for the roses

Ogni passione spenta

Tratta dal grande evento una verace,
Nuova saggezza, l’anima contenta,
Aveva dismesso i servi e stava in pace,
La mente calma, ogni passione spenta.
Sansone Agonista – John Milton

Riflettevo da ieri su quanto letto da EnriPoppins, la nostra amica ritrovata. Piace ad Enri ritrovarsi al bar con gli amici che sono di certo non persone comuni, bensì quattro giovani anziani che le raccontano le loro storie. Enri è affascinata dalla dialettica e dal vissuto dei quattro; vorrebbe, come tutti immagino, aver acquisito la capacità di affabulare che hanno le persone con tanti anni alle spalle. Pensavo, allora, che da giovani si è dentro alle storie e la capacità di riflettere viene molto spessa compromessa dagli eventi che ti coinvolgono e ti sollecitano, senza darti la possibilità di respirare. Non si pondera da giovani, si vive di getto e ci si lascia implicare, molto spesso soffrendo, con la sicurezza – ma quanta arrogante vitalità c’è in questa certezza? – di avere tutta la vita davanti e di essere capaci di risolvere in meglio gli eventi a proprio vantaggio. Nell’andare avanti la vita continua ad annegarti nel suo svolgersi, molto spesso banale, sempre fatto di piccole cose quotidiane. Si soffre egualmente, di noia quasi sempre, con un metro di valutazione temporale legato all’accorciarsi di un tempo giovane a favore di una maturità (?) favoleggiata e a volte mai raggiunta. Gli eventi diventano ricordi nel tempo in cui qualcuno ti dice che, nonostante l’età < Caspita, come ti mantieni bene! > e in quel momento, in quel preciso istante sei in grado di sederti sulla tua vita passata e di guardarla come qualcosa avvenuta ad un altro diverso da te. Ti accorgi allora che la tua storia è diventata una favola da raccontare a chi vuole ascoltarla, che nulla ti rende complice se non il racconto stesso. Ti accorgi degli errori fatti, ma non ti giudichi con severità per averli messi in atto. E’ l’ultimo gesto bonario che concedi a te stesso purgato da ogni inflessibilità, con la mitezza che si accorda all’anziano che vedi fuori di te. Chè dentro si rimane per sempre se stessi, e per quanto possa non piacerti, giovani con ogni passione spenta.

About these ads

26 pensieri su “Ogni passione spenta

  1. Ciao Virginia, sento spesso dire che all’età dei nonnetti della foto, ci si ricordi molto meglio le cose di gioventù, ma non so se sia questo o se è perchè si ha il tempo per rivangarle e poi di trovare qualcuno a cui raccontarle!
    Di sicuro non val più la pena di esser severi con se stessi, ormai quel che è stato non cambia e l’avanzare dell’età, con quel che può comportare, eventualmente è già una sufficiente punizione da scontare!
    Non so poi cosa si spenga del tutto e cosa rimanga ancora ben vivo, aspetti strettamente fisici a parte, credo che certe propensioni non si esauriscano mai, forse si potrà vedere le cose con un certo distacco, con indifferenza per se stessi, ma le sensibilità sempre avute immagino non vengano mai meno!
    Ma è forse inutile ipotizzare, piuttosto speriamo di arrivare a verificare di persona.
    Un abbraccio cara Virginia, qui c’è un paesaggio invernale, ma è solo nebbia ghiacciata come fosse neve!

    • la nebbia ghiacciata, la galaverna, ha aspetto e nome assai romantici. il tuo risveglio al mattino deve assomigliare a quello di un principe in una fiaba! :-D
      sì, in realtà mi auguro di arrivare anch’io ad un’età rispettabilmente brontolona! :-)

      • Brava Virginia, conosci pure il nome del fenomeno che c’è qui, ieri e un pò anche oggi!
        Però è bello da guardare al caldo, da dietro le finestre, affrontarlo nel traffico un pò meno. Potessi ti manderei le immagini di quello che vedo ora dalle finestre, l’immagine del parco, come innevato!
        Un bacio amica cara e felice weekend a te!

      • devo essere sincera, sergio, è una conoscenza recente quella della galaverna. ne ho sentito il termine, benchè conoscessi già il fenomeno, al telegiornale delle scienze ” leonardo ” che seguo tutti i giorni su rai 3. programma interessante che fornisce le informazion necessarie ai curiosi come me.
        buon fine settimana! :-D

  2. Non credo che la ‘passione’ (intesa come ‘vivo interesse’ per qualcuno e/o qualcosa) si spenga … Semplicemente, si indirizza verso cose diverse … Perché l’indole di ognuno di noi, a dispetto dei cambiamenti esterni, resta inalterata … Insomma se si è nati tondi, non si può morire quadrati … Magari … Un po’ ovalizzati! :-)

    • è vero stefania, si può diventare ovalizzati, ma poi si acquisisce il distacco necessario che ti serve per il racconto di te stessa senza che lo stesso possa suscitare in te quelle passioni che hanno galvanizzato l’atto mentre era in divenire… spero di essermi spiegata! :-D

      • Ti sei spiegata benissimo! Per questo, per quanto mi riguarda, ti rispondo: e per fortuna! A 50 anni suonati, quel ‘dalle stelle alle stalle’ sentimentale, non lo sopporterei!!! C’è un tempo per ogni cosa … Io, quel distacco che mi permette di raccontarmi e ridere di me e di certe situazioni, lo benedico! :-)

    • da giovane non la sopporteresti, la saggezza! quando si vive in pienezza non si ha il tempo di ponderare. tant’è che se ripensi a qualche tempo fa, il fatto che qualcuno potesse dirti come dovevi fare e quello che dovevi fare, sulla base di una presunta esperienza, quei consigli allora ti facevano essere intollerante e arrabbiata!
      buona serata silvia :-)

  3. continuo a meditare perchè…m’incavolo ancora come una bestia, e per certi versi, oggi sono più intollerante e pasionaria de …l’altro ieri

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...