Post post/pasqualino!

 
Ho appena finito di leggere quello che ha scritto Ross a proposito della Pasqua appena passata.
Il senso di disorientamento finisce per essere stabile dopo l’età dell’innocenza, penso. Quando sei tu a doverti creare dei punti fermi che non sono più quelli di un tempo, tutto ha un altro colore. Magari credi di non avere la necessità di rifare quello che hai fatto per anni, quasi costretta, oppure per contro, quello che hai fatto un tempo ti sembra il massimo possibile e adesso tutto ti appare come una sinopia sbiadita e senza sangue. Bah, stranezze degli adulti!
Ma a parte queste considerazioni post Pasqua a casa, Ross mi ha dato il " la " perchè ricordassi quelle pasquette di una volta.
Si partiva per tempo per una località ai piedi di Castel del Monte. Un pezzo di Murgia ci aspettava, intatto, perchè per tutto l’anno era chiuso da uno sbarramento che impediva l’accesso ai più – di proprietà del’Acquedotto Pugliese, ci viveva la famiglia del custode, ma solo in estate.
Si trovava una radura sotto le roverelle – intorno biancospini, asfodeli, orchidee, ferule, verbene… un odore festoso e pieno, tipico di quello zona – e si cominciava, come tartarughe sorte da un letargo ostinato, a guardarci intorno, a scoprire con meraviglia i ramarri verdissimi ed enormi, i vermi pelosi, i fiori colorati sotto le foglie secche.
Si andava poi per asparagi, quelli selvatici, sotto i cespugli spinosi e i rovi. Così fino a sera avevamo le mani graffiate e brucianti quando le lavavamo con il sapone, sotto l’acqua corrente. E si camminava lungo i tratturi cosparsi dei segni del passaggio delle capre, grani di rosario più grandi e olezzanti di erba digerita.
Qualche volta si incontravano i greggi con uno o due pastorelli. Mia madre regalava loro un uovo di cioccolato, un pezzo di dolce, qualcosa che gli ricordasse la Pasqua…
 
Annunci

8 thoughts on “Post post/pasqualino!

  1. Signora 6 aprile 2010 / 12:58

    ecco la differenza tra nord e sud: la temperatura!!! Da noi a Pasqua/Pasquetta era ancora troppo freddo per girare per prati e boschetti :-)ps. piccolo aneddoto: ai ‘nostri’ tempi, i neonati venivano letteralmente fasciati fino ai sei mesi (altro che iniziare a stare in piedi da soli eheheh). Caso volle che i miei 6 mesi coincidessero con la Pasqua, per cui la mia mamma, tutta orgogliosa, mi sfasciò e col vestitino della festa se ne andò a messa. Ma al rientro a casa, per colpa del freddo, ero talmente violacea che dovette subito rifasciarmi tutta! [e benedico quelle fasce che hanno impedito problemi alle anche e gambe storte :PPP]

  2. Du 6 aprile 2010 / 14:24

    Non ricordo molto delle mie pasquestte..

  3. Virginia 6 aprile 2010 / 15:30

    anch’io sono stata fasciata come una pupazza, cara ross, ma mia madre ci rinunciò dopo tre mesi, chè mi ritrovava chissà come con le gambine incrociate – mai stavo ferma! così le gambe non le ho storte neppure io, ma ho fatto delle belle pasquette!:-Ppeccato du’ non avere memoria del tempo andato!:-((

  4. Sonja 6 aprile 2010 / 17:24

    Pure io ricordo ben poco delle mie Pasquette ‘andate’, mentre di quelle più recenti conservo ricordi bellissimi e che sanno di mare….

  5. Silykot 6 aprile 2010 / 18:32

    Anche io non ho molti ricordi di Pasquette anche perchè, essendo il mio papà custode di un impianto sportivo, doveva sempre restare sul posto di lavoro che era anche casa!Però avevamo un giardino e un grande cortile e facevamo spesso le grigliate, così a Pasquetta noi non andavamo da nessuna parte ma molti amici venivano da noi!

  6. Lilla 7 aprile 2010 / 11:20

    ah, le Pasquette … le ricordo eccome!!erano il preludio alla scampagnata del 25 aprile e del 1° maggio … fino ai miei 13/14 anni, le mete erano quasi sempre le stesse: o i pratoni del Vivaro … (vedi foto) … http://i1.trekearth.com/photos/71462/pratoni_vivaro.jpg … o il lago di Turano (ari-vedi foto) … http://i1.trekearth.com/photos/31686/108-lagoditurano.jpg … si partiva con la 600 che si caricava di ogni ben di Dio (oltre che di persone) e ci si ritrovava lì con i miei zii e cugini … tra uno spuntino (con uova sode, torta al formaggio, salame, etc.) ed un pranzo "frugale" (lasagne, carciofi, abbacchio al forno, frutta e colomba), si giocava a palla, a corda, a nascondino, a carte, etc. … poi sono "cresciuta" e a Pasquetta ho iniziato a defilarmi andando a "scampagnare" con gli amici … ma, quelle della mia infanzia, sono quelle che ricordo con maggiore chiarezza e … affetto … :)

  7. Paola 7 aprile 2010 / 16:48

    Pasqua alle spalle…tempo brutto anche… non se ne poteva più….Mi ricordo le mie Pasque da piccola… con tanti colori, con tante uova da colorare… i pulcini veri che si trovavano nelle stalle di campagna del lodigiano….quanti ricordi… mi ricordo le tempere, gli acquarelli, i pennelli….e i fiori…. Mi ricordo il giovedi santo, la chiesa con il Gesù in mezzo alla navata centrale… io che lo baciavo… mi ricordo il lavaggio dei piedi a messa… di sera… mi ricordo i rintocchi delle campane…Perché queste cose ora non le sento più?…. Le ricordo ma non è la stessa cosa…

  8. Kalispera 8 aprile 2010 / 15:12

    Io non ho ricordi di pasquette da bambina, ma solo dall’adolescenza in poi, quando si sperava nelle scampagnate con gli amici, tempo permettendo.Una bellissima in cima ad una collina da cui si vedeva tutto il nostro lago…Poi quelle da più grande insieme agli amici ed in prati un po’ più distanti o al mare. Poi quelle da sposata…qualcuna in Sicilia, in casa o qui con i miei. Se il tempo è bello una passeggiata dopo pranzo, se è brutto al cinema, come per lo scorso lunedì.Cambiano i tempi, cambiano gli orizzonti…e si sceglie di farsi compagnia in un giorno di festa come gli altri.Ciao Virginia!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...