana… Erosioni, glaciazioni, guerre, litigi, hanno generato quelle linee pazze… Io le trovo romantiche… Invece mi fanno tristezza i confini degli stati americani, tirati col righello… E alla fine se vedi la silhouette delle Marche la riconosci subito, ma sfido chiunque a rconoscere lo Utah, il Wyoming o il Colorado…

  13. fab 28 luglio 2010 / 20:31

    the coon foglie di menta

  14. Virginia 29 luglio 2010 / 07:19

    e va be’ fede, lo sappiamo tutte che sei un garibaldino della prima ora!!!!:-PPPPP

  15. salmastro 29 luglio 2010 / 18:35

    spesso sono i fiumi….. altre volte boh mica c’ero…:)

  16. salmastro 29 luglio 2010 / 18:37

    @federico in effetti mister "V" fece i cotal modo in africa ed ancora oggi ci son guerre conseguenti tra tribù

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...